Curvy & Proud

Questo è uno statuto illuminato per le vagine curvy, che devono convivere con le proprie curve ma in modo sano. Il decalogo seguente può essere considerato il fondamento del Curvy&Proud, il movimento che io e Zia Vagina abbiamo teorizzato tipo un mese fa a cena fuori, ingozzandoci di involtini primavera e gnocchi con gamberi e verdure. Anche gelato fritto, se devo essere onesta. E’ facile parlare di diete, con la pancia piena. E’ come gli eroinomani che dicono di smettere preparandosi l’ultima pera.

Io e Zia Vagina eravamo al nostro ristorante in quanto, come tutte le coppie che si rispettino, abbiamo il nostro ristorante, che io già lo so che quando la nostra relazione sarà finita ci passerò davanti e sarò assalita dai ricordi, e guarderò attraverso i vetri trasparenti chiedendomi se lei sia dentro, con un’altra, che tanto l’avevo sempre saputo che un giorno mi avrebbe mollata per una fichetta milanese che si veste ton sur ton.

Io e Zia Vagina abbiamo il nostro ristorante che è un fusion e zia Vagina sostiene che il proprietario sia fico e io mi trovo sempre costretta a ricordarle, con un accenno di velatissimo razzismo, che un cinese non può essere fico perché in quanto cinese ce l’ha sicuramente piccolo.

E così, dopo esserci abbottate di cibo cinese, deglutendo con incommensurabile classe un té verde che ci aiuti a digerire anche Mao Tse Tung, iniziamo a parlare del nostro bisogno di rimetterci in forma. Posto che Zia Vagina è già in forma ma ha una sottile ossessione in merito al suo fondoschiena.

Per me la situazione è più complessa. Io sono arrivata a Milano con un discreto sovrappeso di 10 kg che ho saputo raddoppiare in 4 anni e siccome lo scofanamento è progressivo e io sono troppo giovane per rassegnarmi all’idea che su un sito porno, come ho messo a fuoco qualche tempo fa, finirei nella categoria BBW, insomma, ho deciso di fare qualcosa per myself.

Graphic by Elena Arzani

Ecco di seguito il manifesto:

1. Aderire al Curvy&Proud non significa snaturarsi né conformarsi al discutibile modello di fichezza dominante

2. Essere femminili, affascinanti, arrapanti, non presuppone una taglia 40

3. Noi non vogliamo essere Melissa Satta con le bocce di Pamela Anderson. O di Melissa Satta. Noi vogliamo essere la versione migliore di noi stesse.

4. Se sei una taglia 42/44, non rompere il cazzo: tu non sei curvy

5. Se sei una taglia 46 ma sei alta 1 metro e 85, non rompere il cazzo: tu non sei curvy

6. Se quando ti siedi ti si formano i rotoli di varia entità sull’addome, se hai pieghette di grasso sulla schiena, se il tuo culo riempie tutto il sedile del tram/autobus/aereo low cost, se d’estate con una gonna i tuoi internocoscia si strofinano e ti si irrita la pelle e tiri giù tutte le madonne del calendario, se quando ti fanno una foto ti guardi le braccia e ti risultano oggettivamente due prosciutti, parola di Francesco Amadori, in tutti questi casi: benvenuta sorella, tu sei curvy

7. Se sei curvy, presumibilmente sei una a cui piacciono i piaceri, tra cui il mangiare. Il Curvy&Proud non esclude il cibo, magnare è bello e noi vogliamo continuare a farlo. Semplicemente vogliamo farlo in modo più razionale.

8. Le soddisfazioni ce le toglieremo, ma solo quando avrà senso, quando ne varrà la pena. Quando vorremo un pezzo di pizza, mangeremo il più buono che conosciamo e questo ci darà la gratificazione necessaria a procedere con la minchia di bresaola per gli altri giorni

9. Non mangeremo più 200 grammi di pasta a cena

10. Elimineremo il junk food per noia, per trasandatezza, per pigrizia. Niente più patatine sul divano guardando L’Isola dei Famosi e twittando con i polpastrelli unti di Più Gusto – Gusto Pomodoro.

11. Ci obbligheremo a fare 5 pasti al giorno, anche se saranno pasti indegni di tal nome, come le barrette vitasnella

12. Agli aperitivi resisteremo alle schifezze fritte

13. Il cibo da dieta fa cagare, per cui probabilmente dovremo compensare la carenza del piacere gastronomico con altri piaceri: avremo più voglia di fornicare e saremo tenute a farlo

14. Nelle situazioni sociali non dovremo ridurci come dei casi umani che ordinano solo del songino condito con del succo di limone. Noi ceneremo ma invece che scegliere le crepes con i funghi che galleggiano nella besciamella, sceglieremo una paillard con un contorno. E ci berremo sopra un bicchiere di buon vino.

15. A proposito di alcol: moderare l’alcol è faticoso tanto quanto moderare i carboidrati, e lo dice una che se non assume carboidrati ha la sensazione di non aver affatto mangiato. Però l’alcol bisogna moderarlo, non ha senso ingurgitare finocchi e cetrioli per poi scolarsi la birra da sole. Anche il vino, che fa tanto vagina evoluta single milanese indipendente, che sorseggia vino nel suo loft ascoltando Patti Smith dopo una giornata di lavoro: no. Berremo 1 volta alla settimana. E se fate aperitivi tutte le sere, abituatevi all’idea di ordinare una spremuta, tipo.

16. Se avremo desiderio autentico di qualcosa, la mangeremo. Ma dovrà essere davvero un desiderio forte, non un semplice tranello del nostro cervello obeso.

17. Dovremo andare in palestra. Questo ci farà bene di per sé e ci permetterà di combinare il nostro regime alimentare non nazista con dello sport, così da bruciare quel pezzo di pizza che ci concediamo, quel vino che beviamo con le nostre amiche, quel gelato che 1 volta a trimestre mangiamo. Insomma, lo sport ci farà bruciare i nostri ultimi scampoli di umanità

Veniamo, ora, agli obiettivi, che sono il punto cruciale.

A differenza di tutte quelle altre psicosi collettive, tipo la Dukan, il Curvy&Proud crede in obiettivi realistici e raggiungibili per vie sane. Ciò che si propone non è di rendervi delle replicanti androgine di voi stesse, schizzate e pronte a sgozzare un suino prese dai morsi della fame alle 10 del mattino. Né vogliamo che vi venga la nausea al solo pensiero di una bistecca. Né, noi vagine del Curvy&Proud vogliamo trattarci come carne in macelleria e, per questo motivo, il nostro obiettivo non sarà un peso.

Il Curvy&Proud non è una scelta quantitativa ma qualitativa.

L’obiettivo che condividiamo, almeno in questa prima fase, non è un numero di kg da perdere. Noi vogliamo essere le migliori noi stesse il ché significa che dovete fare 2 cose, prima di iniziare:

1. Trovare una vostra fotografia di 10 anni fa. Lo so, non sarà semplice. Penserete che siete cresciute, invecchiate, vi verrà il magone, se siete in premestruo siete fottute, sì, probabilissimo che vi ritroviate a piangere come delle dementi, ma è normale, inizierete a pensare a chi c’era e non c’è più, a chi amavate e non amate più, a chi vi amava e non vi ama più, e tutta una serie di cazzate vaginali. Trovata la foto (e siate brave, sceglietene una in cui state bene, in cui vi piacete), dovrete chiedervi quanti kg in meno avevate. Io, per esempio, ne avevo sicuri 10 di meno. E no, non ero magra. Ero comunque 10 kg sopra il mio peso forma. Però cazzo, erano 10 di meno!

2. Scavate negli anfratti più reconditi del vostro armadio e trovate un jeans di almeno 5 anni fa.

Ecco fatto.

Questi sono i vostri obiettivi. Rientrare in quei jeans e riassomigliare a voi stesse, in quella foto. Non dovete assomigliare a Kate Moss. Una come me non potrebbe assomigliare mai a Kate Moss, nemmeno a 1 anno dalla morte in decomposizione avanzata. Dovete assomigliare alle migliori voi. E vi sembrerete così più belle, più giovani e più magre, in quella foto. E penserete con nostalgia a quel tempo in cui vi consideravate grasse e invece erano pugnette, perché eravate fiche e non lo vedevate.

Ora siete cresciute. Ora siamo cresciute.

Ora lo vediamo. E il Curvy&Proud ci aiuterà a tendere al nostro best of.

E per la Prima Fase, è tutto.

Special thanks to Elena Arzani (www.elenaarzani.com): grafica, lettrice, vagina, amica sconosciuta che ha realizzato il logo del Curvy&Proud 

90 thoughts on “Curvy & Proud

  1. Wow e dico uàu.
    C’è del metodo, c’è dell’orgoglio, c’è davvero poco cazzeggio.
    Roba che un paio di frasi sono da tatuaggio.
    Forse perchè da sempre apprezzo le donne curvy, con una bella testa sopra a una bella quinta, forse perchè katemoss mi fa effettivamente un pò schifino, forse perchè ho passato l’adolescenza tra cloni di FedePellegrini ma più magre e più muscolose.
    Per tutto questo, davvero, in bocca al lupo.
    (ehm)

  2. ti adoro…sei perfetta! anyway..parlo da ex curvy! come ho perso chili? ho trovato un uomo sessualmente molto molto attivo e iniziando a fornicare come conigli…bè mi ritrovo con una decina di chili in meno! 🙂

  3. Geniale!

    Tanto prima o poi qualcuno lo dirà, quindi lo faccio io: ma #fighedomani ti fa ‘na pippa! 🙂

    (è necessaria una parentesi anti-scassaminchia: non è detta in tono polemico, trova pace)

    1. ahahahahhaah ma #fighedomani è per delle vagine che partono da un livello di fighezza avanzato rispetto al nostro…noi non pretendiamo tanto.
      noi la pizza la volemo magnà, di tanto in tanto. e goderne. sai com’è…
      (dalle mie parti “pizza” è sinonimo di augello, trai il tuo quadro)

  4. AAAAAAH!
    Ho tacitamente aderito a questo movimento qualche settimana fa. Adesso hai solo esplicato il tacito patto che ho fatto con me stessa.

    Il punto è: quando hai voglia di ammazzare la gente, come fai a non mangiare? Ecco, io quei 6kg che ho perso, se continuo ad avere manie omicide, li riprendo tutti in un botto! SGRUNF!

    Go, Vagina, Go! Io, sicuro, ti seguo! *_*

      1. Ma non sarebbe divertente! Un sacco, preso a cazzotti, non ha il terrore negli occhi!

        *Violenza mode off.

        Per ora, però, son stabile col mio peso. Avrò perso pure 100g! AHAHAH!

        Un bacione! ♥

  5. Vagina ma quindi anche tu mi sei caduta nel trappolone di buoni propositi autunnali tipico delle blogger?
    Detto ciò, il tuo approccio mi piace. Perché è sano, umano, ragionevole e quindi ha qualche speranza di funzionare.
    Vorrei aderire al tuo manifesto culturale ma sono una 42 quindi mi ritiro nel mio cantuccio e non rompo il cazzo. Però ti faccio presente che oggi anche noi 42 siamo sottoposte a pressioni culturali che ci fanno sentire grasse e deformi. Io personalmente, dopo anni di disturbi alimentari e diete da sadomasochista (inutili peraltro), ho deciso di ribellarmi alla tirannia della 38, quindi da quest’anno niente dieta solo bici e piscina!
    In bocca al lupo Vagi.

    1. Cara Nené,
      essì. Ci sono caduta pure io. Ma a mia discolpa posso dirti che i propositi autunnali me li facevo sempre, pure quando non avevo il blog. A sto giro li ho semplicemente esplicitati 🙂
      Sì, in qualità di 42 non puoi essere ammessa ma apprezzo molto la tua auto-consapevolezza e sì, te prego, la 38 dopo i 12 anni – credo – diventa una cosa innaturale.
      E poi tu sei oggettivamente fica così.
      ciao eh
      v.

  6. Cara Vagina, dissento fortemente dissento su un solo punto!!! Non puoi escludere le 42/44 no no e poi no!!! Io sono una di quelle e ti assicuro curvy, la taglia va bene in vita poi b side e fianchi sono cicciotti. Rivendico il diritto di far parte del progetto rimessa in forma eh. Thanks.

    1. Concordo 🙂
      Sposo il tuo post in tutto e per tutto e in comunione dei p… beni, nemmeno fosse l’uomo perfetto, ma sul numerino 44 pencolo un po’… Come Simona, sono una di quelle ibride. Non sanno mai dove collocarti (dato che tutti sentono il bisogno di collocare e purtroppo non solo peni felici in vagine consenzienti).
      44 è una zona franca, sospesa, limbica, dava problemi anche ai gatti dello Zecchino d’Oro per organizzarsi in fila.
      Non sei un estremo. Stai lì, nel mezzo, la patria degli anonimi della società dell’immagine.
      È la dimensione del “Non sei”: non sei troppo secca, non sei molto cicci, non sei. Specie se c’hai la quarta abbondante (che accenna alla quinta) e il sedere che non entra sulle altalene (quelle medio-grandi).
      Le tette sballonzolano a ogni minimo accenno di fitness (e finché sei a fare la maratona di ammmmmmmmmmore a letto va anche bene, ma quando dal materasso passi per strada…) e ti salvi solo col nuoto, lo sport più democratico del mondo, vedi solo le teste e inculo alla cellulite. Il cloro brucia la vista e ottunde (!!!) le valutazioni e gli occhialini deformano la realtà, quindi è perfetto.
      E quando come me sei 1.75 (lo so, ma non storcere il naso… ho una schiena che fa provincia e ci potrebbe atterrare sopra un elicottero), ti dicono “Che figliolona” o, quelli più Greenpeace, “Che cavalla”.
      E ti senti tipo la valchiria gigans che scende dai monti nelle valli. O il buon vecchio scaricatore di porto.
      Nei negozi la L è LA taglia ma a volte le maniche sono corte. E anche le maglie sono corte. Perché se hai tette e schiena, la stoffa non basta. E non lo capiscono.
      Mai come nel 44 possente confluisce tutto e il contrario di tutto.
      Quindi da oggi tu, Vagina, risolvi almeno idealmente e qui questo magma informe del quarantaquattrismo e collocaci nel curvysmo 🙂
      Tanto il quarantaquattrismo possente non lo inventano. E poi suona pure male. E senza etichette “la gente stanno male e ci soffre”.
      Ma non perché soffriamo. Per gli altri. Quelli che ci guardano con espressioni pallate come a dire “Oh tu, cosa costì…” E per chi, tra costoro, passerà di qui a leggere. Perché possano dormire in pace.
      🙂

      MoMi

  7. Vagy, ti adoro, ma questo già lo sai. Io porto la 46 per un metro e sessantasei, insomma un sacco di 6, quanto l’anticristo. Non sono magra. Non sono nemmeno grassa, eppure fatico a trovare pantaloni che mi stiano comedicoio senza pretendere di avere la fisicata di Sharon Stone o Michelle Pfeiffer (che data l’età mica posso fare riferimento alla Satta-che Dio la benedoca-ma nemmeno vorrei fare riferimento alla Clerici o alla Ventura.) Insomma, è difficile piacersi, ed è difficile rinunciare al piacere di mangiare, soprattutto le più luride schifezze, unte, fritte, salsate, sugose. Direi che il tuo diciassettalogo ha delle ottime premesse: lo sottoscrivo, tenterò di metterlo diligentemente in pratica ma ricorda che gli stramaledetti jeans non ti staranno mai come a quei cazzo di manichini: i manichini li ha inventati qualche checca di quelle che odiano le donne. BACI!

    1. haahahah anche io ti amo zia, tu sai pure questo. i tuoi commenti sono deliziosi piccoli post, controaltare più maturo dei miei. quindi ecco, sempre grazie.
      detto ciò, a 15 anni scrissi al mio fidanzato che lui era un vestito che poteva stare bene solo addosso a un manichino. a proposito di jeans e di vestibilità
      un bacio grande grande
      v

  8. La Dukan….come a dire….siamo orgogliose di morire di fame….il mio ragazzo mi abbraccia perchè gli piace una Paperella morbida, e io non porto più una quaranta da una vita ( per non parlare della 38 ), ma non mi interessa. Certo mi tengo in forma, ma senza esagerare. Un mese fa il mio Francesco voleva comprarmi una gonna, ma dato che ormai le fanno per le anoressiche non c’entravo. E lui ” che facciamo?” e io” portami a mangiare dal messicano alla faccia di quel chiodo della commessa che mi guarda con aria di rimprovero per le curve che lei vorrebbe!”.

  9. ” Il cibo da dieta fa cagare, per cui probabilmente dovremo compensare la carenza del piacere gastronomico con altri piaceri: avremo più voglia di fornicare e saremo tenute a farlo.” E direi che la scusa è ottima!

  10. Mi hai ricordato fighedomani, l’incubo dei nutrizionisti. 😀
    Il tuo mi sembra un metodo più sensato, però chi lo dice che una solo perché era più magra dieci anni fa allora era una versione migliore? È giusto muoversi e mangiare in modo equilibrato, però se non ci sono problemi di salute mica bisogna per forza perdere peso.

    1. la tua obiezione è sensatissima.
      io mi sono fatta fuorviare dal fatto che mi piaceva di più la mia versione 10 anni fa.
      però c’è anche da dire che sn una persona così nostalgica che avrei potuto essere anche Danny De Vito 10 anni fa, e mi sarei preferita comunque.
      non so se mi sono spiecata…

  11. Il tenore delle tue cene orientali è lo stesso delle mie con l’amica convinta che il proprietario sia figo. E proprio ieri sera il mio trombamico mi ha confessato che gli piaccio più “morbida” perché “c’è tanta pelle da accarezzare”. Orgoglio curvy, sempre!

  12. “6. Se quando ti siedi ti si formano i rotoli di varia entità sull’addome, se hai pieghette di grasso sulla schiena, se il tuo culo riempie tutto il sedile del tram/autobus/aereo low cost, se d’estate con una gonna i tuoi internocoscia si strofinano e ti si irrita la pelle e tiri giù tutte le madonne del calendario, se quando ti fanno una foto ti guardi le braccia e ti risultano oggettivamente due prosciutti, parola di Francesco Amadori, in tutti questi casi: ”

    …in questi casi, sorellina, sei grassa. Curvy è ben altro, è differente da Fat.

    Curvy è avere le curve al punto giusto, non ovunque.

      1. Secondo la definizione che trovi qui ( http://www.thefreedictionary.com/curvy ), abbiamo:

        2. curvy – (of a woman’s body) having a large bosom and pleasing curves; “Hollywood seems full of curvaceous blondes”; “a curvy young woman in a tight dress”
        sinonimi = bosomy, busty, buxom, curvaceous, full-bosomed, sonsie, sonsy, well-endowed, stacked, voluptuous
        parole correlate = shapely – having a well-proportioned and pleasing shape; “a slim waist and shapely legs”

        E tu, cara Blondie, probabilmente sei grassa 🙂

    1. Scusa, io preferisco dire “cicciona”.
      Ah poi apriamo un giro di scommesse, se vuoi, perché io sono sicura che anche alle curvy che dici tu, quelle piacevoli che c’hanno le curve solo nei punti giusti, succede quella roba incresciosa nell’internocoscia…
      tipo: Google Immagini –> Curvy e buona visione.
      v.

      1. Mi aggrego sostenendo le care vagine Curvy, specificando che sono una 42, che 5 anni fa pesavo 8 kg di più e adesso ne peso 61, quindi mia cara Marcella non si può dire che io sia grassa.Tuttavia quando mi metto le minigonne o durante la passeggiatina estiva sulla spiaggia dopo il bagno, mi si irritano SEMPRE le gambe nel punto dell’internocoscia(non c’è volta che non accade!) e quando mi siedo non c’è modo per far sparire quel rotolino di pancia, perchè è parte della mia costituzione.
        La pancia piatta non è Curvy e non lo sono neanche le tavole da surf.
        Curvy è bello e si può toccare, stringere ma soprattutto PALPARE!
        DETTO QUESTO, grazie Vagina, con le tue perle mi fai sempre morire dal ridere e capire che la vita non deve essere presa troppo seriamente
        bacini 😀

  13. la settimana scorsa al lavoro dovevano ordinare le nuove divise e almeno la metà delle donne non voleva dire la sua taglia. l’altra metà si è divisa tra chi ha dichiarato una taglia troppo piccola e chi invece (essendo stata a dieta negli ultimi mesi) l’ha urlata.
    non sono ne grassa ne magra. se mangio tanto ingrasso subito. odio la dieta Dukan e la zona (non sono un T-rex scappato da jurassic park non mangio solo carne)
    negli ultimi mesi mi son messa a camminare, ogni tanto correre, ora vado in piscina. non entro comunque in una 40 dalla 5 elementare…..
    ma mi son potuta rimettere i vestitini che mettevo 3 anni fa. per quelli di 10 anni fa ci manca ancora un bel po 🙂
    ma soprattutto mi sento carina. quindi continuerò a fare passeggiate cn le amiche o il fidanzato e corsette ascoltando musica e andrò in piscina a fare aquagym con la proprietaria della panetteria del paese che fa la focaccia piu buona del mondo!
    CIAO

  14. Cara Vagina, quanto ti ammiro! Il tuo decalogo è veramente bellissimo, dovresti mandarlo a qualche testadiminchia di stilista, è solo colpa loro se per la società Curvy non è bello.
    Aderirò spiritualmente a questa campagna, anche se il rotolo di ciccia è fossilizzato sulla pancia, i pantaloni di dieci anni fa mi arriverebbero a metà polpaccio 😀 un bacione ^^

      1. Io un passo l’ho fatto, ho chiesto a mio padre se posso rubargli la cyclette. Premettendo che sono moooooolto pigra, anche solo chiederlo è stato qualcosa 😄

  15. quando sono a dieta a me i buoni propositi,il rispetto per le regole, il giusto atteggiamento verso il cibo durano circa 2 giorni…
    al terzo giorno mando a fanculo anche solo chi mi guarda per sbaglio, divento intollerante, mi incazzo se sento qualcuno masticare alle mie spalle (ma questo succede anche quando non sono a dieta, molto raramente), litigo con chiunque e sbatto porte e oggetti!!!
    ora dimmi tu se devo preservare la mia salute mentale o quella fisica?

    …e io sono molto più che Curvy!!!

  16. a me, come dire, la vita sotto questo punto di vista m’ha detto culo.
    che nelle foto di 10 anni fa avevo quei 10 chili in più che oggi la vita fuori casa (e una città nè troppo grande nè troppo piccola, in cui raggiungi tutto a piedi e così macini chilometri come un maratoneta) mi ha fatto perdere.
    però cazzo, com’è bello il principio, com’è bella, la scelta di assomigliare al meglio di te, per come tu ti vedi al meglio. chili a parte io adesso vado a cercare una foto di quando ero felice e vedo di impegnarmi per tornare a sorridere così.

  17. tu sei fantastica… VIVA IL CURVY AND PROUD!!!!!e se vuoi organizzare un aperitivo per celebrare la fondazione di tale fare nella notte per noi rotolinizzate io ci sono!!! 😉

  18. Vagina for president!!!!
    E come disse una volta un mio amico a mia madre che mi diceva di essere in carne :”Signora,la carne si vende e le ossa si buttano”…
    ovviamente nei limiti del possibile, gli eccessi (in ENTRAMBI i sensi) son sempre da evitare.
    Io comunque approvo, condivido e sottoscrivo il tuo programma 🙂

      1. Ma la mia era solo una “stimolazione” verso la salute.

        🙂

        Ribadisco: le foto.

        Tu sei una donna vera. E noi ti vogliamo così! ❤

  19. Io non so cosa sono, so solo che se la mia straca**o di dieta non inizia a funzionare come deve entro breve, fra un po’ passo al lato oscuro (= seguo la Dukan) e tanti saluti (soprattutto ai miei reni!)!
    😉

      1. Sì, fallo, ti prego! Ho proprio bisogno di un buon motivo (ma che sia veramente buono) per non cedere alle forze dell’oscurità!!

  20. Cara Vagina, vorrei aggiungere che a giudicare dal tuo blog e dai tuoi fan, è palese che le curvy (o le ciccione) che rappresenti tu, non subiscono un tracollo di curva nel cervello…che per quello non esistono integratori…ed è anche questo, soprattutto questo, che fa sì che una donna abbia “le curve nei punti giusti”!
    r.

  21. Com’è andata allora? Risultati? ah si mi iscrivo pure io e no, non sono una 42. Lo ero, fino a che la mia tiroide a 25 anni non è morta e ho preso 35kg in 3/4 mesi.
    Sono stata grassa, di brutto, per parecchio tempo battendomene, non perché me ne battessi per davvero, ma perché non avevo voglia di sbattermi, con la tiroide morta è il doppio più dura avere risultati.
    Giungiamo a oggi, ho perso più di 20 kg, ma sono ancora grassa, ovviamente, ne ho 10 e passa di troppo, ti dico, non se ne vogliono andare manco a morire, è na roba allucinante.
    Sto davvero cioccando e per di più a volte ci mollo perché sacrifici+sacrifici= no risultati o tipo 6 etti in 2 mesi= mi sparo.
    Non so se rendo l’idea.
    In ogni caso conto di farcela, un giorno.

  22. Chiaramente vedo questo post tipo mille anni dopo che e’ stato pubblicato… Ma direi che rientro nella categoria a pieno diritto, con la mia 46-48 e tutti i rotolini che tento di sconfiggere con super body ciuccianti (che funzionano, ma andare in bagno e’ un incubo… Un giorno iniziero’ un blog e scrivero’ anche di questo). Che poi mannaggia, nonostantel la terronita’, le tettone non ce le ho mai avute, nemmeno quando pesavo 90Kg! Al massimo arrivavo ad una terza, adesso a 69,5Kg (finalmente sono scesa sotto i 70, non ci posso ancora credere) c’ho una seconda sfigatissima. Se non ci fosse Victoria Secrets con i super reggiseni con 10 cm di gommapiuma sarei spacciata! Vabbeh, ho divagato fin troppo. La mia foto di 10 anni fa’ l’ho trovata, e pure i jeans di 5 anni fa’… Si comincia! #curvy&proud

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...