Validi motivi per NON rivedere un Ex

Uno dei fenomeni peggiori in cui tu possa imbatterti quando sei single, è il ritorno di fiamma con un ex.

Può succedere per numerosissime ragioni. Casualità, occasione, momento di saudade, lungo periodo di apnea emotiva, desiderio di rifare un giro in filibusta, perché come filibustavi con lui maippiù nella vita. Insomma, può succedere e in genere succede nonostante sia acclarato e reso noto, cristallino e di pubblico dominio, quasi quanto che la Terra gira intorno al Sole, che rivedere un ex è comunque una stronzata. Un ex non è MAI una buona idea.

Ho provato a farlo capire alla mia amica Vagisocciamela, quella di Bologna con la predilezione per i batteristi (ma anche i fonici e i tecnici dell’audio) di tutte le indie-rock band italiane. Mi ha informata sull’intenzione che cova di vivere una seconda primavera con un suo storico love affair con cui, per carità, si sono tanto amati, erano una coppia per certi aspetti perfetta, finché non giunse il momento di mollarsi. Perché? Non lo so. Le storie finiscono.

Io le ho detto ciò che un’amica può dire in questi casi, senza finire col trattare la controparte come un’idiota, tanto più se un’idiota non è. Ma siccome temo che nell’andirivieni di alibi vaginali che sappiamo cucire sartorialmente sulle nostre incoerenze, Vagisocciamela possa tralasciare le mie parole, e siccome credo che siano in tante ad essere potenzialmente afflitte da questa questione degli ex, ebbene ho deciso di elencare alcuni Validi Motivi per Non Rivedere un Ex.

1. L’unica cosa che è buona riscaldata è la pasta con le lenticchie, non un ex.

2. La memoria edulcora, lo fa per pura questione di sopravvivenza. E’ come con gli yo-yo, le merendine, quelle che avevano due strati di pan di spagna circolari, il cioccolato in mezzo e due linee di cioccolato fuso che facevano zig zag sopra, come fossero state colate dalle sapienti mani di una mater pasticcera. Ecco. Io quando ero piccola amavo gli yo-yo perché la Vagina Maestra non me li comprava mai. Mi comprava le Camille, mia madre, che io strippavo perché volevo delle fottute merendine al cioccolato, come tutti i bambini del mondo, non lo spuntino alla carota. Cioè avrei persino accettato – mio malgrado – un plumcake, ma la Camilla NO! La Camilla era una roba da Telefono Azzurro, darmi uno snack al gusto di ortaggio era praticamente insultante, e non mi importa nulla del fatto che la Vagina Maestra cercasse già allora di combattere il prematuro stato di obesità che interessava il mio corpo (so che ho già parlato di questo argomento ma è un tema molto sensibile della mia infanzia): io volevo le merendine al cioccolato! Ecco: qualche anno addietro ho avuto la malaugurata idea di riassaggiare gli yo-yo. Non trovo le parole per spiegare la delusione. Un pan di spagna plastificato, un cioccolato ultrachimico ma quell’ultrachimico becero, da due lire, nemmeno l’ultrachimico lussurioso dei Pan Goccioli Mulino Bianco per intenderci. Insomma, una debacle. Allora ho capito. Ho capito che ci sono alcune cose che non vanno riassaggiate. Specialmente se ne abbiamo un buon ricordo.

3. Se è ex ci sarà un perché, questo avrebbe dovuto cantare Riccardo Cocciante (*non Massimo Ranieri come avevo erroneamente scritto) Aggiungendo che non c’è bisogno di scoprirlo stasera, perché se ti concentri, se ti sforzi, se ti fai uscire le emorroidi, vedi che lo sai benissimo perché è un ex. E se è diventato ex vuol dire che non andava bene, che ti ha fatto troppo male o che non ti piaceva più abbastanza. Indagare altre posizioni ideologiche in merito, iniziando a dire muccinate come “Ci siamo solo incontrati in uno strano momento della nostra vita” oppure “Avevamo bisogno di dare un’occhiata nel mondo per capire che eravamo fatti l’uno per l’altra”, al fine di legittimare l’opportunità di riprovarci, è un po’ come dare calci contro un tufo a piedi nudi con l’unghia incarnita: stupido e doloroso.

4.   Ho capito il bisogno di sentirsi vive e appassionate, ma intorno ai 30 anni puoi provare con altro: lo yoga , un massaggio total body, un vibratore modello rabbit, il turismo culturale nelle capitali europee e quello sessuale a Capo Verde.

5. Le scopate con certi ex sono le migliori in assoluto, potenzialmente, d’accordo. Ci si conosce già, c’è il coinvolgimento emotivo quindi l’atto sessuale non diventa un’estensione degli squat che fai in palestra ma si dota di una vera e propria dimensione umana. In più ha tutto il fascino dell’errore quindi certo, d’accordo. L’unico problema è che per queste cose non esiste una pillola del giorno dopo che ne cancelli gli effetti.

6. L’ex è per definizione, sempre, accoppiato. L’ex appetibile, intendo. Poi nel mio caso sono accasati anche gli inappetibili e gli inappetenti, ma questo credo sia indice del processo di devastazione sociale che sta vivendo il genere vaginale inteso nella sua globalità. Ora se l’ex è accoppiato, flirtarci all’inizio vi farà sentire fiche, come se andaste a fare shopping in una boutique vintage. Il fatto è che dopo un po’ la boutique diventa una bancarella al mercato delle pulci e voi vi ritrovate a fare la transazione più sconveniente di tutte: pagare per ricomprare un vecchio jeans che avevate buttato via.

7. Se l’ex è accoppiato, ed è ovvio che lo sia, laggente saprà che vi siete rivisti o che vi state rivedendo. Perché queste cose si sanno, come dice la Vagina Maestra: “Quello che si fa, si sa”. A quel punto ci saranno due possibilità speculari: o tu sarai la ©stupida che continua a darla al ©bastardo, oppure sarai la ©bottana che ancora non lo lascia in pace a viversi la sua vita, e lui il ©deficiente che ogni volta che torni c’è. Ora, magari una se ne fotte, o magari  queste cose la disturbano. Se la disturbano è bene che ci pensi prima.

8. La metamorfosi estetica costituisce un altro punto dolente. Dopo i 25 anni non importa quanto tempo sia passato dall’ultima volta che vi siete visti: un biennio, un quinquennio, un decennio. Lui nel frattempo avrà sviluppato un’aria matura e affascinante, magari si sarà pure fatto crescere la barba e, tutto tempestato di rughe, si vanterà di essere come il buon vino. Tu, invece, quasi sicuramente sarai quella “più vecchia” e, a meno che tu non sia Milly Carlucci, eri più bella prima. Adesso sarai sicuramente più donna, più consapevole e padronaditestessablabla, ma la crudele verità è che hai  più rughe, più kili, più cellulite, più capillari, meno capelli, meno spensieratezza e meno resistenza sui tacchi da baldracca.

Kelly-e-d-Dylan

9. Se vi vedete dovrai essere preparata a gestire una stagione di Vaginismo Spinto. Se l’incontro va bene dovrai sopportare le tue indomite paturnie per almeno un mese. Se l’incontro va male, dovrai sopportare un altro genere di indomite paturnie per almeno un mese. Comunque vada, sarà una disdetta. Dovrai confrontarti face to face con il tuo vaginismo più autentico e più estremo, quello che da anni cerchi di addomesticare, quello che con la scusa del premestruo cerchi sempre di esorcizzare, quel mostro di VagiNess che ti perseguita da quando hai capito che non ti sarebbe mai cresciuto il pisello tra le gambe. In pratica, se vi vedete, è come essersi fatti il culo a tarallo per perdere 20 kg lentamente, poi sedersi a tavola, abbuffarsi e riprenderne 15.

10. Nel frattempo ti accorgerai in fretta, qualora negli ultimi anni fossi stata sotto effetto di un anestetico dissociativo e non te ne fossi resa conto, che la tua vita è cambiata rispetto ai tempi passati, e anche quella dei tuoi amici. Non hai più il tempo da dedicare allo sgrillettamento cerebrale e, tanto meno, i tuoi amici ne hanno per aiutarti a dipanare inutili e nauseanti matasse emotive che ti sei creata da sola. Cioè, fino ai 20 anni tutto lecito. Dopo, se fai una minchiata colossale, se la fai consapevolmente e con le mani tue, embé le ferite te le lecchi da sola, si capisce.

Detto questo, siamo adulte, vaccinate e ci siamo anche fatte le malattie esantematiche.

Non ci resta che trovare compromessi e poi perderli, guadagnare certezze e sconfessarle, lasciar prendere il sopravvento alla testa e poi alla pancia, e poi alla testa, rincorrendo la metrica della vita che scegliamo di vivere.

E della vita a cui rinunciamo.

Speriamo solo che, a questo giro, la lezione più importante sia sedimentata in noi: cerchiamo di essere complici di noi stesse, non carnefici.

…cerchiamo.

152 pensieri su “Validi motivi per NON rivedere un Ex

  1. …ossantapolenta… e cedà?…. ma una cosa semplice tipo:
    a) lo vedo, scatta qualcosa (nel profondo.. quella roba che inizia con A e non è erotica) -> corriamo il rischio
    b) lo vedo, scatta una roba erotica -> libera di farti male
    c) lo vedo, non scatta una beneamata -> libera si libera… ma scimunita pure!

    no? 😀

    1. Oddio proprio in questi giorni si è rifatto vivo un ex titillandomi la papilla e proprio oggi leggo “per caso” il tuo verissimo, terribile, dissacrante, scoraggiante articolo? C’è sicuramente una spiegazione cosmica !Però mi ha fatto ridere e questo è già bellissimo

      1. Erruccio..mi giudichi con troppa fretta..
        Epperò, sotto sotto, lo so che sei un bravo ragazzo.
        Vabene, ti darò un’altra possibilità.
        Non sprecarla!

      2. Endogamia fra bloggers wp.. nuova piaga.. probabile
        P. S.: Erre sei un brand vincente .. sei addirittura su cenacolo intellettuale su fb?? Marò..

      1. E si, nano.
        Basso, era basso, è tutt’ora basso e tutt’ora ex.
        Dieci centimetri buoni più basso di me.
        Ma qualche dote l’aveva.
        Troppo poche, però.
        Buona serata.

  2. pensa che un mio ex (sono passati TRENTA ANNI eh)… ora mi incrocia e suona il clacson… lo ammazzerei… Il clacson a una signora attempatella e felicemente accasata come me… maleducato… lascia stare gli ex… sono EX e tali devono rimanere

  3. Sto articolo mi capita a fagiuolo guarda!! Siccome sto con mezzo piede nella possibilità di rifarmi male con un cretino, che appartiene alla categoria ex, lo ritiro subito quel mezzo piede! Hai ragione, porca miseria, 10 punti che sputano verità alla grandissima!!! Grazie vagi, mi ci serviva :* *

  4. Indubbiamente il tempo passato edulcora sempre. E devi veramente sforzarti per capire, tra le sirene dei bei ricordi, per quali motivi non abbia funzionato. A parte la psicopatologia di una che, dopo averti lasciato di punto in bianco ed aver iniziato (ovviamente già prima di lasciarti) un’altra relazione, ti assilla per tre anni con messaggi notturni che neppure Moccia si sarebbe potuto inventare.
    E nonostante i campanelli di allarme che suonano come neppure tutti i citofoni di uno stabile di dieci piani tu decidi di prendere un aereo per Bari per tornare a vederla, e “capire” se possa funzionare ancora, anche perché facevate del sesso magnifico.
    Il rimedio? Un paio di sere prima trovarne una con cui scopi ancora meglio, e stracciare il biglietto aereo. Con il vantaggio che i peni sono immuni dalle paturnie vaginali

  5. Sono un attimino in difficoltà….inzomma, il mio attuale compagno è stato il mio ex per ben due volte. Non siamo come Ridge e Brooke ma sono 11anni ormai. Una mia amica lo ha sposato, uno dei suoi ex, dopo molti anni che s’erano persi di vista. Un’altra mia amica è tornata col coglione di quando aveva 20 anni e questo era sempre l’emerito coglione di una volta, ma lei c’ha provato lo stesso. Buttando via altri anni.
    Il punto è che si cambia. Più di quello che ci piace ammettere. Bisogna solo vedere se si cambia in meglio o in peggio. Non è sempre solo questione di “minestra riscaldata”. Forse è più questione di ritrovarsi e non di ricercarsi. Ti deve capitare, non devi volerlo. Se lo vuoi sei stupida, non hai ancora capito che una cosa non potrà essere sempre uguale a se stessa.
    Però, se deve essere, sarà. In maniera diversa, ma sarà. Mia madre una volta mi ha detto (a grandi linee) che se dai ad una persona il privilegio di una seconda occasione devi essere già a quel punto della vita dove quella persona non ti è necessaria, ma è un “di più”. Minchia se aveva ragione….

      1. non solo le donne, ma anche gli uomini. in generale sin dalla nascita ci educano a dipendere dagli altri soprattutto emotivamente sentimentalmente. Perchè una persona che non sa bastare a se stessa è ricattabile. E ti lascio immaginare questo che significa anche a livello sociale e politico.

    1. Però.. certo siete fortunate.. ho una vita sentimentale moolto più travagliata..Ricominciare è faticoso.. Bravissima la mamma.. Spesso ho pensieri freudiani: parricidio ed evirazione.. solo simbolici secondo voi??

  6. sono d’accordo.. e anche no, le persone cambiano e possono essere persone “diverse”.. e comunque non voler correre il “rischio di morire” non vivendo è un’equazione che non mi pare conveniente… sempre meravigliosa, un abbraccio

  7. L’ho fatto 1 volta tanti anni fa, non molto tempo dopo averlo lasciato, e ha dato piu valore alla mia scelta di averlo mollato. Non che si debba fare la riprova ogni volta eh! però data la tipologia di rapporto e la mia dipendenza affettiva da lui ( nonostante non lo amassi più) quel ritorno ha definito molto bene i contorni della mollata.

  8. Sacrosanta Verità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Con questo mi son convinta … mo’ basta con tutta la roba “riscaldata” … Grazie Vagi!!!!!!

  9. Tutto vero a grandi linee. Però…

    La mia migliore amica è felicemente accasata da qualche anno con un ragazzo approvatissimo (da me) dopo che all’inizio della storia lei lo aveva lasciato e ripreso 3 o 4 volte in pochi mesi (era DAVVERO in un periodo difficile della sua vita). Il fatto che lei l’abbia mollato più volte è sempre un gradevole argomento di conversazione, tra loro e tra noi amici.

    Basta con questa storia degli uomini che imbelliscono e delle donne che incessiscono: ci sono ottimi esempi di donne più fighe a 30 che a 18 o anche a 50 che a 30. Vale soprattutto per le bruttine, che generalmente invecchiano meglio. E non è che tutti gli uomini si trasformino in George Clooney: perlopiù perdono i capelli e mettono su pancia.

  10. Tutto sacrosanto, so di cosa parlo anche se sono privo di vagina. 😉
    Tuttavia era Cocciante e non Ranieri che si dava risposte circa le motivazioni sottostanti al perdurare del rapporto… 😀 non che cambi molto, in verità. Canzonette strappalacrime e non strappamutande restano.
    Con stima
    X.

  11. Simpaticissima! Concordo, tranne che in un caso… quel “ci siamo incontrati in un momento sbagliato” è un “ci siamo incontrati a 12 anni”… cioè, se è un ex di quando facevi i primi anni delle scuole superiori e lo rivedi a 40 anni, secondo me si può fare! 🙂

  12. Ci sono ricascata non so quante volte e sempre con lo stesso, quello-che-credevo-l’amore-della-mia-vita, ma l’ultima volta persino il sesso non è stato eccelso come ricordavo, proprio come le merendine yo-yo che dici tu. E se nemmeno il sesso va più che altri motivi possono esserci per rivedere un ex (se non un autolesionista nostalgia irrazionale)?

  13. una dopo i 25 anni avrebbe più rughe, i capillari, meno capelli, il culone…? che esagerazione! invecchiarsi da sole non è una buona tattica per l’autostima.

  14. Sottoscrivo anche le virgole! Meglio cercare di commettere sempre errori diversi, la vita è troppo breve per ripetere le stesse minchiate.
    Prima che confondermi con un ex vado a fare la conversa dalle orsoline.

  15. Question time:
    – sei stata ispirata dalla notizia della liaison tra Dylan e Kelly (che sembra già terminata.. Giusto il tempo di qualche botticina in amicizia) o si è rifatto vivo un ex?
    – what’s filibusta? 😳

      1. Con me ha funzionato, ma non penso possa essere ritenuta una regola generale! Non so quanto ho riscaldato quella minestra, per mesi e mesi, facendomi ogni volta più male! Il sesso era pure scadente, quindi masochismo allo stato puro! Ma si sa, noi vagine sappiamo essere le più accanite carnefici di noi stesse!! Poi ho conosciuto il suo capo (attualmente mio marito!) e l’ho piantata lì con l’ex che oramai sapeva di rancido!

  16. Il paragone con i jeans che hai dato via e ad una bancarella li ricompri rende benissimo!
    Se è un ex, tale deve rimanere.
    Sia che t’abbia lasciato lui (cafone che non capisce quanto vali):, sia che l’abbia lasciato tu (avrai avuto buoni motivi…).
    In più, se rimane il bel ricordo del sesso che fu, meglio non guastarlo con un più recente incontro con tu, si più vecchia, ma lui con meno capelli e più panza.
    Se proprio ti scappa di avere desideri di una storia “da giovane” trovati un toy boy! Mai fatto, son fidanzata, non cornifico, ma dovessi tornare single piuttosto di dare la soddisfazione all’ex di dire “però, li porti bene i tuoi anni!” Rimango sola soletta 🙂
    Ciao Vagy

  17. aaah il brivido del tira e molla…(detto da una che è riuscita ad allungare due storie – una di sei mesi e l’altra di 5 anni – rispettivamente in una di 3 anni e una di 8…)

  18. Anche le lasagne riscaldate sono il top… sulle camille c’hai ragione… è una vera roba da telefono azzurro oltre al fatto che sono un lapalissiano esempio di pubblicità ingannevole visto che dall’immagine sembrano abbastanza grandi (come un palmo) e invece sono delle cose minuscole. Sullo yoyo… onestamente credo che la qualità sia peggiorata nel tempo, per esempio ogni tanto mi faccio prendere dal desiderio di un sugo pronto e poi mi pento perchè il sapore ha quel chimico che ti rovina.

    sugli ex… credo che sia un’esperienza da fare, io di ex non me ne sono ritrombata manco uno, per fortuna. A parte un trombamico di cui ero innamorata che a ritrombarci si è rivelato bravo ma non magico come prima. ma appunto un trombamico…

      1. per me la trombamicizia è attualmente la forma più sana di relazione perchè è esattamente come dovrebbe essere anche una relazione seria: rispetto degli spazi reciproci, amicizia e sesso. Quando sei appagata/o nessuno si sogna di andare con qualcun’altro quindi viene da se anche la fedeltà. insomma è una condizione perfetta.

        P.s. circa il tuo commento: “avvicinatevi ai 30 poi mi dite” ho 35 anni e non lo diresti mai se mi vedessi. Il punto è essere giovani dentro… e personalmente io mi sento 17 anni, con il beneficio di avere saggezza e quindi non fare troppe cazzate.

      2. La trombamicizia è un gradino superiore alla relazione con un vibratore, che usi e poi metti in un cassetto. Non la paragonerei ad una relazione seria…..

      3. Dipende dalle esperienze, pinzalberto. Per quanto mi riguarda trombamicizia essendoci anche la parola amicizia non significa che sta li per caso, ad indicare che ogni tanto ci scappa qualche domanda del tipo: “che hai fatto oggi di bello?”. Per me significa invece che è una vera e propria amicizia con in più anche il piacere del sesso assieme. Non direi proprio quindi qualcosa in più del vibratore, semmai qualcosa di meno opprimente di quella che gli altri definiscono “storia seria”, con gelosie, ripicche etc etc. Può darsi che io abbia avuto pessime e deludenti storie serie. E’ vero, non lo nego. Ma così è, come ho detto dipende molto dalle esperienze…:-)

      4. Allora non aver paura, chiamalo con il suo nome. Amici, vi volete bene, fedeltà, questa non è una trobamicizia. Probabilmente lo hai anche spaventato con la teoria della relazione perfetta, e non ha il coraggio di fare il grande passo.

      5. ehm… ma che ti sei messo in testa? Spaventato chi? Quale grande passo? Avere paura di cosa?

        è molto semplice: ci sono persone che vogliono una relazione simbiotica e totalizzante ed eventualmente mettere su famiglia. Altre invece no perchè magari hanno altri obiettivi nella vita. Con questo non sto dicendo che invece chi vuole una relazione “canonica” sia inferiore e stupido o sbagliato è semplicemente diverso, ma alla pari.

        Ognuno di noi troverà la persona giusta per se.

        Perchè io non ho detto che voglio solo trombamicizia, ho detto che il modello è il migliore, secondo me (per me). Una relazione in cui si è amanti, amici, fratelli, complici. Nella quale ci si sceglie. Questo è quello che voglio.

        E sì, è cucito su di me, sulla mia esperienza e sui miei progetti di vita. Ugualmente come lo sarebbe per qualcuno che viceversa vuole fidanzarsi (fatto), convivere (x 8 anni), fidanzarsi (fatto), sposarsi (quasi fatto) e mettere su una famiglia, con pranzi domenicali dai suoceri (ora ex futuri suoceri), cenoni di natale… nascite, pannolini (argh!) etc etc.

        ci ho provato…non fa per me. e non perchè io abbia paura. Ho capito che non era quello che volevo davvero. Punto.

      6. Detta così sembra la tua persona giusta. Un qualcosa di più che chiami con un nome diverso. Naturalmente sei tu e solo tu che sai cosa vuoi nella vita. Non vorrei solo che prima o poi qualcun’altra te lo porti via e te ne accorgessi in ritardo dell’errore. O probabilmente non ho capito niente ed è solo un carissimo amico con cui fai del sesso….. Sto diventando proprio un vecchio impiccione…. 🙂

      7. Se e quando ho bisogno di fare riferimento a fatti e questioni personali e persone reali lo dico esplicitamente – quindi in questo caso hai cannato tutto perchè parlavo in maniera astratta 🙂 Non mi riferisco a nessuno in particolare.

        Inoltre, nessuno può portarmi via qualcosa che non ho perchè normalmente non sono usa a pensare di possedere le persone. Nessun tipo di rapporto interpersonale col prossimo essere vivente ne implica la possessione.

        Per questo le persone non si appartengono ma condividono informazioni ed esperienze con gli altri in diverse forme di relazione sociale. Con implicazioni emotive e sentimentali a vari livelli. E in molti modi.

        🙂

      8. Non fa una grinza! Io però preferisco pensare di appartenere a qualcuno, mi fa sentire più protetto, accudito, coccolato. Preferisco la sensazione del guinzaglio (non fetish) con la targhetta al collo che quella del randagio. Preferenze……

      9. eh l’avevo capito. 🙂

        p.s. hai fatto bene a specificare che non ti riferivi al contesto italiota del “famo strano”….

  19. E’ vero, ritornano sempre….ma solo per rompere i coglioni! Ma la categoria peggiore non sono gli ex, ma quelli a cui sei proprio rimasta qui (sto indicando il pomo d’adamo se ce lo avessi), quelli che “insieme sareste stati perfetti ma non era il momento giusto e se ci siamo rincontrati dopo anno ci sarà un motivo”….ahi ahi ahi

      1. Io l’ho avuta, ma a occhio e croce sono un pò più vecchia quindi….ranquilla siediti e aspetta…Busseranno alla tua porta e per un attimo ti semberà il destino che si realizza, tieni duro è solo un momento! 😉

  20. Rimango dell’idea che riciclare un ex sia sostanzialmente una dichiarazione di pigrizia (parlo da privilegiata: ho la fortuna di non edulcorare i ricordi a posteriori, bensì di inacidirli. Quindi vedo i miei ex come gli eredi di Priebke anche se in realtà erano solo dei poveri diavoli).

  21. Ma io non ho capito una cosa. Vale anche per le storielle estive/flirt di qualche mese/storie che non superano i 365 giorni?
    Perchè è importante questo dettaglio eh! 😉
    Un bacio, Vagy!

    1. La mia classificazione, grettamente maschile è:
      A) meno di un mese. Si tratta di “musica e magia” (prima si tromba e poi si sparisce)
      B) da uno a sei mesi. Si tratta di sperimentazione (è una “amicizia con benefici” che può evolvere?)
      C) da sei mesi ad un anno. È vera passione (in pratica il miglior sesso fatto sinora)
      D) oltre l’anno. Diventa seria, oppure si è talmente pigri da non aver voglia di cambiare.
      Gli ex appartengono solo alla C e D, gli appartenenti alle prime due categorie sono riciclabili, anche se solo occasionalmente.

  22. A 30 non puoi essere peggio di prima…dai 30 ai 35 la donna fisicamente è al meglio….sfruttati questi anni magici, per la dietrologia c’è tempo….ha voglia se c’è tempo!

  23. Cara Vagy, scusa s mi sono assentata per un po’ ma mio fratello ha pensato bene di rompersi una spalla giocando a calcio……maschi!Leggevo ridevo: devi sapere che purtroppo ho una memoria da elefante, quindi non basta il tempo per indorare la pillola nel mio caso. E’ vero il primo amore non si scorda mai, soprattutto se era un’egoista come il mio.
    Potenza di facebook, dopo 10 anni si rifà vivo sul profilo di mio fratello ! Così tolgo la tastiera al pargolo e avviso il mio ex che se prova anche solo ad avvicinarsi a casa mia gli faccio trovare fuori dalla porta un dobermann a digiuno da un paio di mesi: problema risolto. ex sparito!

  24. “4. Ho capito il bisogno di sentirsi vive e appassionate, ma intorno ai 30 anni puoi provare con altro: lo yoga , un massaggio total body, un vibratore modello rabbit, il turismo culturale nelle capitali europee e quello sessuale a Capo Verde.”

    Mon dieu, e sì che i 30 li ho passati da un gran bel po’, comunque a parte il turismo sessuale a Capo Verde (sostituito da qualche uscita a cena con seguito di blando movimento,) ho dato fondo a tutti i sostitutivi che hai citato, aggiungendovi il running e la frequentazione di contesti pseudo cultural-culinari.
    Ciò detto, sarò una voce fuori dal coro perché gli anni migliori con il mio ex-ex (sotto ogni punti di vista) sono quelli che abbiamo trascorso dopo il primo stop. E non sono stati pochi (tre).
    Probabilmente all’epoca ci amavamo davvero, o eravamo seriamente legati da quel filo di seta negli abissi di cui gorgheggia Elisa, dato che si tirano in ballo canzoni. Filo di seta che si è decisamente inabissato nella fossa delle Marianne, ora e per sempre.
    Non sempre le minestre riscaldate sono “sranzeghe”, come dicono da ‘ste parti. A volte sono veramente ottime ma poi finiscono, perché tutto finisce, anche quando credi che, dato che hai saputo ritrovarti, il tutto durerà forever and ever.
    Ecco, io l’ho sempre saputo che non sarebbe andata così, perché come ho scritto da un’altra parte, ciò che siamo non cambierà mai. Chi siamo cambia continuamente.

  25. P.S: Vagy, mioddio hai beccato l’unica foto in cui Carrie è una strega!
    Altra cosa: da me c’è pane per i tuoi denti, anzi, materia per le tue pupille.

    Baci

    zia

      1. Eh. Ma guarda che se mi dici Padova mi tocca scoprirmi e rivelare al mondo che, attualmente, vivo lì (o qui? non so cosa sia meglio dire). Ecco. E te lo dico con gli occhioni luccicanti e supplicanti eh… tipo così: *-*

  26. Come andare a rovinare i bei ricordi, hai proprio ragione! La minestra riscaldata fa solo sentire i sapori oramai irranciditi e scaduti… rivedi quei comportamenti idioti e infantili e sale l’istinto omicida. Verso lui, e la tua paura della solitudine, in quel momento ancora più allargata (e non solo la paura).

    (http://angolodiscrittura.wordpress.com/)

    1. E’ tutta apparenza, è solo una deficiente come tutti noi. A proposito di deficienti, ma che fine hai fatto? Starai mica per entrare nella casa del grande fratello?

      1. Fratella, non se sa mai…. se dimagrisce pure! E te prennevi tu il toso veronese al posto della morta in piedi top manager milanese…. So che il dialetto veneto ti eccita tantissimo…..

  27. … Me lo stamperò questo tuo vademecum.

    Con gli uomini che ho amato e che ho sempre lasciato, ho vissuto scientificamente dei ritorni di fiamma.

    Dopo un po’ credevo di essermi sbagliata, che loro non erano male, che poteva funzionare.

    Il mio errore è stato solo quello di timing: ho chiuso le relazioni con troppo anticipo, ascoltando il mio maestro interiore che già sapeva perfettamente quale era la verità, mentre la mia testa/le emozioni arrivavano alla consapevolezza più tardi.

    Dopo la ricaduta con l’ex, la presa definitiva di coscienza che l’amore era finito e/o che la persona non era adatta a me.

    Quanto tempo ed energia sprecate però… e quanto dolore per nulla…

  28. Ciao Vagy…che dire…ho avuto una storia durata 7 anni di cui un anno circa insieme e poi ben 6 anni di tira e molla da ex…se ci penso a distanza di anni (ora sono 6 anni che non lo sento né vedo piu’, per fortuna) mi chiedo come ho potuto buttare alle ortiche(per non dire nel cesso) tutto questo tempo della mia vita. Eppure capita, capita che una persona, per qualche misterioso motivo, ti “prenda” davvero tanto e allora prima di decidere di rinunciarci per sempre ci provi e ci riprovi fino allo sfinimento.
    Diciamo che alla fine mi sono stancata di riprovarci perche’ gira e rigira si finiva sempre e solo a letto e dopo era sempre una delusione. Per fortuna devo dire che lui ce l’ha messa proprio tutta per demolire l’immagine che mi ero fatta di lui agli inizi e che volevo difendere a tutti i costi. ma era solo un’illusione che mi ero creata io. Lui era uno stronzo, un vigliacco, uno che sapeva solo fuggire e farsi vivo quando gli faceva comodo. Il “coccodrillismo” e’ una specialita’ di molti tizi come lui, abili nel rifarsi vivi a scadenze periodiche, ma sfortunatamente non fanno i conti con il fatto che prima o poi una si sveglia. E li vede per quello che sono. Ovvero degli emeriti idioti. Un bacio

    1. in linea di massima condivido la sostanza del tuo pensiero ma non la forma, non pensi che sia una tantinello “singolare” definire “idiota” uno che ti ha preso in giro per sette anni???

      amare il corpo di una donna ma non il suo cervello è un reato???
      Dove sta l’idiozia in uno che per anni e anni ha ottenuto il suo obiettivo??? Chiamalo “furbacchione”, magari “incantatore di serpenti”, se vuoi “istrione” ma lascia stare termini come vigliacco e idiota… così, per una mera questione di convenienza.

      Buona giornata

      TADS

      1. Vedi Tads,, ciascuno vive le esperienze in modo personale e ne trae le dovute conclusioni….per me uno che va e viene per 7 anni senza decidersi su nulla e’ un idiota. Sicuramente sono stata io piu’ idiota di lui a permetterglielo. Saluti.

      2. Ti ho risposto solo per educazione perché il tuo era un commento chiaramente provocatorio ma siccome questo non e’ il mio blog non mi andava di fare polemiche inutili. Ti dico solo che riguardo al tuo elegante discorso di essere stata scopata solo per il mio corpo, la cosa la considero un gran complimento visto che fisicamente non sono questa gran bellezza. Ciao.

      3. l’unica provocazione che emerge da questo scambio di opinioni è quella che tu hai scritto nel primo commento, direi anche in questo.

        io non ho mai scritto che sei stata scopata solo per il tuo corpo, ho semplicemente detto che non ci trovo niente di male nel provare semplicemente attrazione fisica per una persona

        a me delle tue questioni poco mi cale, trovo “anomalo” comportarsi da idioti per anni e poi accusare altri di esserlo.

        chiuso l’incidente, buona vita

        TADS

      4. credo che se spirito libero definisce “idiota” il tizio in questione sia anche in virtù di altre considerazioni che, per ragionevole e legittima capacità di sintesi, non ha riportato per intero qui.

      5. io rifletto su quello che leggo, non sono tenuto a conoscere la biografia di chi esprime un pensiero, respingo le accuse di essere un provocatore. comunque va bene così.

        buona notte

      6. Anche i ganzi poi hanno cedimenti .. A quanto vedo, invecchiando, gli uomini non maturano.. cercano capri espiatori e necessitano di quelle pilloline.. Quindi preparatevi a ridere e approntate exit-strategies.

    2. l’importante, tesoro, è che il momento del risveglio arrivi.
      il tempo buttato nel cesso, in realtà, è tempo in cui siamo cresciute e siamo diventate quello che siamo oggi. o, per lo meno, a me piace vederla così…

      1. Grazie cara, mi spiace per il “siparietto” di cui sopra, ma purtroppo ci sono persone che non avendo meglio di fare nella vita, si divertono a commentare quella degli altri….un abbraccio…

  29. io con qualche ex me la sono anche spassata, ovviamente senza alcuna intenzione di riprendere il “discorso”, e ci mancherebbe! se sono ex il motivo c’è, no??

  30. Concordo su tutto, e vorrei aggiungere una cosa che non so bene come raccontare. E poi mi sa che capita solo a me.
    Io non ho mai preso in considerazione l’idea di tornare con un ex perché è come se sapessi che sarei stato male, perché sarebbe successo di nuovo che non sarei stato voluto, o accettato, e non sarebbe cambiato niente.

    11. Starai male.

    1. ma poi, caro tredici, non si tratta manco di tornarci insieme.
      si tratta di illudersi, credo, di gestire qualcosa che con buona probabilità faticheremo a gestire. per tutte le ragioni che dici tu e che sono sempre dietro l’angolo!

  31. be cosa c’è di male…? Io l’ho rivista dopo anni…lei sposata (come me)2 figlie marito “perfetto”…e abbiamo scopato una mattinata intera… ……. e senza legarci,ogni tanto ci vediamo e scopiamo……………si vive una volta sola !!

    1. Ah.. certo sti matrimoni.. Più conosco gente sposata o separata più cancello l’ idea del matrimonio dal mio vocabolario.. Ma soprattutto complimenti per lo stile.. com’è che smettete di divertirvi con la persona che avete scelto? mi sembra un punto importante.. Non so cosa mi riservi la vita.. So che adesso preferisco evitare il sesso con gli ex.. nè riuscirei a ricominciare.. Ci penso, mi gettano l’ amo, gioco un po’ anche io.. .. ma non mi convince. Cerco di rispettare me stessa e chi è stato legato a me.. Adesso sento che è meglio scegliere una via nuova.

      1. Lo stile….stai ancora a farti le pippe moraliste….esciii e datti da fare che si “campa” una sola volta… Ci sono bisogni “fisici” che bisogna seguire…io ho dato tutto e daro’ sempre il massimo alla mia famiglia per il resto e uno sfogo…. piace alla mia ex e piace a me trasgredire. Poi se sei cosi “angeica” vai a chiuderti in convento la troverai tanta pace…

      2. ahaha.. sessualmente mi spiace per te sono piuttosto avanti.. ma sono per tenere il piede in una scarpa sola.. poi oh siete la maggioranza..voi elastici. insomma il matrimonio uccide la passione. è una questione di comodo o conformismo.. Naturalmente non sai con chi parli. Meglio non sposarsi a quanto pare.. i delusi dal matrimonio poi o sono praticamente bestie o impotenti di fatto.. nella mia esperienza. staremo a vedere.

  32. Esatto, cerchiamo e mica sempre si riesce.
    Vale pure per i lupi, chettecredi.
    Ho trombato la bottana (giusto per esere esaustivi) qualche tempo fa e sono pure riuscito a farlo con il dovuto distacco.
    Ma dalla mia ho un asso in più, la spettacolare distanza che ci separa.
    E lasciamelo dire, dal maelstrom sono uscito a forza di nocche spellate sui muri.
    Mica ci rientro.

    1. Azz.. Maelstrom.. quando gli uomini sapevano sedurre con le parole e senza pilloline.. o mascherine o chat.
      Può capitare un ritorno di fiamma o modo.. già capitato anche a me.. ma mica con quelli con cui sono stata più legata.. Ho avuto paura di distruggere tutto quello che avevamo ricostruito. Un amore con la miaiuscola non lo metti sotto il tappeto o non finisce dopo il sesso occasionale o consolatorio. Considera, lo sai.. che i maschi scappano da ciò che non sanno controllare.. come bambini.. Non escludo colpi di scena.. anche se conviene andare avanti..

  33. ciao, sono nuova! Io l’ho rivisto dopo 24 anni, l’unico ad avermi spezzato il cuore….va bè. Mi ha contattato su fb e quando ho visto arrivare la sua richiesta di amicizia mi sembrava una cosa carina, tra l’altro ho visto subito come era cambiato (in peggio), la foto con la sua compagna e i 2 figli….ma fino a che è stato virtuale è stato ok, non me ne fregava niente. Ci siamo visti per un caffè, abbiamo chiacchierato un’ora. E’ stato uno choc quasi non riconoscerlo, solo la voce era uguale. Non l’avrei riconosciuto per strada. Sale in auto, inizia a parlare e appena sentita la sua voce mi sono sentita trasportare indietro….ed è stato orribile. Avevo dimenticato tutto di lui e in un attimo mi ha fatto ricordare tutto. Non è proprio stata una idea geniale vedersi. … ho sbagliato io, non ho saputo prevedere che avrei avuto quella reazione. Dopo qualche giorno su fb gli ho tolto l’amicizia e per non vederlo mai più neanche per caso l’ho pure bloccato. Ah, sono io quella rimasta più bella!!! Però sono una sfigata, infatti sono passati 4 mesi e ancora se penso a quell’ora non-noiosa mi sento male! da non fare mai piu!

  34. Se una ragazza o donna si comporta da vera stronza con te mentre tu ti sei sempre comportato correttamente poi un bel giorno pure ti lascia come un pirla o un stronzo perché hai osato ribellarti o rinfacciargli qualcosa che non ha gradito
    Oppure ti ha lasciato perché la ragazza o donna voleva farsi trombare da qualcun altro oppure aveva altri interessi suoi personali.
    Se poi dopo mesi o anni un bel giorno la ex ragazza o donna la rivedi è stranamente si comporta affettuosamente la cosa più intelligente da fare è quella di mandarla subito a cagare !
    P.S.
    Riallacciare è solo tempo perso nel 99 % cento dei casi !

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...