Vagina Profumata

Certe volte è lecito profumarsela un po’.

E io oggi me la profumo.

Me la sono profumata  ieri e me la profumerò anche domani.

Poi la smetto, lo prometto.

Me la profumo perché Vanity Fair ha intervistato la Vagina in “Conversazioni con la Vagina sul sesso alla milanese“. E io sono piuttosto orgogliosa della patonza, delle  ovaie, delle tube, dell’utero e in generale di tutto l’armamentario che ha condotto a ciò.

E poi, l’importante è continuare a fare delle scelte che testimonino la propria demenza, così, tanto per restare con i piedi per terra, che è importante. Per terra e sanguinanti. Perché ad ogni primavera, qualunque vagina decide deliberatamente e contro ogni logica fisica, di indossare le scarpe chiuse col tacco  senza calze. Ogni anno, puntuale, a fine marzo, la vagina decide di farlo, motivata dall’illogica illusione che no, che a questo giro sarà diverso. Un po’ come succede con le relazioni sentimentali, per capirsi.

E così, vittime di questa specie di lobotomia praticata dall’estabilishment della calzatura, con la connivenza della passata fascinazione per Carrie Bradshaw, ci ritroviamo a zoppicare sanguinanti tornando a casa. Ascoltando il vociare che proviene dai ristoranti. Pensando che sa di  convivialità. Che un po’ ci manca.

In sostanza, ho i piedi scorticati, penso di essere tendenzialmente una deficiente, penso che dai miei errori non imparo proprio un cazzo e che questa storia delle scarpe potrebbe benissimo essere una parabola di vita.

Ma penso anche che domani me la profumerò ancora un po’ e poi la smetterò.

Perché l’ho promesso.

*Photo by Piolzam

30 thoughts on “Vagina Profumata

  1. Bhè fai bene a profumartela! 😉 compliments!!
    Bene sapere che non sono l’unica ad avere delle bolle enormi nei piedi grondanti di sangue mi fa sentire normale. Potevi scriverlo ieri sto post?? Almeno io avrei imparato qualcosa dalla parabola!!!!!
    eheheh 😉

  2. Ecco, aspettavo questo post.
    A parte i complimenti (te li meriti tutti), volevo giusto dirti che io sono una rintronata, perché mica l’avevo capito che Vagina Maestra fosse la tua psicoterapeuta..!
    Ora credo me ne andrò a dormire! 🙂

  3. Complimenti! Ti ho scoperto proprio tramite Vanity Fair, adoro la tua ironia e il modo in cui scrivi… e dici tutte cose vere! 🙂

  4. Mabuongiornoooooo a tutte!!!…ecco benchè il problema “bolle/vesciche” a suo tempo l’ho avuto anch’io…oggi alla tenera eta’ di 48 anni credo di aver trovato il modo per eliminare quest’inconveniente:
    praticamente indosso SEMPRE e dico SEMPRE, quindi in qualsiasi stagione, le scarpe senza le calze…e di conseguenza ottengo che:
    ormai ho i calli dove una volta c’erano le vesciche e il piede nudo con la scarpa invernale attizza maledettamente!! 😉

  5. “Se bella vuoi apparire, un po’ devi soffrire” (Cit.)

    Una volta di più sono felice di non esser nato donna…Non devo sorbirmi Vanity Fair e “giornali” simili, per lo meno.

  6. Da qualche giorno giro con delle meravigliose ballerine che fanno molto Chanel ( non Chanel Totti baby he… ) ma che, porcapuzzola, mi stanno martoriando alluce e dito a seguire. Eppure non ho il famigerato dito da pterodattilo.

    Ma con che te la profumi Vagy? Cose ad hoc o vai di olio profumato o, mioddio… profumo VERO?

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...