Oltre il Black Mamba

Non puoi accorgerti di quanti pregiudizi razziali alberghino in te e nei tuoi amici, finché non hai appuntamento con un senegalese alto 1.95 conosciuto alla cassa d’un supermercato.

Le argomentazioni sono le più disparate: lo stupro, lo stalking, il femminicidio, lo scippo, le differenze culturali, la minchia di 25 centimetri, l’odore della pelle, la religione, la poligamia, la visione della donna e potremmo continuare per giorni e per notti.

By the way, a dispetto di tutto ciò, io sono uscita con Hot Chocolate, dopo esserci scambiati un considerevole numero di cortesi sms e dopo aver condiviso un paio di brevi telefonate con tanto d’accento francese che madrediddio aiutami tu.

Per l’appuntamento ho optato per un outfit Allahfriendly e politicamente equilibrato, che mi copriva le pingui cosce fino alle caviglie lasciando soltanto percepire, ai piani alti, la presenza di un generoso par di poppe. Ho sdrammatizzato il tutto con le mie fide all star fucsia, perché volevo sentirmi quanto più piccola possibile, al cospetto suo. Si capisce, è una cosa che a me accade assai di rado, essere fisicamente la più piccola, e quando succede me la gusto di brutto. E lui, infatti, era immenso. Altissimo come me lo ricordavo, che praticamente quando camminava io per starci dietro dovevo fare jogging. Aveva il jeans, la camicia chiara e questa pelle nera e perfetta.

A questo punto mi piacerebbe raccontare che sono diventata una busty white chick banged by a Black Mamba. Che le mani mie si sono intrecciate con le mani sue, che nelle sue labbra pronunciate ho sentito il mio nome, che ci siamo scambiati l’amore profondo dandoci i baci più alti del mondo, e che io ero emozionata come una verginella, una revisitazione hard core di Cenerentola, praticamente mai stata chiavata.

blackmamba

E invece no.

No perché, in primis, sono un’idiota e ho infranto il più efficace imperativo che avessi ricevuto in merito a tutta questa vicenda: “Non devi fare Intercultura. Devi scopare!”

In secundis, è successa una cosa strana. E’ successo che, sorprendentemente, non sono affatto entrata in modalità troione-a-caccia-della-più-epica-scopata-della-vita-sua. Lì per lì, a dispetto della mia disgraziata inattività sessuale, non ho cercato il caso fallico da sbattere in prima pagina nelle mie porno-memorie-postume, l’etnometodologia applicata con tanto di metro da sartina per riportare il preciso kilometraggio dell’autostrada del sole. No. Io lì per lì, incredibile a dirsi, ho cercato l’essere umano.

Così sono partita. Ho insensatamente messo da parte la sgualdrina inside of me e ho iniziato a farmi raccontare la sua storia, per provare a capire tutte quelle differenze squisitamente manifeste, di cui l’incarnato era solo la più superficiale evidenza. Gli ho chiesto di lui, della sua vita, della sua famiglia. Gli ho chiesto della sua religione e del suo essere praticante, mentre io non credo in niente. Della sua spremuta d’arancia al posto del mio spritz. Del suo non mangiare la mia carne preferita. E di come si pone rispetto alla poligamia, e di come funziona, e se le mogli litigano tra di loro. E di come fanno a sopportarne 5 invece di una. E del suo passato. E del suo futuro. E se ha degli amici. E se ha avuto degli amori. E se vuole tornare in Senegal. E se ha vissuto altrove in Italia. E se gli manca quella madre che non vede da 3 anni. E che tutto sommato anche io sono una migrante, che sì certo è diverso, ma in fondo è anche un po’ lo stesso.

E che sì, sono single. Da un anno e mezzo. Che mi sono fermata perché non volevo più fare cazzate. E che ho capito le mie imperfezioni e i miei errori. E che una storia devi volerla davvero per riuscire a farla funzionare. E se non la vuoi, devi essere onesto. Altrimenti sprechi tempo tu e lo fai sprecare agli altri. E, dimmi, ti sto annoiando?

io4

No, dici. Dici che ti piace guardarmi mentre parlo. E così io perdo il filo di quel discorso così inutile che stavo facendo.

E poi mi ritrovo di nuovo ad ascoltarti. A guardarti in quegli occhi nerissimi che dentro mi ci perdo. Che in una frase ci metti più umanità di quanta io ne abbia trovata nei miei ultimi 5 appuntamenti. Sei così bello che ti farei una foto. E hai un sorriso incredibile: bianchissimo e spontaneo, e io ai sorrisi non so resistere, e sono contenta quando te li procuro, perché significa che riusciamo a capirci, anche se siamo così lontani. E tu dentro c’hai tutta la magia un po’ esotica e un po’ familiare del sud. E quando non sei sicuro di una parola in italiano me la dici in francese, con i tuoi 10 anni più di me e la tua idea di tornare per sempre in Senegal.

E poi mi accompagni a casa. E fuori dal portone mi dici che la prossima volta andiamo a mangiare africano, che si mangia con le mani e io voglio, voglio da morire, mangiare dalle  mani tue e farti mangiare dalle mani mie, sentire i sensi miei che si mischiano e si confondono coi tuoi.

E poi ti saluto. E ti bacio la guancia. Con lo schiocco. E la tua pelle è morbida.

E mentre vai via, ti volti indietro. E io sono ancora lì, sull’uscio del portone. E ci risalutiamo. E ci sorridiamo.

E la nostra serata finisce così, senza neanche un limone e nella profonda convinzione che tu sia un gran signore.

E che decisamente oltre al Black Mamba c’è di più.

E io non ho più paura.

E mi sento già un po’ più viva di prima.

 

ps: Ecco sì. Io comunque sto ancora cercando di capire perché nella vita l’ho data a personaggi improbabili e me la sono tenuta stretta con l’uomo più attraente ed elegante che io abbia incrociato dal mesozoico ad oggi.

Ai coglioni sì,  e a uno con la vita dura e l’anima gentile, no. 

Eh sì, per quella celebre teoria dell’assurdo per cui se uno mi piace non gliela do. No, ma sul serio. Mavadoaffanculo.

Ora aspetto solo di fagocitarmi dita, mani e avambracci, quando capirò che non lo rivedrò mai più.

E il massimo che potrò fare sarà consacrare a lui il mio onanismo.

Addio.

129 thoughts on “Oltre il Black Mamba

  1. Concordo con Alexiel, perché non dovresti mai più rivederlo?
    Sai che ti dico, sarà che son scema come te, ma ci ho visto emozione, verità, mettersi in gioco, in questo vostro incontro.. oggi sembra più facile darla/o via, piuttosto che parlare, ascoltarsi reciprocamente.. goditi questa intensità.. buonanotte, tesoro 🙂

  2. Ok è tardissimo, ma sono stata rapita dalla tua storia! E l’unico pensiero che ora mi circola in testa è ” c***o, c***o si devono rivedere!”
    Bhe io sono sicura che vi rivedrete quindi niente pessimismo 🙂
    tutta questa storia è bellissima ,anche se non ti conosco sono troppo felice e faccio il tifo per te! Daje così !!

  3. E bene cosí.
    La prossima volta vai di tacchi, alti. E sorridi sempre. La propensione alla intercultura ti distrarrá dal ‘gliela do adesso subito a questo gran pezzo d’uomo’ … anche perché lui sa quando è il momento di darsi a te . Goditi questa fase delle cene e dei saluti sotto casa. Una volta salito e datosi non ci sará ritorno. Ti sentirai non ‘bella’ ma ‘la migliore strafiga meridionale’ e tutti ti verranno inspiegabilmente dietro e avrai un’aura da far abbronzare le piú bianche delle tue amiche. Buon innamoramento Vagi 🙂

  4. sono concorde con le altre…. meno che sui tacchi alti a meno che tu non ti senta spontaneamente di portarli insomma sii te stessa e bonci, ti ha visto al supermercato e secondo me bonci… lo dico giusto perché io al super sotto casa mi hanno visto in mises assolutamente antistupro. buh io in negri proprio zero… non mi attizzano nemmeno. ti consiglio il film anais nin tanto per rinfocolare le tue fantasie about…;-)

    1. La fiera del “Fai bene a tenertela nelle mutande”…
      Pensieri postumi stile “cazzarola però potevo dargliela”, cosa che ti avrebbe procurato quantomeno il conoscere più intimamente una persona che forse vale la pena di portarsi a letto e a cena.
      Ed il pensiero si ripresenterà a >40 quando quelli di 10 anni più di te guarderanno quelle di 10 meno di te, con la differenza che i pensieri postumi lì non li potrai fare.

      1. Beh, che dire Antonello Delle Piane, anche le donne over 40 non guardano di certo quelli over 50 ma, possibilmente quelli con 5 o dieci anni di meno, proprio come fate voi. Il motivo e’ che un frustrato di mezza eta’, quale probabilmente tu sei, non fa proprio nessun effetto, se non quello di far addormentare. Lei ha fatto benissimo a trattenersi visto che la persona le interessa non solo per andarci a letto. Quando avra’ 40 anni non avra’ certo bisogno di un mattone sulle balle di 50 anni, ne trovera’ di meglio, piu’ giovani e sicuramente piu’ intelligenti di te. E magari non ne avra’ nemmeno bisogno, perché il suo ce l’avra’ gia’.

      2. Deteniamo organi sessuali anche noi- e che organi.. :P. Solo che a questo punto ci piace usare tutto il corpo, scoprire e svelarci piano e godere in un crescendo..Se c’è eros e intesa tra due persone non si perderà niente, se non si fa sesso subito.
        Spirito libero è stata feroce.. :)..Antonello col suo sarcasmo rivela fin troppo il pensiero del suo pene. Ripensa a vagine perdute per sempre?perchè non le ha prese per forza?
        Antonello, Mi fai venire in mente personaggi che si sono sgonfiati in due secondi.. come il loro *****.
        Stai fresco se ancora consideri una donna un buco.. Ossequi.

      1. beh????!!!! Novita’?!
        (Anch’io mi vedo con uno-che-se-faremo-figli-di-certo-non-saranno-biondi. E pure io ho aspettato…)

  5. Luglio, 12 luglio testina. E dopo quella data saremo lì io e te in pieno ape milanese nel caldone mezzi scimmiati a raccontarci a vicenda:
    1. le delizie del black mamba e il fascino dell’Africanera
    2. le problematiche intrinseche dell’essere interista oggi
    Ok sospetto che non ci ascolteremo troppo tra di noi, ma sarà divertente.

    ps io dico e affermo che hai fatto benissimo e che il gigantone già mi sta simpa.

  6. Leggendoti si sente che è stato un incontro meraviglioso.. e poi forse è andata meglio così! Sei stata quella che sei veramente. Scommetto che lo rivedrai. Il problema è che quando si sta così bene con qualcuno, quando si è lì insieme, sembra scontato che lo si rivedrà…poi ci si saluta e ci si accorge che non si conosce abbastanza l’altro da essere sicuri che si farà rivedere. Ecco, io sono una maga nel cogliere segnali del genere maschile che in realtà non esistono e quindi spesso le fantasie di un secondo incontro svaniscono …e mi dò spesso della cretina per non aver osato. Spero che non sia il tuo caso 🙂 ..perchè l’inizio della storia è veramente degno…goditelo!

      1. mah….a dire il vero sul fatto che il sesso orale sia permesso o meno ci sono vari filoni di pensiero all’interno del mondo musulmano.
        Credo che invece siano quasi tutti unanimi nella condanna del sesso anale.
        Comunque, i cattolici dovrebbero scopare per riprodursi e mi pare che non sia la norma in un paese cattolico come l’Italia!
        Tutto il mondo è paese, signore e signori, tra il dire e il fare…

  7. Ho letto sul suo blog che l’altro giorno è uscito con una corpulenta terrona che sa la tirava ma probabilmente le avrebbe dato un’altra possibilità. E’ un uomo, se l’avesse voluta se la sarebbe presa. :mrgreen:

  8. Ci sarà ci sarà 🙂 lo dico per esperienza. Sono appuntamenti davvero speciali, in cui capisci che lo stereotipo è solo sinonimo di paura per ciò che non conosciamo… Cazzate, insomma.

  9. Cara Vague, se cotta dev’essere cotta sia.
    Ecco, mi viene da farti gli auguri ma mi sento come quella scema omofoba interpretata dalla Raffaele, quindi opto per un innocuo “Buona fortuna”!!

    p.s.: sempre pensato che l’unica cosa buona di MI(lano) fosse la vicinanza interculturale.

  10. Perchè ti mangi le mani?
    Secondo me è stato bello proprio perchè te lo sei goduto senza ansie da prestazione; a volte si passa subito al sesso per convincersi che può funzionare…
    Se non lo rivedi più saranno stati bei momenti e non ti sarai svenduta.
    E comunque mi sembra un gran signore, i signori sanno aspettare:)
    un bacio

  11. attendevo questa puntata della storia e mi sto appassionando alla soap (nel senso buono del termine), perché di romantica soap si tratta…speriamo di assistere ad altre 10.000 puntate! come minimo. 😉

  12. Il “non te la do” al tipo più fico ed elegante mai incontrato è un grande classico di noi donne single che si stanno rimettendo in piedi. Lo so perchè lo sto facendo anche io. E mi prenderei a schiaffi da sola, ma anche no.
    In bocca al lupo, Vagy: se non altro, per ora goditi la sua signorilità! 😉

  13. calma e sangue freddo.
    Vediamo come procedere. Questa che ti sta accadendo è una cosa troppo bella, fluida. Vivitela senza troppe fisime femminili, e poi “sti cazzi”. Sei stata bene!

  14. Perchè dici che non lo rivedrai, non è detto! Comunque anche questa volta mi hai fatto sognare… io il ‘mio’ Black Chocolate l’ho dovuto lasciare in Olanda, purtroppo, per cui amen. Però credimi, la reazione dei miei amici è stata la stessa dei tuoi: scetticismo e tanti pregiudizi! Massì, chissenefrega! Se stai a sentire tutto quello che dicono gli altri, non ne esci più, io l’esperienza più bella della mia vita l’ho fatta proprio ascoltando soltanto i miei desideri e le mie sensazioni. Comunque, che tu lo riveda o no, questo incontro ti ha fatto bene. Più di quello che pensi.

  15. GRANDISSIMA VAGIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ma come è felice la zia Pimpra di leggere che hai incontrato un uomo interessante, non solo scopabilissimo…

    E poi, MA CHE TE LO DICO A FARE!!!! (ho vissuto in Nigeria – premetto) agli uomini di colà le donne piacciono… DONNE!!! Vogliono le curve, tutte quelle che tu hai e che cerchi di perdere! 🙂

    Mi è piaciuto da matti quello che hai scritto che mi è sembrato di stare lì con te… e hai fatto bene a non entrare in modalità zoccola che, se l’uomo ti ha attizzato ANCHE il neurone, ti puoi prendere il tempo per conoscerlo un po’, prima di donargli le tue grazie (così, il desiderio aumenta a dismisura…)

    Incrocio le dita… aspetto con trepidazione la vostra uscita al risotrante e …
    INSCIALLAH! 😉

  16. Sono più che sicura che tutti questi “ci sarà, co sarà” siano ASSOLUTAMENTE dettati dall’entusiasmo e da un trasporto sincero ma da scaramantica quale sono una sana grattata me la darei…. 🙂

  17. ehi tu! ma stai cercando di dirmi qualcosa tra le righe???
    No, perché io dopo aver letto tutta la storia non sto qui a pensare “oddio devono rivedersi” o cagate simili! ovvio che te lo auguro! Però sto pensando a quanto sa essere fottutamente ironica la vita, tanto da incasinarci le idee e farci andare a letto con i tipi più assurdi, darla solo per godere del più sano piacere e poi farci scoprire che stiamo sciupando le cose più importanti o sprecando tempo o chiudendo gli occhi davanti a qualcosa che può contare davvero…. e farci svegliare un mattino con una nebbia spessa quanto la muraglia cinese ad appesantirci la testa e il cuore…
    ammettilo, stai cercando di dirmi qualcosa tra le righe???

    1. Sono d’ accordo e un grosso in bocca al lupo!! tutto ciò che hai scritto significa che hai imparato dalle puntate precedenti :).. Possiamo non attestarci a quel livello di uso-e-consumo..
      AVERE VOGLIA DI RIMETTERSI IN GIOCO E FARE PICCOLI PASSI, RISPETTARE LUI E TE STESSA: E’ UN OTTIMO INIZIO..
      Sono felice per te!! :). e da un po’ faccio un passo alla volta come te con estrema cautela

  18. hai terribilmente ragione quando dici che “cercare l’essere umano” (se nel cazzetto c’è qualcosa di umano) regala sensazioni diverse e ti fa sentire viva. ma, peramordelcielo (di dio e di allah), scopatelo!

  19. Hai fatto bene, benissimo a sfoderare la Gran Donna Politically Correct che alberga in tutte noi, ma un armadio d’ebano del genere quando mai ti capiterà più? Quindi, à la prochaine, perché ci sarà una prochaine … non aggiungo altro.

  20. Punto alla seconda puntata.
    E si, è sempre la stessa storia. Dai personaggi improbabili a quelli che riteniamo più meritevoli.
    La verità è che la sicurezza di non sentirsi indifferenti, fa fare cose idiote.

    Anche nel caso in cui fosse conosciuto da tutti come “er negro bianco”.

  21. Dai secondo me lo rivedi, stai solo attenta alcibo africano, mio padre dice che è buonissimo ma fa venire una diarrea fotonica.
    Ps. E’ strano e piacevole sentirti finalmente felice dell’uscita con un uomo, in bocca al lupo 🙂

    1. hahahahahahahahaha scusa tesoro, rido per il consiglio di natura intestinale che mi hai dato!
      ps: sì, è strano. peccato che potrebbe non esserci una continua.
      pps: questo weekend farò il cambio di stagione, lo giuro.

  22. Ti leggo in tram in mezzo a svizzeri bianchicci e mollicci e sorrido. E sorridono anche loro, forse per la prima volta in tutta la giornata. Tu sei
    un portento di femmina. Keep going, si farà vivo. 🙂

  23. Sto frequentando da 4 mesi circa un bellissimo ragazzo nero di origine caraibica alto 1.90 giovanissimo e anche lui dal conturbante accento francese.
    Tra ie solite curiosità e i vari commenti che anche a me hanno fatto sulle dimensioni aggiungo un: ma è pulito? e che (quando ha sfoderato la sua possessività) sicuramente è mussulmano e che sarei andata a finir male in una escalation che va dal pestaggio all’essere sfigurata con l’acido.
    Che dire? concediti il lusso di un buon cioccolatino fondente, (io nel mio blog l’ho chiamato proprio cioccolatino) le occasioni vanno prese al volo! Io ho fatto così. Durerà quanto durerà… per ora me la (lo) godo.
    Vuerre

  24. No fermi tutti. Chi l’ha detto che non lo rivedrai mai più? Per quale motivo tale nefasta possibilità dovrebbe avverarsi? A me dal tuo racconto pare che, finale porno mancato a parte, sia andata benone. E ricorda, il sesso migliore è quello atteso… si vabbè è na stronzata. Diciamo che al massimo puoi arrivare al terzo appuntamento và 😀

  25. Il post è talmente bello e quello che hai scritto rivolgendoti a lui è così sentito che credo di capire perché non ci sei andata a letto; forse, hai voluto prolungare le emozioni e viverle a fondo, prima di culminarle in sensazioni più forti.
    Le vostre mani non si saranno intrecciate, ma le vostre storie, tra “prossimità” e “distanze”, sì, legate dai vostri sorrisi. Comunque vada, avrai un ricordo che ti farà sentire viva e si sostituirà a quello di tanti coglioni.

      1. meglio un Harmony… scherzo. Nel caso non dovessi più rivederlo, averlo incontrato rimarrà un’esperienza positiva: hai acquisito l’idea di “uomo vero”, nonché la prova che ne esistano e, inoltre, una maggiore consapevolezza di quello che vuoi. Credo o almeno questa è la favola consolatoria che mi racconto io, se può esserti utile…

  26. .Ciao Vagina…ti ho conosciuta grazie a questa storia (come dici te….i pregiudizi dei propri amici, nel senso buono ovvio, sono rappresentati anche dal linkarti post del genere se sanno che esci con un senegalese 😉 ) e son proprio felice, sei una grande! Goditi tutto quello che puoi ma…non farti illusioni…l’intercultura è meraviglioso ma lascia l’amaro in bocca spesso e volentieri unfortunately! Credo che rimarrò “innamorata” del mio uomo nero meraviglioso e dei suoi mille aspetti positivi per tutta la vita eh….ti assicuro che dopo aver cenato con salmone, caviale e champagne per mesi è davvero tosta tornare al tonno al naturale e al tavernello. Sogna….ma non troppo, vivitela ma tieni i piedi per terra.

    P. S. per Panzalberto……tantissimi musulmani sono dei meravigliosi peccatori….è proprio vero, oltre il black mamba c’è di più…tanto di più! 😉

  27. Vagy!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!L’appuntamento è stato romanticissimo!!!!!!!!!!!!!!!!E non avete fatto altro che parlare perchè lui come persona ti piace non solo fisicamente: ti piace l’anima che stai scoprendo, il suo cervello. Non temere per il colore della pelle, il mio amore è per metà brasiliano e io adoro la sua pelle, anche se per strada ci guardano tutti perchè di contro io sembro la sorella albina di biancaneve. E anche con lui anche se ci conosciamo da una vita parliamo per ore, e io l’ho corteggiato sfrenatamente perchè ne valeva e ne vale ancora la pena! Non sai quanto vorrei avere dei figli che somiglino a lui, compreso il colore della pelle e una chioma di ricci!Un bacio, vivi questa vita intensissimamente! Ps tranquillizza amici e parenti di pessimi soggetti ce ne sono anche italiani, tipo mio zio, il fratello di mia madre, che l’ha chiamata per sapere se sapeva che uscivo con uno ” di colore ” e mia madre gli ha detto la verità, che lo conosce da quando eravamo piccoli, che è un ragazzo splendido e che avrebbe fatto meglio a pensare ai ragazzi delle sue di figlie!

  28. A meno che non sia già partito per il Senegal o ti abbia salutata con un inequivocabile “addio”, non vedo perché non debba esserci un seguito. È che tu sei anche quella di serate così, anche se ti fa strano ammetterlo e non va più di moda (pare) parlare, capire e raccontarsi. Piuttosto non sopporterei la “multiproprietà” o altri stili di vita che, però, non sono legati solo al color cioccolato. Come dicono le nonne: se son rose…

  29. Perché dici che non lo rivedrai piu’, Vagy? Lo rivedrai eccome. Perché avete iniziato un dialogo che va oltre il fatto che vi piacete…e sapete che non sara’ una trombata qualunque, e anche se non sapete ancora come andra’ non sara’ di certo “una cosa qualunque”. Anche io sono stata corteggiata da un uomo di colore, ma sinceramente non me la sono sentita di dare seguito alla cosa…probabilmente non ho avuto il tuo stesso coraggio di inoltrarmi in tutte queste differenze, tra cui la pelle di colore diverso probabilmente e’ la meno importante. Non so se ho fatto bene o male a impedirmi di vivere questa cosa….forse leggendo il seguito tra te e Black Mamba mi chiariro’ le idee su tutti i dubbi che ho avuto e che alla fine hanno prevalso….baci :*

  30. Ma va la’ vagina che lo rivedi, altroché se lo rivedi, altro che mangiarti le mani! Io ho un buon presentimento, e resto in fiduciosa attesa della seconda puntata!
    Angela

  31. passiamo la vita a fare programmi, per quanto possiamo essere spontanei! e quante volte possiamo dire che arriva qualcuno che sconvolga tutto il programma e ci spiazzi? Beh, rarissime volte, perciò goditela questa nuova conoscenza!

  32. certo è che si è messi veramente male se ci si stupisce e si rimane incantati da un normalissimo incontro. Ci sarebbero da porsi, a questo punto, innumerevoli interrogativi.

  33. I concetti di “essere umano” e “sentirsi viva” dicono tutto.
    Un bel colpo di ramazza ad opinabili valori
    ( successo/immagine-soldi-sesso) dei gg nostri

  34. Ma mi sembra tutto assurdo!
    Mi spiego meglio. Quando ho letto questo spiritosissimo intervento su questo magnifico blog e il precedente sull’istinto sessuale e animale in azione, non avrei mai pensato che potesse accadere una cosa simile. Roba da film, pensavo! E invece il giorno dopo, mentre camminavo tranquillamente un senegalese mi si avvicina e mi abborda alla grande, dandomi il suo numero e promettendogli di chiamarlo al più presto.
    Non penso che lo farò ma l’evento in se mi ha fatto immediatamente ricordare questo post e la simultaneità tra di essi! 🙂
    Ciao ciao

  35. Vagi, secondo me hai fatto bene. Hai fatto quello che ti è venuto spontaneo fare ed è giusto così! Sicuro che vi rivederete.

  36. Alla frase “mi piace guardarti mentre parli” mio marito direbbe che noi donne non abbiamo idea delle cazzate che gli uomini sono capaci di dire pur di scopare… e per fortuna non ne abbiamo idea, altrimenti loro non scoperebbero mai. (L’ho sposato perchè è un figo)
    Detto questo, purtroppo a leggere post del genere mi rendo conto che povere noi, non ci libereremo mai del contrasto tra l’amore fisico e l’amore mentale che ci hanno inculcato da secoli, ed è proprio un peccato.

  37. Vagina non fartelo scappare, vai piano e andrai lontano!!!
    come sempre la miglior raccontastoriepersonalidadiariosegreto di sempre!
    Ps: ma lui lo sa che hai un blog?

  38. Conoscere una persona, scoprila poco a poco, capire le differenze e le cose in comune, meglio senza le paranoie di quello che sarà … è la cosa più erotica al mondo.
    Non c’è scopata che tenga Vagi, quando due cervelli emettono vibrazioni che tornano indietro come onde radar, capisci che il sesso è solo una piacevole, misteriosa conseguenza, mai la partenza.

    Ps. adoro i post dove ti metti a nudo, anche se non lo fai come tutti speravamo…

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...