Suca Valentino

Ci risiamo.

E’ passato un altro anno, l’infame data è giunta e noi ancora non abbiamo un uomo con cui fingere che non ci interessi nulla della sciagurata ricorrenza: San Valentino.

Apogeo della stigmatizzazione sociale verso i single, febbraio è quel mese in cui qualunque cosa tu voglia fare o acquistare, deve essere necessariamente per due. Chennesò, vuoi andare alle Terme a farti fare un massaggio plus da 50 minuti? L’Home Page del sito, quella a cui chiunque di noi a prescindere dal suo status sentimentale dovrebbe avere diritto d’accesso immediato come sancito dal Concilio Vaticano Secondo, è infognata da un pop-up per coppiette toniche e biodegradabili.

sanvalentino1

Vuoi prendere un treno acquistando il biglietto online come si usa fare da tipo 15 anni? Questo è ciò che ti trovi davanti.

sanvalentino2

Che poi, a parte il fastidio intrinseco di questa offerta che risponde alla celebre strategia del “Cornuti&Mazziati Marketing” per cui: Sei single? Suca e paga il prezzo intero. Hai un’ameba accanto? Spendi la metà! Ecco a parte questo, io proprio mi concentro sulla difficile vita dei creativi di Trenitalia, che davvero poi uno pensa che era meglio quando si stava peggio e quando per creare bisognava farsi di LSD, ma almeno Syd Barrett non avrebbe mai partorito un abominio come “Par-Ti-Amo” che, vi prego, tenetemi la fronte mentre vomito.

Questo per sorvolare completamente sulle testate giornalistiche vaginali che io dico, va bene la festa degli innamorati, va bene vendere la skin dell’home page a un brand che ha per testimonial il pro-cugino da Fregene di Nicolas Vaporidis e che promuove anelli a forma di bulloni con il nome del partnAr inciso sopra, va bene porsi quesiti esistenziali come se a San Valentino sia giusto chiavare oppure no, va bene tutto, ma ricordatevi che ogni volta che dedicate spazio a questa ignobile ricorrenza, da qualche parte, nel mondo, c’è una vagina indipendente, mediamente gagliarda, presuntamente evoluta e fottutamente single che deciderà di non portarvi più traffico per un mese.

Perché sì, sappiamo tutti che San Valentino è una cagata fotonica, però è sempre l’occasione ideale per ricordare quello che manca, a chi un amore non ce l’ha.

E quindi, per tutte voi, amiche vagine, e tutti voi, amici cazzetti, che nessuno dovrà convicervi d’amarvi portandovi un tubo di Baci Perugina (graziaddio); per tutti quelli che non andranno a cena fuori a lume di candela e che non dovranno porsi il problema di quale sia la posizione del kamasutra più idonea alla festività;  a tutti voi io dico: prendiamola per le palle, questa inutile festività meglio nota come Suca Valentino. Voi ci provocate con i vostri stupidi cuori, con i vostri stupidi regali e le vostre stupide vetrine addobbate da Pollyanna che si è fatta una striscia con Pollon su nell’Olimpo? E noi rispondiamo. Rispondiamo concedendoci quel romanticismo a cui cerchiamo di non cedere il passo mai, che scalciamo sotto le coperte della singletudine, quello controverso e irriducibile che si manifesta in una pizza alle verdure magnata sul divano, sorseggiando coca cola light ricca di aspartame, guardando quello.

Quello. Esattamente quello: il nostro film stracciamaroni preferito! Oh sì. Inutile negare. Tutti ne hanno almeno uno. Ecco, la sovversiva proposta per il Suca Valentino 2013 è di affrontare il nostro amore single, così: senza ansie, senza amici, senza esorcismi. Per quello che è.

Chiaro, ognuno ha i propri gusti.  Magari siete 80’s addicted e quindi c’avete da rivedere Dirty Dancing, oppure Flashdance, oppure Pretty Woman, oppure Ufficiale e Gentiluomo. O magari ne volete uno con cui siete cresciute e vi sparate Ghost, oppure Il Tempo delle Mele (che io ho sempre considerato un escremento insensatamente sopravvalutato), oppure Vento di Passioni, oppure se c’avete voja di avere una crisi diabetica potete andare su cose come Il profumo del Mosto Selvatico, I ponti di Madison County e tutto quel filone lì. O magari siete fan di Baz Luhrman e allora vi fate Romeo + Juliet o Moulin Rouge. O magari ancora vi scegliete una commedia senza pretese, che vi faccia stare serene, tipo Il diario di Bridget Jones, o Serendipity, qualcosa che ci rassicuri, dolcemente, nel nostro essere vagine squisitamente medie.

Oppure, se ve l’accollate, ecco una selezione vaginale, la Top 5 stilata appositamente per la ricorrenza.  Che tecnicamente sarebbe una Top 6, ma preferisco lasciare debitamente fuori Lolita, su cui ho già ammorbato a sufficienza. Sicuramente ho dimenticato titoli indimenticabili, ma questi sono quelli che mi sovvengono ora.

1. SE MI LASCI TI CANCELLO

Traduzione ignobile di Eternal Sunshine of the Spotless Mind. Visionario. Straordinario. Colonna sonora indimenticabile. Ci piango sempre, perché i ricordi non li cancello mai.

2. JANE EYRE

Un capolavoro. Non ci sono cazzi. Zeffirelli e la Gainsbourg (meravigliosa) mi fanno venir voglia di vivere in un altro secolo.

3. CLOSER

In questo film sono tutti bellissimi. Tutti imperfetti. Tutti controversi. L’amore è una cosa feroce. L’amore è una cosa spietata. Qui è chiaro. Per questo lo amo. Anche se sto male, malissimo, quando lo vedo. Perché lo vivo. E lo rivivo. Ogni volta.

4. PRIMA DELL’ALBA

Il genere di cose che nella vita non succederà MAI, parola di emigrante. Ma dice che i film servono a sognare…

5. HARRY TI PRESENTO SALLY

Perché c’è stato un tempo in cui ho creduto che il mio ex amasse il mio essere ad alto mantenimento. E perché ho capito che era una cazzata.

Che questo sia il nostro modo di celebrare l’amore single: ostinato, insensato, unilaterale e incompiuto, eppure straordinariamente perfetto, nelle sue velleitarie speranze.

Buon Suca Valentino a tutti!

63 thoughts on “Suca Valentino

  1. io ho trovato una soluzione migliore: lo ignoro. ignoro le scritte, ignoro le insensate pubblicità, ignoro tutto e vivo felice, come se fosse un giorno come tanti. Dal momento che non mi riguarda (e non mi riguarderebbe nemmeno se fossi accoppiata poichè sono abituata a festeggiare il mio amore ogni volta che mi viene in mente e non a giorni prestabiliti) tratto queste insulse pubblicità come qualsiasi altra pubblicità che non mi interessa… comunque hai ragione: certi creativi dovrebbero darsi all’ippica. 🙂

      1. sono grafica pubblicitaria, in altri termini sarei una collega di sti idioti. Ma credo anche che la pubblicità sia altro che doversi abbassare a sti livelli da cervello all’ammasso. Insomma credo che la pubblicità possa essere fatta in maniera intelligente senza esporre culi, tette, e ridursi a cazzate come queste. Il problema però cara vagy è che così ci siamo ridotti perchè esattamente come succede per la politica ci sono personaggi che purtroppo hanno ipotecato anni e anni nonchè centinaia e migliaia di giovani e fresche menti creative per poter continuare ad avere la loro cadrega sotto il culo, senza passare il testimone, come dovrebbe essere.

  2. Uno dei miei film strappacuore è “Kate & Leopold”.
    Perché sogno un tizio d’altri tempi così, com Lui.
    E perché è uno degli ultimi film che feci vedere al mio marinaio stronzo, proprio di questi tempi, due anni fa.
    Sperando che capisse. Sperando che restasse.
    Ovviamente invano.
    : |

  3. ahah Vagi, qui in Olanda sono ad altri livelli di ferocia: perché scegliere UN film stracciamaroni?! Qui un canale ha fatto la settimana dell’amore e una sera a settimana ti sparano: Dirty dancing, Pretty Woman, Ghost, Il diario di Bridget Jones, un paio di altri target pantere grigie cosí se hai divorziato a 50 anni ti immedesimi lo stesso. baciii. P.s. trenitalia…:”(

    1. ahahahah ommamma, ma forse pure qua in italia c’era na cosa così e io graziaddio me la sono persa…
      se ci pensi esistono canali dove mandano in replica le puntate di uomini e donne…

      più ci penso, più ho voglia di raggiungerti.

  4. Se non ci fosse questa noia della diversa sessualità sarei già lì a farti una corte spietata. Mi aspettavo un post su San Valentino, perché chi meglio di te può dare ai lettori un abbraccio confortante in questa sì trista occasione? E non deludi mai, Vagy ♥

    P.S. ParTiAmo? Ma veramente?

  5. 1. SE MI LASCI TI CANCELLO e 3. CLOSER (cito “Così va meglio. Grazie. Grazie della sincerità. Ora vaffanculo e muori. Sei una fottuta bagascia.”) sono i più bei film sull’amore a memoria d’uomo (che sarei io).
    Su 1. purtroppo si è accanito quel beota che ha tradotto il titolo dall’inglese e che ha fatto sì che io mi sia perso il film – al cinema – per anni solo per partito preso (se si capisce l’idioma in cui ho scritto).
    Detto questo sogno il giorno in cui il messaggio dentro al cioccolatino reciterà “Ahah ci sei cascato anche questa volta, coglione!”

    1. ahahaha sarebbe meraviglioso.
      sarebbe un gesto rivoltoso in stile tyler durden del sentimento, cambiare i bigliettini dentro i baci.
      ommioddio.
      pensa trovare scritto “forse non lo sai, ma qualche ora fa si stava facendo leccare dal tuo amico”.
      TU SEI UN GENIO.

  6. passo ai film perché sulla festività c’ho poco da dire, li amo tutti tranne Closer che mi ha turbato e lo sostituisco con il Luhrman di Mouline Rouge, impagabile! ma stasera sarà un giorno come un altro e guarderò Sanremo.. per criticarlo, ovviamente 🙂

  7. Ero quello di cui avevo bisogno, e io sai che ti dico?
    Che invece esco e uscirò anche con alcune coppie, ma sai che c’è? Che a me non mi manca nessuna metà e che me ne uscirò felice del mio status tanto che sto qui ad ammorbarmi non mi cambia proprio niente, il programma Suca Valentino me lo applico domani, a San Faustino, per festeggiare da me la mia singletudine.
    Un bacio perugina Vagy te lo mando, così, la cioccolata non fa mai male di sti tempi 🙂

  8. Si va beh però Vagi, ecchecavolo, se è un SucaValentino allora non bisogna neanche parlare d’amore, perchè, almeno per un giorno, bisogna essere orgoglione della propria “single-arità” e allora guardiamoci un film sulla Flora (ma non fauna se no poi scattano gli accoppiamenti) della foresta amazzonica, andiamo al ristorante cinese da sole stasera, in mezzo ad un branco di coppiette, per far vedere che single è bello, che per una volta “affanculotutti” e che vado orgogliosa dei miei tronchetti provera sulle gambe che non mi devo estirpare, dei miei baffetti che si li allungo mi toccano le orecchie che tanto nessuno si lamenta, bla bla bla. Ps e tutto questo te lo dice una giovine 40enne maritata! GODITELA!

  9. Sì giusto eh, però stamattina il barista mi ha regalato un cioccolatino luccicante a cuore e io sono sono stata contenta, più di quando c’è il caffè e basta. (Lo dava a tutte, mica solo a me ovviamente)

  10. Alcuni di quei film li ho visti, altri no. Quelli che ho visto mi sono piaciuti molto. In Basilicata (ad Abriola) c’è una bella chiesa dedicata a San Valentino. Se passi da quelle parti vacci, non solo per la chiesa ma anche per il paesaggio mozzafiato e l’ambiente praticamente incontaminato. Condivido le tue opinioni a riguardo della festa di San Valentino. Se vuoi vedere un film che parla anche di Amore ti suggerisco Cloud Atlas. Per quanto mi riguarda oggi è un giorno come gli altri…un giorno buono per amarsi. Per concludere, a te questa poesia….ritengo che sia per gran parte pertinente con l’odierna giornata:

    Non incolpare nessuno,
    non lamentarti mai di nessuno, di niente,
    perché in fondo
    Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

    Accetta la difficoltà di costruire te stesso
    ed il valore di cominciare a correggerti.
    Il trionfo del vero uomo
    proviene delle ceneri del suo errore.

    Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
    affrontala con valore e accettala.
    In un modo o in un altro
    è il risultato delle tue azioni e la prova
    che Tu sempre devi vincere.

    Non amareggiarti del tuo fallimento
    né attribuirlo agli altri.

    Accettati adesso
    o continuerai a giustificarti come un bimbo.
    Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
    e che nessuno è così terribile per cedere.

    Non dimenticare
    che la causa del tuo presente è il tuo passato,
    come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

    Apprendi dagli audaci,
    dai forti
    da chi non accetta compromessi,
    da chi vivrà malgrado tutto
    pensa meno ai tuoi problemi
    e più al tuo lavoro.

    I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
    Impara a nascere dal dolore
    e ad essere più grande, che è
    il più grande degli ostacoli.

    Guarda te stesso allo specchio
    e sarai libero e forte
    e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
    perché tu stesso sei il tuo destino.

    Alzati e guarda il sole nelle mattine
    e respira la luce dell’alba.
    Tu sei la parte della forza della tua vita.
    Adesso svegliati, combatti, cammina,
    deciditi e trionferai nella vita.
    Non pensare mai al destino,
    perché il destino
    è il pretesto dei falliti.

    (Pablo Neruda)

  11. Visto che i migliori se li è pappati la Vagi, lasciando fuori solo “Love Actually”, che personalmente considero il romance movie definitivo, questa la mia top Five:

    1) Qualcuno da amare
    2) Manhatthan
    3) Butterfly Kiss
    4) Natural Born Killers
    5) Moulin Rouge

    perchè gli amori più belli, si sa, sono quelli che finiscono male 🙂

      1. Grande film, sono contenta di trovare un fan! Io aggiungerei “Sweet November” , ma, mi raccomando, quello del 1968 con Sandy Dennis, adorabile bruttina.

  12. BUFFALO 66 – perchè alle volte tutto ciò di cui abbiamo bisogno, non è un paio di gambe allacciate intorno ai fianchi, ma due braccia strette intorno alle spalle, mentre una mano, dolcemente, ci accarezza una tempia;
    CHASING AMY – per la scena in macchina sotto la pioggia…quando Ben Affleck, forse in modo un pò sopra le righe, apre il suo cuore a Joey Lauren Adams.. ”I can’t stand next to you without wanting to hold you. I can’t-I can’t look into your eyes without feeling that-that longing you only read about in trashy romance novels. I can’t talk to you without wanting to express my love for everything you are….Alyssa, there isn’t another soul on this fucking planet who has ever made me half the person I am when I’m with you”;
    BEAUTIFUL GIRLS – per la scena in cui, in una baracca su un lago ghiacciato, tra un sorso di whiskey e una sistemata al suo cappello di lana, Uma Thurman, parlando del ticchettio della pioggia sui vetri, di Van Morrison e di quotidiani da sfogliare la domenica mattina, da una lezione di maturità a Timothy Hutton;
    THE STATION AGENT – per la dolcezza dello sguardo di Peter Dinklage;
    ME AND YOU AND EVERYONE WE KNOW – per l’abbraccio, nell’ultima scena, tra Miranda July e John Hawkes, mentre il sole balugina tra le foglie verdi di un grande albero i cui rami sono agitati dal vento;

  13. Cara Vague (posso chiamarti così? è per il suono, m’ispira…), io mi son portato avanti iersera ripescando – niente popo’ di meno – “La foresta dei pugnali volanti”. Dei 5 sono labile sul 4°, gli altri una mappazza de roba, specie 1 e 3, IMHO.
    Cmq, stase c’è l’Inter, se piagne uguale, fidate ;-)!
    Buon SucaValentinooooo!!

  14. Io sono accoppiata ma a centinaia di chilometri di distanza e in ogni caso non ho mai dato molto peso a Suca Vlentino. Comunque, per festeggiare, oggi mi sono comprata un detergente intimo, una bilancia (che misura anche la percentuale di grasso corporeo, tanto per non farsi mancare niente) e la gabbietta profuma-water. Alla faccia dei baci Perugina.

    P.S. E magari mi ascolto pure Arnold Layne 😉

  15. sono un’innamorata ricambiata.
    ma mi sono sposata pochi giorni prima di san valentino pur di non dovermi mai sorbire l’atmosfera cuoricinosa…
    spettacolare la top five cinematografica!

  16. Vagy, li ho visti tutti, nel corso degli anni! Ok, sono innamorata e ricambiata, lo adoro e mi lascio adorare tutto l’anno. La cosa sorprendente non sono io, è mio padre che a parte i pensieri bellissimi che ha tutto l’anno per mamma ieri si palesa dopo essersi alzato alle 5 e aver lavorato tutto il giorno con un mazzo di fiori spettacolari…..dopo 30 anni. A questo punto guardo mia madre e chiedo ” Come fai?” e lei ” A fare che?”. Ad aver trovato un tipo spettacolare come mio padre ( per inciso il mio primo amore ) e lei ” E’ lui che ha inseguito me”.

  17. Per il tuo prossimo suca valentino, se sarai ancora single, ho 2 proposte:
    1. se proprio devi stare sul divano a guardare un film ti consiglio: “le pagine della nostra vita” un polpettone che dura 1000 ore, con 2 manzi incredibili. E’ decisamente strappalacrime, io piango sempre tantissimo quando lo guardo, ma non posso fare a meno di guardarlo ogni volta.
    2. sfrutta quelle stupidissime offerte di trenitalia. Viaggio scontato per le coppie? Io partirei col mio migliore amico finocchio fingendo di essere una coppia, o, ancora meglio, con una mia amica fingendo di essere una coppia di lesbiche. L’importante è viaggiare spendendo poco e metterla nel sedere a Trenitalia. 🙂

      1. CONCORDO! una volta in un san valentino della via giovinezza ho finto un incontenibile amore lesbico per la mia amica (prontamente contraccambiato) in un localino pieno di coppiette amorose e sbaciucchiose, in cui le donnine ci guardavano come emerite sfigate, gli ometti (dopo l’inizio della relazione focosa) con il piu’ vivo interesse…

  18. ma se invece dei soliti film d’amore ci mettiamo Django? la storia d’amore è bellissima e come contorno c’è tutto il peggio che tarantino potesse partorire. Capolavoro.

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...