Elio, ti amo

Sono innamorata.

Ebbene sì, finalmente. Finalmente perché quando si è innamorati la vita pare diversa, meno peggio, più meglio, insomma come ve pare, comunque è una cosa più godibile, la vita, quando si è innamorati, questo voglio dire.

Uno potrebbe obiettare che la stagione in cui ci si innamora è la primavera, mica l’autunno. E invece no, noi bellezze invernali, anche note come quelle-che-so-mejo-vestite, ecco noi ci innamoriamo a ottobre, quando inizia a venir giù la pioggia, quando starnutiamo, quando tutti si lamentano der freddo e l’amore si inzia a fare sotto le coperte.

Era un po’ di tempo, in effetti, che ci pensavo, a lui, ma non ero mai riuscita a mettere a fuoco quanto effettivamente potesse essere il nuovo destinatario di tutto il mio inespresso amore. Finché non ho guardato Faccia d’Angelo. Sì, la miniserie prodotta da Sky Cinema sulle imprese della Mala del Brenta e di Felice Maniero, interpretato proprio da lui, dal mio neo-amore Elio Germano.

Ora, premesso che io sono l’incarnazione di tutto ciò contro cui i puritani insorgono ogni volta che in Italia si produce una serie del genere, cioè, sì, quelli che dicono che non è giusto farle queste serie perché si mitizzano i malavitosi. Ecco, dunque, posto che una cosa è la fiction e altra è la storia, ecco, diciamolo: io li amo. Tutti. Ho amato la Banda, come i più assidui frequentatori vaginali sanno. Ho amato Vallanzasca. E ora, ora amo lui (nonostante l’accento veneto).

Questa volta, però, è diverso. Questa volta sentivo che il mio trasporto emotivo non era per il semplice personaggio, era proprio per il suo interprete. Allora sono andata a guardare Mio Fratello è Figlio Unico che non avevo visto mai. E lì ho preso il caposotto. Non so come dirlo diversamente: io lo amo. Voglio consacrare la nostra unione con Diaz, ma ho già scelto.

E non vorrei che si minimizzasse questo mio trasporto. Non lo amo perché è famoso, lo amo perché è bravo. Lo trovo, anzi, oggettivamente bruttarello, roscio, con la pelle biancabianca e imperfetta, glabro. Ma niente. Lo amo. E questo è un amore straordinariamente puro perché nasce solo dal suo talento, non dal suo aspetto. Lo amo per i ruoli che interpreta, per le dichiarazioni che fa quando ritira i premi, lo amo perché è un artista e non un divo, lo amo perché è una persona e per questo riesce a dar vita a tanti personaggi. Lo amo perché è uno che lavora su di sé e che non ha niente a che spartire con certi suoi coevi decerebrati che se la menano manco fossero Marlon Brando e invece avrebbero da imparare anche, chessò, da Martufello. Lo amo perché è così tanto di sinistra che potremmo litigare. Lo amo perché è uno semplice, perché ha gli occhi profondi e una faccia che parla anche quando sta zitto.

Lo amo che proprio soffro all’idea che non lo avrò mai. Lo amo che se ce l’avessi di fronte potrei non dire nulla, o sicuramente nulla di intelligente. Lo amo perché dice “Tresette” mentre notoriamente si dice “Tressette”. Lo amo perché è così avanti che non c’ha nemmeno una pagina Facebook. Lo amo perché mi piace così tanto che non riuscirei nemmanco ad andarci a letto, per quanto mi piace, che finirei a farci l’amore, che ho di nuovo 14 anni, sono di nuovo vergine e ho di nuovo paura di quanto male mi farà, la prima volta con Elio. Lo amo che quasi penso che se avrò un figlio maschio lo chiamerò Elio, il ché mi rende alla stregua di quelle madri raffinate che chiamano il figlio Ridge, per intenderci.

Insomma, sono profondamente innamorata. E poco conta che io, di fatto, non lo conosca. Io lo so com’è. Lui non sa come sono io, il ché non può che giovare alla nostra relazione.

Senza contare che, periodicamente, innamorarsi è una cosa salutare, ci rimette in pace col nostro io, che ci fa sentire più vivi, più aperti ad accogliere il mondo esterno. E piuttosto che spasimare per un qualsivoglia indegno cazzetto a caso, sticazzi, io spasimo per uno che non incontrerò mai, totalmente fuori dalla mia portata, ma così straordinariamente brillante e insieme normale, da meritare tutte le mie intime premure.

Poi, va da sé, me lo chiedo, se sia intellettualmente accettabile a quasi 27 anni innamorarsi platonicamente di un attore.

E ho il sospetto di no.

Ma intanto lo amo. Con viva partecipazione, aggiungerei.

Perché il pensiero che nel mondo esista qualcuno che possa farmi perdere la testa, così affascinante da pietrificarmi, da rendermi una piccola caricatura di me stessa, ravviva il mio impolverato vaginismo.

E questo è un bene.

Ps: caro Elio, io sono sicura che tu sia una persona così sana da non googlarsi. Tuttavia se tu, o il tuo migliore amico, o Valerio Mastandrea, doveste scovare questo post, sappi che, in primo luogo, per l’appunto, ti amo e ti ringrazio di ricordarmi che anche io posso andarmene sotto di brutta maniera per qualcuno. In secondo luogo vorrei dirti che sono meno idiota di quanto ti appaia in questo momento. Ma lo so, non abbiamo futuro. Io vivo a Milano e ho un brutto culo.

Momentaneamente tua,

Vagina

60 pensieri su “Elio, ti amo

  1. fermati. e consacra il tuo amore con la nostra vita, non con diaz. credimi.
    e poi ti dico di andarti a vedere padroni di casa, che non è sto filmone, ma ci sono lui e il suo migliore amico. enormi.
    e c’ha pure le occhiaie, chettelodicoaffà.

  2. A questo punto ti consiglio di vedere “Come dio comanda” dove il tuo amore condivide la scena con l’attore che invece io amo allo stesso modo da 4 anni buoni, entrambi splendidi attori che di talento ne hanno da vendere.

  3. Seeeeeeee vabbè… e tu mo ti sei accorta di Elio? L’altra sera ho rivisto Mio fratello è figlio unico… è vero, lui è proprio bravo! Oh, faceva pure la parte del fascista, più attore di così!!!
    Se può consolarti, io per anni ho avuto il tuo stesso tipo di trasporto per un altro attore, un non divo come dici tu… Ricky Memphis. Ora capisci la mia condizione?
    Ad ogni modo, tornando ad Elio, ti suggerisco un film che a me ha colpito molto: “Il passato è una terra straniera”, tra l’altro tratto dall’omonimo romanzo di Carofiglio.
    Ecco appunto…. Elio, proprio un caro figlio……

  4. “Poi, va da sé, me lo chiedo, se sia intellettualmente accettabile a quasi 27 anni innamorarsi platonicamente di un attore.
    E ho il sospetto di no.” Ma di cosa parli???? Io ne ho molti più di te, e amo – non riamata – un altro Elio, dai tempi di Pork e Cindy (perché io sono della generazione mi chiamo Mork su un uovo vengo da Ork) e il vitello dai piedi balsa… Mi commuovono le sue canzoni, che ci posso fare? Ho la maglietta del concerto, nel mio armadio (accanto a quella di impiegato del ministero della magia) perché, lo diceva anche il Pascoli, è il fanciullino che abbiamo dentro la parte migliore di noi!

  5. “Lo amo perché è uno semplice, perché ha gli occhi profondi e una faccia che parla anche quando sta zitto”.
    Oh, quanto è vero!

    Capita anche a me, a 25 anni suonati, di innamorarmi di un attore, di un cantante… Di chiunque!
    Credo sia il fascino della scoperta di qualcuno/qualcosa che ci piace, che ci intriga, che ci emoziona.
    Credo che l’amore che proviamo sia dettato dalla necessità di riversare la nostra attenzione su un qualcosa (o qualcuno) che sconosciuto pochi attimi prima…
    Non so se mi sono spiegata. Oggi sono sonno e violenza da nervi a parlare per me! AHAHAH!

  6. Ci sono rimasto male anch’io, pensavo a quel gran fustacchione di Elio nazionale, il vero imperatore della musica italiana. Tupè, baffetti posticci, il George Clooney de noaltri (sono coetanei). L’idolo di noi “Mediomen”, e per la serie”Anche noi possiamo aspirare a belle ragazze giovani”. Per un momento ho accarezzato questa possibilità. Invece era il solito bell’attore di fiction italiana…. 😦

  7. io l’ho amato sin dai tempi di “un medico in famiglia”… e si è dimostrato sempre, semplicemente bravissimo!
    …e poi i suoi capelli rossi e ancor di più la sua pelle bianchissima a me fanno impazzire!

    GRANDE VAGINA!!

  8. Io lo seguo da “che ne sarà di noi”, in cui è ancora più bruttino, però lo sposerei domani, così sulla fiducia. E questo post è bellissimo.

  9. Ciao, sono il tipo che per un Capodanno piccante con la ragazza si ritrova la madre su google a cercare informazioni sui sex toys per omosessuali. Non ti posso garantarire commenti di quel livello ad ogni post, ma ti seguo sempre con famelica attenzione.
    “Chiedersi se sia intellettualmente accettabile a quasi 27 anni innamorarsi platonicamente di un attore”. Con gli attori va da sé.. ma riguardo i blogger? Magari capiti per caso su un blog e rimani affascinato. E non ti basta, e allora scorri tutti i suoi post, e ti sembra di conoscerla quella persona. E sarà pure in carne ma lo sai che ti piacerebbe da morire conoscerla, che adoreresti ogni chilo superfluo, adoreresti quel suo modo di dire le cose così, come andrebbero dette. Io ti amo, Beppe Grillo.

  10. Per non essendo una fimmena anche il buon Elio piace assai, così come mi affascina il mito del bel Renè… se ti capita guardati “La nostra vita”. Il regista è sempre Luchetti e qui Eliuccio è stato così bravo che si è anche preso il premio come miglior attore protagonista in quel di Cannes!

  11. Anch’io sono innamorata di Elio. Saranno mesi ormai. Anni forse. Dopo questo post e dopo quello di qualche giorno fa, in cui hai descritto il tipo di uomo che ti piace, ho la certezza matematica che io e te, nella vita reale, finiremmo per litigare per qualcuno.
    Anche per me il colpo di fulmine per Elio è scattato con Mio fratello è figlio unico. È bello, bravo e intelligente. Avessi 12 anni avrei il suo poster in camera!

  12. Ho letto il post e, per puro (ma anche no) esercizio mentale, ho voluto immedesimarmi in quello che provi.Quindi ho detto:
    Ok Roby! Sei tu e non è lei. Hai 34 anni e non quasi 27. Non è Elio ma, in quanto etero, una qualsiasi – talentuosa, forse non oggettivamente e banalmente bellissima ma stramaledettamente secsi, tanto da farti perdere fiato, logica ed equlibrio e renderti una piccola caricatura di te stesso – vagina che non conosci, se non tramite il suo immenso estro che ti sembra di comprendere in ogni piccolo dettaglio…
    Ecco. Ora. Cosa ti consiglieresti?
    E io: <>
    Poi l’ho riletto il post. E, sempre per il solo suddetto puro (ma anche no) esercizio mentale, ho detto al me stesso che si era, gentilmente, immedesimato in te:
    <>
    r.

      1. riuscire a innamorarsi a scatola chiusa è una cosa meravigliosa. è l’innamoramento futile.
        lo professo senza riuscire a praticarlo. e un po’ lo invidio.
        la pugnetta sul fatto che ti esprimi male anche no. dì le cose come stanno: sono io che son tonta!

  13. Ho letto il post e, per puro (ma anche no) esercizio mentale, ho voluto immedesimarmi in quello che provi.Quindi ho detto:
    Ok Roby! Sei tu e non è lei. Hai 34 anni e non quasi 27. Non è Elio ma, in quanto etero, una qualsiasi – talentuosa, forse non oggettivamente e banalmente bellissima ma stramaledettamente secsi, tanto da farti perdere fiato, logica ed equlibrio e renderti una piccola caricatura di te stesso – vagina che non conosci, se non tramite il suo immenso estro che ti sembra di comprendere in ogni piccolo dettaglio…
    Ecco. Ora. Cosa ti consiglieresti?
    E io: ” Lascia perde’, mejo passa’! Perchè la differenza tra uno che gioca solo pe’ divertisse, solo pe’ la botta d’adrenalina e ‘n professionista che se rispetti, è che er professionista, quann’è er momento, sa passa’ . Nun mette ‘n gioco tutto quello che c’ha pe’na mano impossibile, de pura fantasia, pe’ ‘na mano che è matematico che nun se po vince’. Tanto se sa, prima o poi la carta gira, e er giro bbono, quello coi sordi veri, ariva! ”
    Poi l’ho riletto il post. E, sempre per il solo suddetto puro (ma anche no) esercizio mentale, ho detto al me stesso che si era, gentilmente, immedesimato in te:
    ” a robbe’ macchettefrega! Tu nun sei ‘n professionista. Te giochi pe’ divertitte. Te puoi sogna’! ”
    r.

  14. “noi bellezze invernali, anche note come quelle-che-so-mejo-vestite”
    dai, lo scrivi proprio ora che mi è stato regalato un completto di slip e corpetto, dolcemente sensuale ma che è sicuramente l’ultima cosa che dovrei indossare per poter attrarre qualcuno, benchè il significato per cui mi è stato regalato è molto molto bello, della serie “impara a sentirti bella come sei, anche se taglia 40sei!” e dato che c’è anche la rima non si può contraddire..
    sto sviluppando una dipendende dal tuo blog e me ne accorgo dalle crisi di astinenza visto che tra università e lavoro ormai ho dovuto sospendere la lettura e mi accontento della pagina di facebook.. mi fai sempre morire e sappi che ti sto facendo una propaganda incredibile, non c’è vagina o cazzetto che incontri a cui non dico di venirti a leggere 🙂

  15. Ho trovato qualcuno che lo ama quanto me, finalmente!
    Vedi Magnifica presenza di Ozpetek, che già il regista lo amo, ma con lui che recita è proprio….mmh! 😀

    Confesso che ho cominciato a leggerti da poco, saranno 2-3 settimane, grazie alla mia pagina preferita [Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore] su facebook.
    Mi fai scompisciare dalle risate e certe volte credo di amarti perchè dici delle cose intelligentissime, è un amore inattuabile il mio: donna, napoletana… uff AHAHAHA

    1. ahahah lo guarderò!
      me la farò tutta la filmografia di elio, come in ogni relazione platonica che si rispetti.
      come quando innamorata di leonardo di caprio mi sono ridotta a guardare buon compleanno mr grape, per capirci 😀

      quanto al resto: graziassai,
      baci
      v

  16. Guardalo anche in Magnifica presenza di Ozpetek! Ha pure l’accento terrone in questo film.. ti piacera 😉
    (forse te l’avranno già consigliato ma volevo partecipare anche io e per quanto ti ami incondizionatamente non me li leggo cinquantaquattrocommenti!)

  17. grandissima scelta!! lui è vero non sarà uno bellissimissimo di quelli che ti giri se lo incontri per strada, ma è un attore fantastico e purtroppo non apprezzato come dovrebbe. Inoltre adoro il modo in cui ne parli in questo post!!! 😀

      1. ♡♡♡♡♡ ragazzi io lho visto dal vivo nelle marche in una performance di teatro sono riuscita ad abbracciarlo ha un odore buonissimo e la notte negli occhi è una cosa devastante vi giuro gli avrei detto Si a prescindere dalla domanda
        ps ovviamente sono riuscita a dire cose idiote per l’imbarazzo :/

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...