Il premestruo c’è. Molto più di Dio.

Poi dice che non è tutta colpa della televisione.

La generazione mia è stata resa oggetto di una violentissima manipolazione, volutamente ordita per dar vita a un plotone  sconfinato di vagine idiote. Perché io vorrei capire come si poteva pensare che periodi di tempo prolungati (mesi se non anni) a guardare materiale come quello sovraesposto, avrebbero potuto generare vagine sane. Perché se a 8 anni ti sottopongono un cartone animato che si chiama “PICCOLI PROBLEMI DI CUORE“, sarà pur normale che a 20 ti ritrovi ad essere una pugnetta su due gambe.

“Perché dei giorni tu sei distante più che mai,

(perché è uno stronzo)

poi mi prendi per mano e ancora te ne vai

(perché è un coglione)

perciò mi chiedo e richiedo se c’è un posticino nel tuo cuore per me

(vabbè, sei una deficiente anche tu allora)

Ora, bisogna dirlo, anche le vagine più evolute, con le barriere cognitive leggermente più elevate, sono comunque cresciute esposte al contagio della demenza-vaginale, che si trasmetteva, ai tempi delle scuole elementari e medie, per via aerea e tattile, dal contatto fisico (nei casi peggiori anche solo visivo) con la copertina di Cioè. Senza contare che per tutta l’infanzia, la frase che abbiamo sentito più spesso, oltre a “Basta con le merendine” è stata “E vissero per sempre felici e contenti“. Ma di questo, io credo, ne abbiamo già parlato in altra sede.

Per contro, i cazzetti crescono leggendo:

E’ normale che non possiamo che essere estremamente diversi, una volta adulti.

Come non bastasse, a ciò si aggiunge il premestruo.

Il premestruo non è un’opinione.

Il premestruo c’è. Molto più di Dio.

Oltre a infonderci dentro un’inquietudine inestirpabile, un senso di totale incompiutezza, un desiderio sconsiderato di piangere per la fame nel mondo e per il buco dell’ozono, ci reclude in un limbo di incomunicabilità con il resto dell’universo e persino con noi stesse. Nei casi più critici, può condurci a una pericolosa deriva paranoico-indulgente, che manterrà un trend di crescita esponenziale fino al momento in cui il vituperato ciclo deciderà di giungere.

L’unico aspetto interessante del premestruo, è sfogarlo sugli uomini.

Ovverosia, avere uno stronzo di turno, nel raggio di 500 km, a cui vomitare addosso tutto il malessere e lo struggimento che si catalizzano nella nostra sfavorevole congiuntura ormonale, per cui lui è comunque uno stronzo insensibile, magari è Gandhi, non importa, in quel momento è uno stronzo. Perché non sa nemmeno cosa voglia dire, per esempio, trascinarsi per un giorno intero su dei tacchi 10 cm, oppure perchè, chessò, non ti chiede per 3 volte di fila – manifestando, dunque, non solo un blando interesse, quanto piuttosto un’accanita curiosità – di raccontargli tutti i dettagli della riunione che hai fatto in mattinata con il cliente.

Ritrovarsi ad affrontare il premestruo senza uno stronzo su cui sfogarlo, tuttavia, è un’esperienza estremamente formativa, mistica a tratti, così impegnativa che per quanto mi riguarda sto valutando di aggiungere una voce dedicata nel mio CV, sotto le lingue che parlo. Una robetta piccola, discreta, in corsivo, del tipo: “Certificate of advanced pre-menstrual-self-control.

In inglese, naturalmente, perché l’inglese è high professional.

18 pensieri su “Il premestruo c’è. Molto più di Dio.

  1. No, guarda, io leggevo Satanik e Alan Ford.
    Della premiata ditta Magnus e Bunker, dissacranti su tutto. Sarà per quello che mi piaceva mettere alla berlina qualsiasi cosa. Fossi stata donna avrei preso per il culo pure il premestruo. Credo. Che dici ?

  2. Il premestruo fa crescere, a livello esponenziale, la mia ipocondria, per cui vado a scoperchiare un vaso di pandora debellato da secoli, che so, la peste bubbonica… E durante quel mistico periodo mi viene… Ah se mi viene! E mi fa piangere lacrime amare, tutte sulla spalla del mio uomo che… Povero… Mi deve amare proprio tanto!

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...