Normale, brasiliana o totale?

Ogni volta che chiamo l’estetista per prenotare un appuntamento e ci dico che voglio fare baffetti, sopracciglia e inguine, quella mi pone questa domanda esistenziale: normale, brasiliana o totale?

Ambarabà Ciccì Coccò, 3 cerette sul comò…

Che io sono tipicamente in giro, magari in coda alle Poste a pagare una multa, e provo sempre un leggerissimo imbarazzo a mettere a conoscenza i presenti della foggia che assumerà l’area più sacra del mio corpo.

Perché a Milano è così. Sono professionali e sono precisi. Per ogni pelo estirpato il prezzo aumenta. Loro hanno da saperlo in anticipo, perché gli appuntamenti si prendono fitti fitti, e noi vagine impegnate nella lotta contro la natura pilifera, veniamo stipate una dietro l’altra, nel corso delle ore, come in un’alienante catena di smontaggio ordita per abbattere la tirannia del pelo superfluo.

Premetto che io mi sono a lungo concettualmente opposta alla moda della patata glabra, per una serie di ragioni tra cui la principale è che scosciarsi ignude di fronte a una sconosciuta per farsi spalmare cera bollente e farsi strappare via i peli dalla parte più delicata del nostro corpo, mentre magari quella cerca di distrarci raccontandoci dell’ultimo disco di Biagio Antonacci, è un’esperienza davvero brutta e dolorosa. Che poi c’è quelle che ti dicono “Non ti irrigidire” e tu vorresti rispondere “Sì, hai ragione, in effetti sentire che armeggi a cavallo tra piccole e grandi labbra armata di colla e strisce di carta è rilassante quasi quanto fumarsi un personal di White Widow ascoltando i Porcupine Tree, c’hai ragione, scusa”.

Non che le altre tecniche depilatorie siano molto migliori: io con le creme non je la faccio, non c’ho pazienza, puzzano e non mi tirano via tutto. E il rasoio è un martirio.

Poi, per carità, depilarsi l’inguine è importante, non è che stiamo dicendo di fare i dread alla passera, sia chiaro. Ma la prima volta che ti metti a 4 zampe sul lettino dell’estetista per farti depilare tutto-tutto, e quella non può dirti “mettiti a pecora” quindi ti dice “mettiti a cagnolino”, tu senti chiaramente di stare sacrificando tutta la tua evoluzione femminile in una maniera profondamente turpe, sull’altare dell’estetica pornografica, e non sai nemmeno tu bene il motivo per cui lo stai facendo, e invochi lo spirito di Patti Smith che non si fa nemmeno i baffi e le chiedi di perdonare la tua momentanea prostituzione all’epilazione massificata e capitalista.

Personalmente, dopo essermi depilata, sento un forte moto di zoccolaggine inside. E ho capito che dipende semplicemente dall’esigenza morale di legittimare la sofferenza subita con almeno 30 minuti di sapiente cunnilingus. Perché fare tanta fatica per mettere in ordine una cosa che nemmeno si vede è scelta razionalmente incondivisibile. Poi, per carità, quella fatica la facciamo, perché hai visto mai che inciampi in Javier Bardem  e c’hai le balle di fieno sull’inguine? No, non va bene. Resta il fatto che noi vagine, a tirarci via i peli in quel modo, viviamo in una condizione di perpetuo credito sessuale nei confronti della società. Che si sappia.

Tecnicamente esiste 1 solo mese dell’anno durante il quale ha senso procedere con una depilazione drastica: agosto. Ad agosto si va al mare, e al mare c’è da star serene, non possiamo preoccuparci che qualcosa sbuchi dai succinti costumi da bagno. E sapere di non avere il becco d’un pelo lì dove dio voleva li avessimo, è un grande vantaggio. Per tutto il resto dell’anno trovo che rispondere “normale” all’estetista sia una scelta più che accettabile e poi, diciamocelo su, non è che la “totale” se la possano permettere proprio tutte e in molti casi lasciare un po’ di spazio all’immaginazione non guasta.

Capisco che molte propugnano l’evirazione pilifera pensando che così, avendo tutto sott’occhio, i maschi possano scoprire i misteri dell’Area 51 e poi trovare il clitoride più facilmente, ma in quel caso suggerirei di cambiare maschio. O di aiutare l’Indiana Jones della vulva in modi assai meno dolorosi e innaturali.

Senza contare che, a mio avviso, all’uomo vero il pelo piace. Perché il sesso più sano è scomposto, spregiudicato, brutale e primitivo. Il sesso migliore ci riduce a pelle e respiro, istinto e sudore, ci avvicina tantissimo agli animali, annienta la consapevolezza e la razionalità. E’ empatico più che estetico. E un vero maschio, di fronte al più succulento dei nostri solchi, non può che pensare al nostro piacere, attraverso il quale sublimare la sua eccitazione. E dovrebbe badare poco, assai poco, a quanto irsuto è il nostro pube, curandosi assai più della partecipazione che il nostro corpo manifesta di fronte alle sollecitazioni che ci propina.

E se un cazzetto fa troppo lo schizzinoso, si vede che non è molto virile. Del resto, Moana Pozzi ce l’aveva pelosa.

110 pensieri su “Normale, brasiliana o totale?

  1. Ne parlavo Venerdì sera con una donna nel mio letto. Perché io non lo capisco.
    A parte le sacre questioni marittime, non capisco altrimenti.

    Io capisco l’inguine perfettamente pulito per aiutare la lingua a battere dove il clito ride -ma come la signorina ha confermato, non è che la depilazione totale porti a un aumento del tasso di cunnilingus, anzi- non posso capire perché levarsi tutto dal pube. Perché farla rassomigliare ad una povera bimba sperduta.

    No, dico, è il pube. E il pelo sul pube è sacro. Cazzo.
    No, dico, cos’era altrimenti il “vello d’oro” degli Argonauti?
    E lo “Zucchero Filato Nero” dell’unico disco solista di Repetto?

    D’altronde io una domandina sul perché un uomo dovrebbe chiedere alla propria donna di rasarsi come una minorenne, me la farei.

    1. assolutamente d’accordo con te.. soprattutto sulla domandina finale.. Se ti piace così liscia e minorenne, ti chiedo di grazia, stai lontano da mia figlia!!

    2. x rivsessuale: sono totalmente concorde.
      x missB: per quanto mi faccia sorridere l’idea che i fan della patata glabra siano vicini alla pedofilia, naturalmente non trovo sia così. credo siano, semplicemente, vittime di un’estetica youporniana nella quale, però, restano incastrati.
      e noi, vagine, prestiamo il fianco. che, in fondo, tutto è una moda. pure il pelo.

  2. ahahahahhahha!!!! Bellissimo articolo! Vorrei però sottolineare che ci sono anche moltissimi uomini che, riguardo i peli che esistono in quelle zone, hanno le stesse paranoie delle donne.Conosco uomini che si rasano la zona superiore il loro coso perchè dicono che è più “igienico” e più ” bello”….Io, a dir la verita, nel pensare ad un pene senza peli mi fa un pò senso e mi viene da paragonarlo ad un verme. Per fortuna non mi sono mai imbattuta nel genere “verme” altrimenti credo che avrei seri problemi di prestazione… eheheheh

      1. Sono Andrea ed ho 29 anni. ☺
        Nonostante sia piuttosto effemminato nel vestirmi, odio chi si depila, sia donna che è soprattutto uomini.
        In Primavera-Estate mi imbatto spesso in una ragazza bella morbida e formosa-ovvero la mia migliore amica-che spesso non si depila per niente nessuna parte del corpo, se non una sforbiciata superficiale alle ascelle e al Monte di Venere, a meno che non debba andare al mare che si fa ciò che le esce dalla brasiliana, e le ascelle col rasoio (inguine con le strisce larghe un dito: due per lato, la parte superiore non se la fa).
        Ogni volta che la vedo nuda e vedo quel pelo spuntare da ognidove, non trattengo l’ erezione.
        È una tipica rumena di 25 anni, bassa ( 😛 ) 155 cm e dal peso di 56 Kg, con cosce, fianchi, culo e seno (una 3 coppa C/ 4 coppa A, dipende i modelli) morbidi, prosperosi e fatti bene, pelle olivastra e occhi orientaleggianti castani e cappelli ondulati castani quasi neri. Se per i peli fossero tutte come lei, il panorama femminile sarebbe più godereccio 😉

  3. Oh, finalmente! Diciamolo! Sono d’accordo su tutta la linea e soprattutto con la conclusione del post. Tra l’altro ultimamente leggo che tra i ventenni maschi, non so se per emulazione, sta cominciando a iniziare anche per loro la moda di depilarsi il pube… mah!!!

  4. In effetti mancava un post che mi spiegasse le tue preferenze in questo argomento.
    Ora che le so, posso tranquillamente affermare in totale sincerità che dopo una depilazione totale, mezzora di cunnilingus salivante risulta anche poco per me.

    Ma io non faccio testo.
    Sono uomo. Sono troppo di parte.
    Bella, Patatì.

      1. Scelgo l’opzione “Total”.
        E’ una questione di rispetto. Ao io “ci lavoro” da quelle parti. Manderesti mai un operaio a fare lavori di demolizione senza casco e scarpe antinfortunistica, eh.

  5. E’ proprio questione di gusti: a me piace proprio ‘GNUDA!
    Tengo proprio solo un ciuffettino di rappresentanza davanti (corto, sia chiaro). Se avesi un inguine come la donna della foto sarei costretta a fare la pipì bendata!

  6. Ok devo confessare una cosa: non sono mai andata dall’estetista in vita mia! Faccio tutto da sola (con non pochi incidenti di percorso) e da poco ho imparato a farmi da sola la ceretta all’inguine. Personalmente sono contraria alla patata glabra, la trovo proprio brutta e se vogliamo dirla tutta pure un po’ da pedofili. Per il resto credo che la cosa migliore sia una vagina naturale un po’ curata, magari un po’ a triangolo ma niente di eccessivo, anche perchè se abituiamo il cazzetto ad una patata sempre perfetta poi inizia ad avere delle pretese tipo: “perchè non te la tingi?” (giuro che è successo veramente). Quindi largo a vagine curate ma non pornovagine!

  7. Vagy, tesoro, Moana Pozzi era un mito ma anni 80, e la patatona pelosa fa(ceva) molto eighties.
    La Patty resta la Patty ma, Gesù, non la prenderei a modelllo: secondo me non lava più sue camicie dai tardi ’70, dai tempi di Frederick.
    Io sono per il disboscamento quasi totale e per tutto l’anno; se lo si fa spesso, poi la pelle si irrobustisce e senti meno male. Se si disbosca spesso poi si può iniziare a farlo da sole, rasoio, gillettegel e una bella passatina di Gentalyn. Ho pure trovato un gel per signora, al profumo di mirtillo.
    Ti saluto con una battuta della mia personale maitresse à penser, Samantha Johnes:” posso accettare un normale invecchiamento, ma il pelo no, non deve invecchiare.” E dopo aver tentato un’orrida tintura rosso orango, se la rapò a zero. Un personaggio, un Mito, altro che Carrie.
    Baci!

    1. ahahahah sono finita in un pezzo di VanityFair.it mesi fa, di Elisabetta Ambrosi, che parlava esattamente di questo ed embeddava esattamente il video di Samantha.

      ps: sì, è anni ottanta. ora, noi già non abbiamo il posto fisso, la crescita economica e il benessere. darci pure la moda della patata depilata mi pare accanimento…

      1. verissimo…concordo su tutto!ed a me è capitato uno che incavolato mi ha chiesto la totale, perchè la trovava più”igienica”.Al che gli ho risposto che per me ad un vero Uomo piace il pelo,come a me piace il pelo maschile….e parole sante sul sesso che è istinto, sudore e animalesco..youporn ha rovinato generaizoni di uomini e donne, diventate donne-zerbino

  8. Io che ho sangue pugliese nelle vene, dal meridione ho ereditato non certo la pelle che come la guardi s’abbronza, ma i pelacci maledetti ed ostinati. Ecco perchè ho imparato a farmi la ceretta da sola. Ovunque. E un giorno il mio fidanzato m’ha guardata mentre facevo l’inguine e ad ogni strappo lo vedevo sudare. Ma la patata è la mia e se ci sono i peli un motivo ci sarà. Quindi ben venga togliere tutto quello che non deve uscire dal costume, ma per il resto…

  9. pelo sì, magari foresta tropicale no, ma pelo sì. suvvia, è la natura. e se poi durante il cunnilingus si attaccano peli alla lingua, santa pazienza, non crollerà certo il mondo! 🙂

  10. Non ha proprio senso: da una parte c’è chi spende per trapiantarsi peli in testa e dall’altra chi spende per toglierli… con della cera bollente poi!
    Vero che bisogna far girare l’economia… ma a me hanno insegnato che chi si accontenta… gode!

  11. No, orribile la topa pelata, sembra quella di mia figlia. Poi se ci mette mezz’ora il tizio mi sa che non sa tanto fare eh.
    A me piace il triangolino: piccolo ma triangolino. No, vabbè, d’estate per forza brasiliana. Uffa. L’estetista è una tortura e la lametta non va bene. E’ un problema. Sono triste.

  12. Auguro a coloro che non vogliono usare alcuno mezzo depilatorio in nessuna misura, innanzitutto di trovare un cristo che vi pratichi del buon e succulento cunnilingus… Spero però per voi che sull’orlo dell’orgasmo il vostro amato ragazzo non si fermi per togliersi una palla di pelo dalla bocca… Io fossi in voi, questo rischio non lo correrei, fatevi sta cazzo di ceretta!

  13. È la prima volta che ti leggo ma con “tu senti chiaramente di stare sacrificando tutta la tua evoluzione femminile in una maniera profondamente turpe, sull’altare dell’estetica pornografica” mi hai conquistata! Io diffido degli uomini che pretendono la depilazione totale, non so, mi sembra che vogliano più una bambina che una donna.

    1. Ahahaha benvenuta allora! E’ un piacere.
      Quanto agli uomini, come scrivevo su, non credo siano pedofili latenti. Credo siano accaniti youpornomani, laddove l’estetica porno adesso prevede passere depilate.
      Ribecchiamoci ne!
      Ciao
      V.

      1. Io sono uomo, ho avuto delle ragazze (scusami, ma non riesco a chiamarle vagine:-) e in genere la situazione pelo era normale, parola ormai desueta in questa società ma che tu hai giustamente rivalutato. devo confessare che ogni tanto vengo posseduto dal demone youporniano e mi scopro ad eccitarmi al pensiero di passerine completamente depilate, ma per par condicio talvolta accade anche con passerine ben dotate quanto a pelo, quindi non ho sensi di colpa pedofili:-))) Insomma, alla fine sarebbe bello che si decidesse sul punto liberamente, sulla base di esigenze fortemente sentite e non perché così vuole la moda, o ti viene chiesto dal proprio ragazzo. Ma qualcuno ha mai chiesto perché le brasiliane (da cui il nome della tecnica) se la radono tutta?

  14. Qui sento di dover dare il mio contributo come un corrispondente dall’estero, un po’ il Caprarica della depilazione intima.
    Inanto, qui in Svezia di ste cose se ne parla. http://debatt.svt.se/2012/06/03/sex-utan-konshar-kan-vara-mindre-skont/ Questo è il sito della RAI svedese dove parlano il lungo e in largo di chi si depila, come e perchè. Spero si possa tradurre. Immagina Anna La Rosa che fa una puntata speciale di Telecamere (se esiste ancora) sul pelo.
    Comunque confermo che qui il pelo intimidisce lo Svedese (ma anche il non Svedese) e quando si è a Roma si fa come i Romani.

  15. Come colonna sonora del post suggerisco: “Blues del pelo superfluo” di Marco Carena.
    Sul fatto che a chi piace senza pelo debba avere tendenze pedofile, boh, mi sembra un po’ eccessivo. Credo si tratta semplicemente di gusti, estetici e di lingua.

    Mandi

      1. OK, o sono troppo in là con gli anni per capire voi gggiovani, o sono troppo antiamericano per capire le metafore del baseball: fatto sta che non ho capito molto la tua risposta… 🙂
        Io personalmente non è che faccio “fizzi” (qualsiasi cosa significhi), alla mia lei lascio libertà di scelta… in linea di massima mi piacerebbe partecipare allo sfoltimento perché ritengo sia un modo per prendersi cura di lei… e comunque in genere mi piace con o senza pelo. La sensazione di passare la mano su un po’ di pelo mi piace… ma se devo metterci la bocca in genere la preferisco più spoglia…

        Mandi

      2. Ok, allora rilancio: voi vagine lo preferite con o senza peli? 🙂
        Che effetto vi fa fare una fellatio con i peli di lui in stretta vicinanza?
        Mandi

  16. Io ogni volta che l’estetista arriva lì … beh, le tirerei un cazzotto in faccia. E secondo me lei lo sente, leggo il terrore sul suo viso. Poi però quando guardo il risultato, dimentico tutto! Naturalmente depilazione normalissima. Io brasiliana non mi ci sento proprio!

    1. Non so voi, ma se c’è necessità di 30 minuti di cunnilingus, forse qualcosa non quadra… :))
      Più che slogarsi rischi il prosciugamento salivare… 🙂

      Mandi

  17. Ciao! Molto divertente il post e il tuo sito. Non sono un esperto in materia (tanto che ho scoperto che c’è anche l’americana e la francese…) però potrei aggiungere che forse un po’ c’entra il mercato del cinema porno che mostra vagine e vagini tutti ignudi…Si sa che i media influiscono sui nostri comportamenti e anche il porno fa la sua parte (l’accesso ai siti porno è più facile di wordpress….). Certo che troppi peli possono essere antiestetici e, per chi si oppone alla depilazione totale, posso dire che a ognuna/o si addice il suo taglio: proprio come i capelli :-).

  18. Sono un’estetista molto scrupolosa e… Ne vedo di tutti i colori! Quando capisco che la cliente è abbastanza imbarazzata per spiegarmi come la vuole (qui al Sud invidiamo la disinvoltura lombarda) le dico “te la faccio come la mia”. E allora sarà la cliente a un certo punto a dirmi BASTA! … meglio un pelo in meno che un pelo in più 😀 (e per la cronaca, dopo essermi fatta una ceretta del genere il mio primo pensiero va a 30 minuti 30 di cunnilingus, senza esagerazione alcuna) 😉

  19. Ciao Vagina.
    Mi chiamo Pene Jack, ma mi puoi chiamare semplicemente Pene, Pisellino se sei una di quelle che mette il diminutivo ad ogni costo, Cazzetto anche se un po’ dispreggiativo (ma visto il tuo blog immagino sia quello che preferisci) oppure Cazzone (più in senso metaforico che reale).
    Detto ciò, io sono uno di quelli che la vagina la prende come arriva (bianca, abbronzata, timida, emozionata…), non sto a guardare troppo, permettimi il gioco di parole, il pelo nell’uovo. Questo non vuol dire che non abbia delle preferenze. Adoro e bramo il cunnilingus e se molti miei colleghi peni sognano la fellatio al primo appuntamento, io desidererei affondare fra le cosce di una tua collega vagina.
    Con questo mi permetto di affermare che la vagina versione totale è più succulenta e gustabile in ogni suo cm2 che in versione cespuglio incolto è molto più difficoltosa e assai meno pratica…
    Infine, un piccolo accorgimento: Moana Pozzi l’aveva pelosa…ma ci terrei a ricordare che erano gli anni ’80…
    Saluti e baci
    Pene Jack

    1. Questo sottolineare che erano gli anni ottanta non fa che convalidare quanto la patata totalmente depilata sia solo una moda. E, francamente, non credo che chi la leccava a Moana rimanesse soffocato. Così come, aggiungerei, non si parla di cespugli incolti. Si parla di patata comunque curate. Il ché, permettimi, è una differenza sostanziale.
      Poi ognuno abbia il gusto suo. E più che lecito. 🙂
      ciao
      v.

  20. Guarda, non puoi che trovarmi d’accordo, crescere sano ed etero sognando ancora il cespuglio della Edwige, è motivo di vanto, e poi….totalmente glabra….sembra quella di una bimba…..brrrrt ho i brividi….viva il pelo! Cchiù pilu pi tutti va!

  21. rasata a zero no, decisamente no. ma da lì ad avere le balle di fieno incontrollate mi dà un senso di… scarsa “cura” da parte della portatrice di patata; un po’ come i capelli: li taglio un po’, li pettino, li lavo, ma non li taglio a zero. il senso si scarsa “cura” si accentua soprattutto quando, oltre ad avere la proliferazione delle balle di fieno fuori controllo, le puzza parecchio, e me ne capitò una così. non sono riuscito ad avvicinarmi, il coso s’è pure afflosciato, rifiutandosi di farle visita. ne sono rimasto leggermente traumatizzato direi. però il triangolino è il triangolino eh 😉
    non mi sono mai rasato, ho solamente un po’ curato il boschetto, anche perché ho sempre capitato le schizzinose che, al contatto anche con un solo pelo, facevano le smorfie.
    concludo con una citazione che mi ha lasciato di stucco, da parte di una ragazza “…ma a me piacciono gli uomini lisci come una donna”. non a caso frequentava sottospecie di tronisti totalmente depilati da testa a piedi. ma “un uomo liscio come una donna” ha qualcosa di… perverso, inspiegabile, inconcepibile (per me).

  22. Altra cosa che mi è capitata di sentire…la rasatura totale vige più al NORD..certo,noi del SUD siamo scimmie primitive….ahahah..cosa devo sentire!Secondo me gli uomini si sono seccati pure a cercarla e percio la vogliono bella depilata!!
    cmq come tutte le mode passerà e spero presto…non ci possiamo permettere l’estetista ogni 10 gg!!con questo non intendo dire che bisogna essere delle TARZAN in gonnella,ma a tutto c’è un limite..in medio stat virtus!

  23. Parola di italiana all’estero con esperienze di non italiani all’estero:
    tedeschi: depilati
    francesi: pelosi
    portoghesi: pelosi
    americani: depilati e circoncisi

    And the winner is…. tedeschi. (devo ammettere anche per motivi strettamente carnali)

  24. A parte l’itaGLIAno un po’ caghevole, tu non chiamare l’estetista mentre sei alle Poste o in altro luogo, no?
    In disaccordo con il pelo, non siamo negli anni 80 e non abbiamo bisogno di pelo per dimostrare la nostra età.
    Non per questo significa che ci piacciono le “sbarbatelle di primo pelo, le bimbe insomma”.
    Trovo una vagina depilata,totalmente o al max con la landing strip, molto più pulita, profumata, gradevole al tatto e alla vista.
    Ma è un mio parere personale!

  25. Ciao Vagi! Mi son appena iscritta al tuo blog, trovato tramite uno sporadico acquisto di “cosmopolitan” ;-). Mi piace un sacco quello che scrivi e come lo scrivi!!!
    Son da poco separata e sai come si dice di noi ragazze, quando la donna fa un cambio radicale di look…il cambio è radicale a 360°! Io da neo-single ho dato un taglio deciso ai capelli…e una mattina ho deciso di dar un “taglio” totale anche più giù! Ti dirò..non l’avevo mai fatto da “impegnata” ma averlo fatto per mia pura curiosità e non per richiesta maschile…mi ha dato una certa soddisfazione!! Ora lo faccio regolarmente perché non è più così doloroso e a me non dispiace! E’ una mia scelta..e per una volta nella vita sarà l’uomo ad adeguarsi 😛

  26. Ciao Vagi! Sono uomo e quindi ti do la mia impressione. censuro le foreste tropicali, ma censuro anchela totale depilazione. Penso che il triangolino, più o meno grande, sia il meglio. Certo che la lunghezza del pelo deve essere bassa, ma una vagina senza pelo è da adolescente.

  27. Secondo me il pelo da l’idea di qualcosa di maschile, non è adatto al corpo della donna così sensuale e stupendo! A me non piace nemmeno la striscetta, perché è una via di mezzo senza senso! E d’altra parte tutte le statue femminili classiche non riproducono mai i peli pubici proprio perché è una cosa non conforme all’estetica della donna! Non si appare bimbe, perché si vede subito che la struttura fisica è completamente diversa! Quindi un grazie a tutte le donne che si depilano completamente!

  28. E’una moda forse in Italia, ma in molti paesi del mondo è un’abitudine molto antica. Nei paesi musulmani è molto diffusa l’abitudine della depilazione pubica per le donne sposate. E anche in paesi asiatici, come in India, e’ così da sempre e in molti casi anche per l’uomo. Viene considerata una pratica igienica. Lo so, qualsiasi ginecologa risponderebbe che non è così, che anzi i peli hanno la funzione di proteggere. Ma provate a vivere ai tropici o all’equatore e poi mi dite. Ricordo in Bangladesh lo stupore quando dissi che in Europa (era qualche anno fa) non è la norma la depilazione pubica. Scoppiarono tutte a ridere. Anche nel villaggio più sperduto del paese più povero del mondo le donne sposate si depilano dalla notte dei tempi. Alle volte con lamette trovate nella spazzatura con enormi rischi di infezioni, ma come mi spiegavano, se non lo faccio, mio marito mi caccia. Curioso che invece il pelo sulle gambe non è un problema. Anzi, va bene folto, ma li’ n

  29. Personalmente mi depilo solo il minimo indispensabile, affinché non escano antiestetici peli da slip e costume le poche – ahimè – volte che mi ci metto.
    Per il resto, lascio nature. Ma da poco in realtà, prima ero solita depilare minuziosamente, senza mai farlo totalmente comunque. Adesso ho rivalutato il pelo, e mi sento più a mio agio… è così morbido 😀

    Ciao Vagi!

  30. Ma guarda un po’ 🙂 Ho scoperto di essere un vero uomo 🙂 Seguo il tuo divertentissimo e intelligente blog da poco ma ormai lo uso anche per sedare dispute nate sugli argomenti più svariati… proprio poco fa con un’amica era sorta una discussione proprio su questo punto perciò ho deciso di consultare “l’oracolo” e scoprire cosa ne pensasse Vagina sulla deforestazione incontrollata.
    Io sono per la naturalezza e la passione, in generale nella vita, figuriamoci per le cose più vere, importanti e divertenti. Evviva il pelo!

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...