Vado via

Domani io parto.

Vado giù. Vado alla casa mia.

(Vagina Maestra e Vagina qualche anno fa – più giovani, più bionde, più abbronzate)

Vado a sorridere e a trattenere le lacrime.

Vado a proporre soluzioni improponibili.

Vado a magnà le cozze in qualche modo, non so quale ma qualunque sia andrà bene.

Vado a discutere coi miei la vendita della macchina (per esempio, mica me ricordo ndò cazzo l’ho parcheggiata un mese fa…).

Vado a trattare l’acquisto di un motorino.

Vado a discorrere di un nuovo lavoro.

Vado a sognare una nuova prospettiva di vita.

Ma, soprattutto, vado a coccolare i miei, la Vagina Maestra e il babbo, ogni cazzo di istante che spenderò in terronia, a casa mia, la casa vera.

Nel frattempo ho scoperto che tutte le mie amiche vanno a convivere.

E allora, come un mantra, io ripeto:

18 thoughts on “Vado via

  1. brava!
    …e soprattutto parla d’auto e motorini, e se ti riesce fatti scappare anche una litigata o magari una consolazione agevolata…
    In poche parole fai in modo che possano coccolarti, ma non per te ma per loro.
    La famiglia non sogna altro dal giorno in cui varchiamo la nostra personale soglia, e farlo li fa sentire utili ed importanti.
    Ed importanti per noi i genitori lo saranno cmq.
    good travel (e mi raccomando conserva un bel ricordo di milano, perché nei ricordi è tutto più facile e bello).
    All best

  2. Uh le cozze! Che bontà divina!
    Quoto appieno il tuo mantra. Sulla convivenza io vado controcorrente, ma d’altra parte alla mia età, con un matrimonio archiviato da tempo e una storiona archiviata pure quella e che ha lasciato segni indelebili, io sono per un fidanzamento light, con lui che va avanti e indietro (non pensare male, si parla di asfalto.) Buon week end.

  3. Un abbraccio
    and manage Vagina Maestra
    senza trattenere troppo il pianto,che una volta sputato fuori è più facile dalli Vaggì che sei guerriera scorpiona 🙂

  4. Buona fortuna per le decisioni che dovrai prendere (ma anche per l’attraversamento dell’Italia in pieno blizzard 😉 ), cara Vagina (ma sai che all’inizio non riuscivo a sopportare che ti chiamassi così e facevo fatica a leggerti benché mi piacesse il modo in cui scrivi – anche se non capisco perché ogni tanto ti parte il romanesco che non è neanche la tua lingua e faccio pure fatica a capire tutto, ché io son di Bologna, e tra l’altro mezza milanese, per parte materna -, invece adesso riesco perfino ad appellarti così?!) 🙂

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...