FicaSmelling

Di recente un evento nefasto ha leso la mia vanità vaginale.

Facciamo una dovuta premessa: io non sono quel genere di vagina ossessionata dal bisogno di piacere, posto che piacere mi piace, come a qualunque essere pluricellulare dotato di pneuma vitale e che, come è noto, i complimenti sono la mia zona erogena preferita. Tuttavia, la gravosa consapevolezza dei miei pregi e dei miei difetti – ma soprattutto difetti – mi porta a comprendere perfettamente quanto possa essere plausibile che io NON piaccia. Sia fisicamente, che caratterialmente.

Nella vita dopo la prossima, in cui voglio rinascere maschio, magro, superdotato e frocio, nella mia bisvita insomma, voglio rinascere piccoletta, minuta, con l’ossatura di carta velina, i capelli lisci, le tettine piccine picciò e il cocco-culo, ovvero quel culo così rotondo e piccolo che possa chiudersi in una noce di cocco. Nella vita dopo la prossima, per l’appunto. Nel frattempo c’ho il mio culone, le mie cosce, la mia panza, le mie zinne, e ci convivo, siamo tanta roBBa, ci facciamo compagnia. In compenso, come molte mie simili, ho cercato di affinare altre qualità, tipo la fellatio perfetta.

Detto ciò, veniamo al dunque.

Qualche sera fa mi chiama Frecciagrossa che mi dice di essere uscito con L’UomoCheSussurravaAlleSueNarici.

L’UomoCheSussurravaAlleSueNarici è un nostro amico di vecchia data, che secondo Frecciagrossa mi si sarebbe fatto più o meno dai tempi della prima erezione. Io ho sempre dissimulato questa convinzione del frocio, ma era una postura, roba del tipo: “Ma nooo, ma che diciiiii, mica gli piaccio”, anche perché lui, LUCSASN, veniva in classe con me e io non potrò mai superare, come sempre avviene con i compagni di classe, l’idea di lui 14enne, secco, con l’acne e l’apparecchio ai denti.

La verità, però, è che anche io ho sempre creduto che LUCSASN mi avrebbe volentierissimo chiavata. Non che LUCSASN mi abbia mai molestata fisicamente, sia chiaro, né che le nostre carni siano mai entrate in contatto in modo improprio. Ma insomma sì, quelle cose che noi vagine lo capiamo, no, quando uno ci si schiaccerebbe, che del resto c’abbiamo il nostro “infallibile intuito vaginale“.

E ho anche sempre pensato che io e LUCSASN siamo amici da tanti anni, che nulla è mai successo e nulla mai succederà e che, al massimo, il mio sapere vaginale gli può essere più utile per gestire una conterranea 22enne che per altro. In tutto ciò, però, lui non doveva mai smettere di trovarmi estremamente appetibile e attraente, non perché io abbia il fisique durole ma perché sono io in quanto tale, investita da una presunta aura di scopabilità e irraggiungibilità, tipica delle ex compagne di classe.

Se non fosse che Frecciagrossa ha presentato a LUCSASN una sua amica, che io conosco, Bianca. Ella, oltre a chiamarsi come una canzone degli Afterhours, è intelligente, simpatica, indipendente, nonché piuttosto piacente. E, nota non trascurabile, c’ha una quarta. E, ci tengo a precisarlo, Bianca va almeno – e dico “almeno” – 10 kg meno di me.

Frecciagrossa mi ha riportato un dialogo più o meno del genere:

“Allora, ti piace Bianca?”

“Freccia, ma sei impazzito?”

“Perché?”

“Ma come ti viene in mente? E’ grossa!”

“Ma hai visto che menne che c’ha?”

“Freccia, che ti devo dire. Non mi piace, è grassa, c’ha pure le braccia grosse! Ti prego, guardami, io sono un fico”

Nell’ascoltare il dialogo riportato, ho iniziato ad accusare un fastidio pesantissimo, uno smottamento intestinale come la domenica mattina, nel relax, dopo il caffé e la sigaretta, per capirci. E ho pensato a questi omuncoli nati dall’incrocio genetico tra Philippe Daverio e Solange, che ci guardano le braccia. Che ora non basta più preoccuparsi di tette, e culo, e cosce. No, adesso bisogna averci il braccio tonico, se no che femmina sei?

A quel punto, Frecciagrossa, profondo propugnatore della teoria per cui LUCSASN mi si sarebbe fatto da quando i rigori li tirava ancora Roberto Baggio, ha detto:

“Beh, scusa, ma anche Vagina, mica è magra…”

“E allora?”

“E tu Vagina te la faresti!”

“Freccia, ma cosa dici? A me Vagina piace come amica, ma non è proprio il tipo che mi porterei a letto”.

MA PENSA!

Quindi il mio intuito è fallibile.

Quindi io che sono sempre stata convinta che, se avessi voluto, il suo pene mi sarebbe arrivato a domicilio, mi sbagliavo.

Quindi lui non mi si chiaverebbe, mi trova giusto simpatica.

Quindi quando mi diceva di restare a dormire da lui perché era troppo stanco per riaccompagnarmi a 8 km da dove eravamo, era davvero troppo stanco.

Quindi quando mi ha proposto di andare in vacanza con lui, l’ha fatto perché secondo lui ho un buon senso dell’orientamento e sono una buona compagna di viaggio.

Ora è tutto molto più chiaro. Assai meglio così.

A lui Bianca non piace. E io nemmanco. Noi c’avemo i bracci grossi.

Lui è un maschio duro e puro: solo quelle che c’hanno er fisico.

Resta il fatto che Sua Vaginità, lesa nella sacra vanità, nell’urgenza di comprendere il margine d’errore del proprio intuito, se avesse tempo da perdere, attuerebbe il celeberrimo FicaSmelling.

Il FicaSmelling consiste in: tirarsi, uscire con il cazzetto, camminare sui tacchi, sorridere spostandosi i capelli che cadono morbidi sul decolté sapientemente incorniciato da un reggiseno compiacente, arrivare in un locale, sedersi, chiacchierare, accavallare le gambe mettendole in obliquo, in quella posizione così bella e così scomoda che solo la camminata culo-in-tangenziale di Belen Rodriguez è più innaturale. E poi scrutare ammiccante, ridere di gusto alle sue battute, toccargli le spalle frivola e alticcia mentre si fuma una sigaretta fuori insieme. E poi, dirigendosi alla macchina prima di tornare a casa, per le strade deserte del centro di notte, fermarsi, dirgli qualcosa come: “C’è una cosa che ti devo chiedere…”, guardarlo fisso e non dire niente. Sorridere ancora, emettendo un miagolio sottilissimo, quasi impercettibile. E poi, indicandogli una cosa sulla maglietta, sfiorargli la pancia con l’unghia dell’indice, facendola indugiare un minimo e abbassando lo sguardo. Poi guardarlo negli occhi, di nuovo, seria. Fare un passo verso di lui, con un accenno di sorriso e un sospiro.

E proprio lì, quando lui non starà capendo e qualcosa di microscopico avrà dato segni di vita nelle sue mutande e la salivazione gli sarà aumentata tipo Cane di Pavlov, dirgli: “E adesso accompagnami a casa”.

79 pensieri su “FicaSmelling

  1. Eh ehehheheh lui e’ figo !!!! Ahahhahahha questo quando arriva a 40 anni e si rende conto finisce all’ ospedale a forza di tirare testate al muro…

  2. Se non sei Mariangela Fantozzi, nel momento in cui sfiori un uomo è ovvio che ti si farebbe.
    Fare la profumiera non fa avere alcuna sorta di rivincita, anche perché pure che uno dice che non sei il suo tipo, se ha occasione di montarti lo fa comunque, giusto perché una in più è sempre meglio di una in meno.
    Ma lasciarlo a mezza erezione sicuramente sarà fastidioso per lui, ma di certo non è che farà stare tanto meglio noi.
    Almeno.
    Io, per principio, se la faccio odorare poi la do. È questione di Onore : ).

    1. ahahah ma guarda, io non pratico il ficasmelling. da tipo quando avevo 17 anni.
      ritengo solo che in certi casi sarebbe terapeutico. anzi, formativo.
      by the way, io non credo che tutti gli uomini che sfioro mi si farebbero.
      cioè. voglio immaginare.

  3. TI AMO. Non solo per il “Bianca” ed il rimando agli Afterhours!
    Le BRACCIA GROSSE. Cazzo, io che nuoto da 18 anni, ed ho le braccia che “se ti dò uno schiaffo, baci il muro” che devo dire? Ok, mi tengo stretta il mio ragazzo, che mi ama come sono! XD

    Che, poi, anche noi abbiamo diritto a spalle larghe, braccia grandi, bei pettorali… E chi si crede troppo figo, spesso, NON CE LI HA! Vogliamo la parità, eccheccacchio! AHAHAHAHAAH!

    (Il ficasmelling è fantastico. Mi ha fatta morire dal ridere! ♥ ♥ ♥ )

  4. Più o meno tutte abbiamo da parte qualcuno che, diciamocelo, non ci metteremmo un minuto. E quando magari lui si fidanza, continui a pensare “fidanzati pure, tanto non appena muovo l’ultima falange del dito mignolo lui corre da me”. E magari guardi anche con tenerezza la sua ragazza, che ti è simpatica, e pensi “tranquilla, il tuo più grande pericolo sono io, e ho deciso che non manderò a gambe all’aria il tuo allegro engagement”. Ecco, per mantenere inalterato il delirio di onnipotenza è bene non cercare mai conferme, perché il tuffo da venti metri nel gelido laghetto della realtà deve arrivare solo dopo lunghi allenamenti! grazie per averlo ricordato a tutte! 😀

  5. Ogni tanto ‘sta roba si frega i commenti, vabbeh.
    Dicevo che secondo me avresti bisogno di conoscere qualcuno che abbia un attimo bisogno di esprimersi in tal senso (leggi devastarti), in modo da levarti dalla testa tutte ‘stemenatepippeseghementali.
    Quando ci si vede?
    🙂

    1. dunque, le mie pippeseghementalimenate me le lasciate, per cortesia, perché fanno parte di me.
      io le condivido qui, così poi nella quotidianità posso fingermi una persona mediamente gradevole.
      detto ciò, esistono io sono sempre pro-devastazione.
      just to know 🙂

    1. ribadisco quanto detto a metalupo, le pippe mentali per una vagina sono come la pancia per un uomo, come tonino guerra per l’ottimismo, come la sorpresa per l’happy meal.
      come sta, non lo so. ma a quanto pare, il braccio c’ha il suo porco perché…

  6. il caro frecciagrossa avrebbe potuto porre così la domanda: “sì ma se Vagina te la trovi nuda sul letto, non glielo butti?”
    a quel punto la risposta sarebbe stata per forza affermativa e avrebbe reso felici tutti quanti tranne chi ha apprezzato questo “articolo” visto che, molto probabilmente, sarebbe rimasto un gossip inter nos (opppure vos).
    peace

    1. no ma per me questo è formativo perché mi spiega che a 26 anni inoltrati posso ancora avere sensazioni sbagliate.
      cioè è la fallacità vaginale. voglio dire, di imparare non si smette mai.
      mi viene quasi da dire “grazie”. ecco.

  7. ahahaah… no vabbè.. mi sono spisciata dalle risate! Mi fanno morire quelli che dicono: mmm certo se avesse un paio di centimetri in meno… o in più… se fosse tonica, se fosse un po’ più gatta morta… se sembrasse una 15enne.. però l’esperienza da 30enne deve rimanere eh!! Oddio.. poveri scemi… e ringraziano il cielo e stanno a 7 metri da terra se solo qualcuna li guarda di sghicio.. anche solo per sbaglio… ahahaah.. sono davvero dei comici!!!

  8. Dunque, premesso che, in teoria, mi ti farei (volentieri) anche io, volevo precisare che non ho ancora capito se e quanto mi piace il tuo blog. Sta di fatto che sono spesso qui a leggerti e sei pure nel mio blogroll. Non ho ancora capito se vis à vis andremmo d’accordo o ci staremmo cordialmente sulle palle, ma la profumaia no eh… quello non si fa, è crudele, ci ho pure scritto un post “Passera, nutella, volgarità e francesismi” 😉

    1. dunque, cara passerinadolce, nel tuo blogroll sarà giusto tenerci dei blog che sei sicura ti piacciano, quindi se non sei convinta che la vagina ti piaccia, insomma pensaci. cioè è questione di cosa consigliare ai propri follower, non roba da poco 🙂
      venendo al resto, non ho motivo di pensare che mi staresti cordialmente sulle palle ma, va da sé, non si può mai dire.
      sappi, ci tengo a precisarlo, che io non faccio la profumaia quasi mai 🙂
      ciao
      v

  9. In base alla mie esperienze (meglio non contarle va….) tra amici certi uomini-figa troverebbero diffetti anche ad una modella, poi nei fatti sono molto più “accomodanti”.. Sei divertente da leggere. Ciao

  10. Buona serata ragazza! Diciamocelo: chi te la farebbe fare tutta quella fatica? Quello con le idee confuse è lui mica tu! Anch’io ho le braccia ” morbide “, come le veneri di un tempo, non come quella roba triste che si vede in giro adesso!un bacio!

  11. Ma che razza di persone superficiali frequenti? Non ti vergogni di presentarcelo come un tuo amico? Avresti potuto spacciarcelo come “conoscente”….. 🙂 Ma che problemi sessuali ha questo qui? Chi trova queste scuse, tipo “le caviglie grosse” vuoi dire che tanto mormale non lo é! Poi autodefinirsi figo…..magari é uno che parla come Cassano…. 🙂

  12. e adesso so come si chiama… ora so che rossella gioca a ficasmelling con lo scorpione… e che lui ci sta rimettendo le narici e quant’altro…
    come si neutralizzano le smellatrici?????

  13. hai talento.. però se posso permettermi una critica…hai scritto un buon racconto..che con un po’ di attenzione e un po’ meno di narcisismo potrebbe diventare un grande racconto…
    Ovviamente magari non ti frega nulla… però con un po’ di piccole attenzione puoi diventare una grande. Una vera intendo….:)

  14. mmm mi ricorda tanto qualcosa successa a me ultimamente… sai a volte ci si nasconde delle grandi verità anche a noi stessi,lui ,anche lui sa quanto gli piaci,ma non vuole ammetterlo,magari per paura di perderti anche solo come amica… credimi potrebbe sembrare impossibile ma forse è così… perchè rimanere con il dubbio? prova abbracciandolo molto,molto stretto sospiragli sul collo e sfioragli la guancia… poi chiedigli ‘che c’è?” sia che non dice nulla sia che prova anche solo a parlare… non importa il fisico la bellezza e quant’altro siete cresciuti insieme ,vi conoscete da tanto tempo e sono sicura che quando ti vede con qualcuno gli prende un nodo allo stomaco che spiega solo con la peperonata del giorno prima… 🙂 capirete entrambi quanto possa essere bella una relazione che nasce da un’amicizia storica 🙂

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...