Cattivi Propositi per il 2012

No.

Non ho contato alla rovescia a capodanno, non ho espresso un desiderio a mezzanotte, non ho scopato e, most important, non ho stilato alcuna lista di buoni propositi per il 2012.

Il ché è strano. Perché io sono una che vive di buoni propositi. Ma proprio sono una minimalista del buon proposito, mi spingo fino all’atomizzazione dello stesso, con piccole imprese titaniche come “mi alzo tra 2 minuti”, spostando la sveglia dalle 08.40 alle 08.42. Eppure a questo giro, su un arco temporale addirittura annuale, io ho deciso di non prendere alcuna posizione in merito. Il vero motivo è che non credo nei buoni propositi né nella mia capacità di perseguirli e il sospetto mi parrebbe pure lecito considerato che – tolte le macrocategorie come “non uccidere il prossimo tuo a meno che non lo meriti proprio” e “non fare la cacca nel bidet”  – di anno in anno mi riprometto sempre le stesse cose, il ché significa che non faccio mai un cazzo di ciò che dico di voler fare.

Perché il mio problema è sempre questo: io vorrei fare, io vorrei volere, perché intuisco a grandi linee cosa dovrei voler fare e cosa dovrei voler volere. Solo che poi, e qui sta l’inghippo, quello che voglio davvero, è diverso da ciò che sarebbe giusto volere. Non è colpa mia, sono dello scorpione.

Ad ogni modo, siccome non volevo che a capodanno la mia seconda personalità nascosta (che sarebbe quella buona, magra, mora, coi capelli lisci e il culo a mandolino) mi rispondesse, come si dice dalle parti mie: “vè futt l gnur” (ovvero “prendi in giro soggetti diversi da te medesima), io ho proprio evitato di imbattermi nell’avvincente elenco di buoni propositi.

Non solo. Ho successivamente deciso di costruire una sovrastruttura ideologica per legittimare la mia totale assenza di impegno positivo e costruttivo al cospetto di me stessa. Il pilastro della mia ideologia è che se è vero che il mondo finisce, perché mai io dovrei avere dei buoni propositi? Perché dovrei impegnarmi a essere brava e non, piuttosto, sprofondare negli abissi della più totale dissolutezza?

E quindi, mi sembra coerente, io stilo un elenco di cattivi propositi, assolutamente speculari rispetto a quelli che di solito ci si pone, magari per spirito d’opposizione riesco a dimagrire, a smettere di fumare, a conquistare un equilibrio esistenziale:

1. pargheggiare sempre sulle strisce pedonali e prendere 1 multa al giorno

2. non pagare mai le multe

3. fumare 2 pacchetti di sigarette al giorno

4. fare una rapina

5. provare tutte le droghe del mondo

6. andare in overdose di carboidrati

7. vedere il bicchiere completamente vuoto, anche se trabocca d’acqua

8. essere sessualmente disdicevole e promiscua

9. dire che un regalo mi fa cagare, quando un regalo mi fa cagare e non fingere che mi piaccia

10. dormire tutto il giorno

11. star sveglia tutta la notte

12. non andare mai dal medico

13. soffrire inutilmente e indiscriminatamente

14. spendere tutti i miei miserevoli averi

15. essere aggressiva e rissosa

16. ruttare e scureggiare in pubblico

17. fare la pipì in tutte le borse louis vuitton che vedo

18. andare da quella pertica che si scopava il mio ex ex mentre stavamo insieme, spegnerle una sigaretta in fronte e poi farla sodomizzare da Renato Brunetta

19. mischiare i vestiti estivi con quelli invernali

20. accendere contemporaneamente il forno e la piastra per capelli e far saltare sempre il contatore della luce

21. comprarmi una pelliccia

22. non farmi mai più le sopracciglia

23. ingaggiare un kamikaze che si faccia esplodere durante il raduno nazionale di comunione e liberazione

24. rigare la macchina a chi mi sta sul cazzo

25. appiccare il fuoco al mio abbonamento per la palestra

26. tornare ad avere un unica pattumiera in cui buttare tutto indifferenziatamente

27. far scoppiare tutte le coppie felici che vedo

28. dire a tutti i bambini di 4 anni che babbo natale non esiste

29. essere lentissima alla cassa dell’esselunga mentre imbusto la spesa

30. andare a 80 km/h nella corsia di sorpasso in autostrada

31. passare con il semaforo rosso

32. non obliterare il biglietto sul tram

33. non fare gli auguri a nessuno per il compleanno

34. buttare il napalm sul pubblico durante tutti i concerti dei Modà

35. arrivare sempre in ritardo a qualunque appuntamento

36. …

Direi che per il momento può bastare.

Chi lo sa, magari così riesco a smettere di fumare, ad andare in palestra, ad alimentarmi correttamente, a dormire 8 ore a notte, ad avere lo smalto sempre in ordine, a farmi la piega dal parrucchiere una volta alla settimana, a frequentare gente che mi faccia ridere, ad andare a qualche bel concerto, a farmi una vacanza decente…ma, sia chiaro, questi NON sono i miei buoni propositi, perché io aborro i buoni propositi.

14 pensieri su “Cattivi Propositi per il 2012

  1. Sono completamente d’accordo,e anzi sono anni che applico queste tue teorie (la pipì in borsa no ma na volta per scommessa l’ho fatta in macchina di un mio amico).
    Però io non conto perchè sono dello scorpione anche io.

    1. sulla pipì in macchina mi piace pensare che ci fosse un retroscena sessuale. viceversa avrei difficoltà a concepire quale uomo possa avallare una simile pratica 🙂
      specie se si pensa a quell’apprensione pazzesca con la quale reagiscono se solo poggiamo i piedi d’estate sul cruscotto…come se un piede sul cruscotto fosse PER SEMPRE, un alone indelebile, più d’un trilogy.
      sullo scorpione, non contamo in 2.
      bacio

      1. Sì,sarebbe figo pensarlo ma non c’era retroscena sessuale,c’era scommessa troglodita,e ho quasi preso botte dal proprietario della macchina.Quasi.In realtà sono rimasti tutti orripilati e stupiti del mio masculo coraggio,andare oltre quello che persino disgustosi maschi trogloditi hanno mai pensato.Sono stata la loro Mastercard per una sera.
        Tzè 😀

  2. sono dei pesci, e per quanto riguarda il punto 28, gia’ ci pensa mio figlio di 8 anni (acquario) a dirlo ai suoi fratelli di 4, che babbo natale esiste…
    e per quanto riguarda il punto 6, avvertimi quando hai intenzione di!

  3. In realtà il 19 per me è vero per la maggior parte dell’anno.
    E anche la storia del rigare la macchina, va! 😉

    E mi sa che adotto la lista, l’allungo va, e vedo che succede. E se ci sbatto la testa poco male, tanto sò dell’Ariete, nun me rompe nessuno a me!

    (mi hai contagiato l’accento strano, te possino!!)

    E baciuillo!

    1. ahahhaah no io non ho mai rigato la macchina ma ho sempre sognato di cogliere in fragrante qualcuno che me lo facesse. sai, poter picchiare impunemente qualcuno…:)
      ahahahaha che bello romanizzare il mondo. e pensare che semo terrone.
      ti mando un bacino pur’io!

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...