Ma tu la daresti a Rocco?

Lunedì sera si è conclusa la più inutile e orrorifica edizione de L’Isola dei Famosi (ma in generale di tutti i reality show della storia del mondo).
Un’edizione di cui nessuno si è accorto e che ha segnato la storia della televisione italiana con la stessa dirompente verve con la quale Oscar Giannino ha segnato la vita politica del nostro paese.
 
Vincitore morale indiscusso di questa edizione, l’unico motivo per cui qualcuno ne ha parlato, è stato Rocco Siffredi. Un po’ (troppo) emaciato, invecchiato e vittima di questo suo perenne fallocentrismo (dagli torto, del resto), Rocco ha avuto una sua innegabile evoluzione: dalle prime puntate in cui prendeva la parola solo per fare allusioni e doppi sensi, passando per un’ustione alle chiappe, fino all’analisi introspettiva in quel di Playa Desnuda, una specie di folgorazione sulla via dell’Honduras, in cui il Siffredi Nazionale capisce di voler diventare un uomo nuovo, redento, per il bene di sua moglie e dei suoi figli. Rocco arriva in studio, la famiglia si riunisce, la moglie Rosa (che dev’essere una donna molto illuminata) e i figli adolescenti che crescono come due marcantoni. Vissero per sempre felici e contenti, almeno per un po’. Che poi, voglio dire, magari anche a me bastasse qualche settimana di astinenza sessuale per capire tutto quello che devo cambiare in me stessa. A volte ho raggiunto anche il quadrimestre senza beneficiarne in termini introspettivi, anzi. Ma al di là di queste considerazioni, il fatto interessante è che il nome del più famoso pornodivo italiano è stato ufficialmente sdoganato (il ché non è banale se si pensa che meno di 10 anni fa la pubblicità di Amica Chips fu ritirata – che poi, a vederla oggi, era veramente un capolavoro).
Insomma, Rocco, ad oggi, potrebbe essere anche oggetto di conversazione a casa di mia zia la domenica di Pasqua (anzi, sicuramente ne parlerò con lei, perché mia zia è troppo sul pezzo: cuoca straordinaria, storica chilhavister e lettrice fidelizzatissima di Gente;  quella che disapprova il mio nutrizionista e me lo dice friggendo fiori di zucca in pastella e io sento l’odore di fritto scendere, permeare il mio corpo e insediarsi, sovrano, al centro della mia anima; io, va da sé, mia zia la amo profondamente).
.
Tutti a parlare di Rocco, insomma. Rocco a destra, Rocco a manca. Un gran parlare di lui (che è stato secondo solo agli attentati dell’ISIS e all’assoluzione di Berlusconi) e dunque mi sono chiesta, e ho chiesto ad alcune vagine: “Ma tu, a Rocco, la daresti?”
immagine-39
Su un campione di 10 esemplari, anche molto diversi tra loro per origini ed estrazione, soltanto 2 mi hanno dato una risposta plausibile, ossia: “Ovvio, perché mai no?!” (e una delle 2 ero io, per intenderci).
.  
Tutte le altre hanno sollevato argomentazioni discutibili, di cui adesso discuteremo:
.  
1. No, è brutto.
Perché sai, io o Kim Rossi Stuart o niente. E intendo il Kim Rossi Stuart di Romoaldo“.
Essù. Eddai. Che tutte, o quasi, ce l’abbiamo uno scheletro nell’armadio. A volte anche più d’uno. Il mio peggior scheletro è un tale Giuseppe, detto Peppe, che nella mia rubrica finì salvato come Peppe Felisia (dal nome della discoteca a Castellaneta Marina, in provincia di Taranto, in cui ebbi il piacere di conoscerlo). In realtà lo salvai come “Peppep Fehlisiah”, perché avevo bevuto un Black Russian molto alcolico. Peppe Felisia mi prese per sfinimento, era più basso di me, con i capelli a tendina ingelatinati e non ricordo altro se non che era brutto, che non mi piaceva affatto e che per pietà lo baciai. Del resto, avevo 18 anni tipo. Poi mandai un sms a Frecciagrossa, dicendogli dov’ero e di venire a liberarmi. Peppe Felisia, anzi Peppep Fehlisiah mi scrisse sms e mi richiamò, per anni. Io non gli ho mai risposto e, naturalmente, non l’ho mai più incontrato. Ma, ciononostante, io so che Peppep Fehlisiah nella mia vita è esistito e se è esistito lui, non vedo perché non dovrebbe esistere Rocco in quanto “brutto”. Che poi…”brutto”, i brutti sono un’altra cosa.
.  
2. Che schifo!
Un po’ come se Rocco fosse alla stregua di uno scarafaggio e tu, che poni la questione (cioè io),  dovresti farti delle domande su te stessa, ninfomane disturbata, ma che cazzo di problemi hai?
In queste situazioni mi aspetto sempre che l’interlocutrice estragga dell’acqua santa dalla borsa e mi esorcizzi. Ma, alla fine, non succede mai.
.  
3. Non è igienico, chissà in quanti posti l’ha messo
Vabbé ok, messa giù così non è il massimo.  Ma soprattutto, poi, tutti gli altri uomini sono igienici? Nel senso che siamo sicure che abbiano sempre usato il casco quando andavano in scooter? Tecnicamente gli attori porno fanno molte più analisi di quante un qualunque uomo normale ne faccia nell’intera vita, e sono molto più controllati. Mentre tutti gli altri, che quando capita fanno volentieri a meno del preservativo, sono come minimo portatori di una candidosi, di una clamidia, o di hpv. In generale, sempre, è bene fare sesso protetto e se il sesso si fa protetto, Rocco potrebbe avere qualunque immaginaria malattia venerea e tu non la contrarresti.
.  
4. Sembra un carlino in faccia.
Ma un equino altrove, direi se fossi un maschio, ma siccome sono una milady mi limiterò a dire che Rocco non è diventato famoso per i suoi lineamenti. Evidentemente ha altre doti e altri talenti, che non sono solo quantitativi, come i più pensano, ma anche qualitativi. Stilistici oserei dire. Molto più trasversali di quanto non si creda.
.  
5. E’ vecchio
Dimentico sempre che la gerontofilia sta diventando una passione di nicchia, che ha indubbiamente lasciato il testimone al dilagante toyboyismo. Diciamo che apparentemente l’uomo maturo è diventato come il vinile: roba da estimatori. Ma conserva sempre il suo fascino e i suoi benefits.
.  
6. No, mi sembra viscido.
Ma a chi la dai tu, solo ai preti pellegrini? Solo ai volontari di Green Peace? E perché mai sarebbe viscido? Perché chiava senza pietà da decenni? Ma voglio dire, c’ha pure l’aria simpatica Rocco, non c’ha manco la faccia da stronzo che ti farà soffrire. Cioè può solo farti bene.
.  
7. Io ho bisogno della dialettica.
Sì, quasi tutte le donne hanno bisogno della dialettica. Ma non è che se una volta nella vita la dai a Rocco significa che non puoi più andare a cena con gli Immanuel Kant e gli Arthur Schopenhauer che sei viceversa solita frequentare. Senza contare che, ogni tanto, ricongiungerci alla nostra parte primitiva,  non badare alle nostre sovrastrutture vaginali e trovare un po’ di sana sostanza, mica ci farebbe male. Tanto più in una società notoriamente afflitta da una cronica carenza di pene di qualità.
 .  
8. Non mi sento all’altezza.
Questo posso capirlo, in effetti. Sia in termini strettamente fisici (deve essere challenging una sessione con Rocco), sia in termini emotivi (troppe Amica Chips con cui confrontarsi, dov’è quel senso di esclusiva, la suggestione di essere le più belle/brave/meravigliose/secsi del mondo? No, con Rocco potresti non avercela). Mi permetterei tuttavia di suggerire che Rocco, comunque, saprebbe metterti a tuo agio. E’ un professionista, mica il primo egofrocio qualsiasi incontrato a Milano, cazzo.
 .   
Rocco-Siffredi-729x445
  .  
Alla fine mi sono anche chiesta se il loro (quello delle mie amiche) non fosse semplice pudore. E se loro non stessero, semplicemente, mentendo, anche inconsapevolmente. Sai no, quel retaggio patriarcale per cui non sta comunque bene che una donna dica in maniera così esplicita che sì, santo dio, certo che la darebbe a Rocco. Sarebbe una risposta più maschile. E, infatti, se prendessimo 10 uomini e chiedessimo loro: “Te la schiacceresti Valentina Nappi?” nessuno di loro direbbe no. Zero esitazione. Poi magari a più di qualcuno potrebbe pure non rizzarsi per l’ansia, ma nessuno si tirerebbe, almeno nella fantasia, indietro.
  .  
Perché noi donne sì? Si, va bene, abbiamo una sessualità diversa, un immaginario erotico più complesso, a noi piacciono le parole e la fisicità post-coitale, a noi è un fatto di testa, dobbiamo essere coinvolte, oppure lui dev’essere Christian Bale, sì, ok, conosco la solfa.
 .   
Ma ciò non cambia la questione: perché mai dire no, concettualmente, a Rocco? Cosa può succedere di sgradevole che non possa succedere ogni volta che ci ritroviamo a letto con un pene medio? Uno che dopo il coito se ne sta con l’iPhone, o ci puntualizza che anche se dorme da noi non è che stiamo insieme, o che ci dice che la prossima volta dobbiamo avercela tutta-tutta depilata come quando avevamo 10 anni, o che ci chiede se siamo venute, o che ci parla di quella con cui è uscito due sere prima, o che esce da casa nostra dicendoci che ci sentiamo su Messenger (no, non Msn, pace all’anima sua, ma Facebook Messenger). Cosa può succedere di peggiore di quando siamo nella valle del terribile silenzio a casa di uno, dopo aver fornicato, quando capita di avere così poco da dirsi da voler essere già a casa propria, a farsi una doccia prima di andare a letto?
 .
Fatemi capire: tutto questo, sì.
Darla a Rocco, no.
E che vi devo dire. Almeno, con Rocco, secondo me vi sareste divertireste di brutto.
Non dico che sareste tornate a casa moralmente arricchite ma, se non altro, con una storia fantastica da raccontare alle amiche.
 .   
Così. Pour parler.

208 thoughts on “Ma tu la daresti a Rocco?

  1. Il suo pene mi inquieta. Esteticamente parlando. Non è bello da vedere. Detto ciò un week end di anale selvaggio lo farei. Anche due.

  2. La frase che spacca è questa “E’ un professionista, mica il primo egofrocio qualsiasi incontrato a Milano, cazzo.” SPETTACOLO ahahaha.
    Io convivo da quasi 8 anni ed è tanto che non vado in giro a rimorchiare, sinceramente penso mi troverei spiazzata, ma in giro c’è un sacco di gente che pare abbia un bastone ficcato su per il culo davvero. Lo vedo anche tra i miei colleghi, o sono dei morti viventi o pensano di essere Brad Pitt con l’intelligenza di Leonardo.
    Rispondendo alla tua domanda non me ne sento attratta, ma penso che invece sia una persona con la quale sarebbe spassosissimo passare una serata a parlare, secondo me ti ammazzi dal ridere.

      1. Secondo me a cena ci sarebbe da scassarsi dalle risate.
        Per il resto il mio problema è che sono abituata a un’altra età, ormai ho la “deformazione professionale”, non sono attratta dagli uomini così grandi. Il mio compagno ha 26 anni. (E qui capisci che non ho pregiudizi, ho 8 anni più di lui).

  3. Credo fermamente che nonostante ciò che dicano, tutte e dico tutte, “se la farebbero caricare da Rocco, anche più di una volta” (come si suol dire qui a Bergamo Alta!!). Non ho dubbi. È un assioma.

  4. N.2 e N.7 sono le “vorrei ma non posso” ….nel senso che il Rocco di turno non se le fila manco di pezza, e quindi fingono di essere loro a rifiutare.
    Ed è vero che voi donne avete e a sessualità diversa ….ma non sempre e non tutte 😉

  5. Comunque per la tua sincerità (relativa al fatto che un giro in giostra con lui lo faresti anche), e se il dietologo ti concede il placet, ti sei guadagnata un bel risotto alla milanese ed anche qualche mondeghili …..se anche gli altri due (zii) babbioni si aggregano.

    1. Ho questo ricordo di mia nonna che brucia i peletti della faraona sul fornello e poi passa a friggere i mundeghili nel burro.
      Olio evo never covered.
      Stupendo.
      Se li fai tu contami.

      1. Io faccio il figo e uso burro chiarificato 😉 Ho tritato e congelato gli avanzi del bollio: faraona, cappello di prete, biancostato, ossobuco e lingua.

  6. ah, io non l’ho vista l’isola, perchè, specielmente ieri avevo altro da fare, ma l’hanno vista in 6 milioni di persone… per qualcuno è utile si… ci hanno guadagnato qualcosina credo…

  7. Valentina Nappi è un fenomeno mediatico, ha un fisico pessimo.
    Sarebbe solo un’esperienza da raccontare.
    Semmai non ci penserei due volte con la tettona che è uscita dall’isola e che non si è voluta denudare. Quella merita

  8. Così, pour parler, vorrei dirti che mi lasci senza parole.
    La tua scrittura é solo pari ad una notte d’amore.
    Una di quelle che, quando sei a casa, comprendi di aver lasciato, in un altro letto, il cuore.
    Flight facilities – with you (MaM remix)

  9. Posso dire da ignorante quale solo che non so chi sia Valentina Nappine che trovo a due poco geniale il tuo
    Articolo che da uomo condivido in pieno in tutti gli aspetti! Tanto di cappella (pardon cappello) a un articolo del genere perché è bello ciò che può esser bello ma può essere bello anche ciò che non si conosce e di chi non si parla…. A volte al posto di tante belle parole si passasse piu ai fatti! (e il ridicolo è che sia io a dirlo!!!) vabbhe! Come sempre complimenti per il bel articolo e la
    Bella riflessione a cui porta! È sempre un piacere leggerti 😉

      1. anche io non so chi sia, l’ho dovuta googlare! ahahah!! siamo proprio fuori dal mondo televisivo..

      2. ahahaahah!! ok ok, allora non c’ho capito niente 🙂 vabbè sono donna, sono più giustificata. Non ho una cultura a riguardo, lo ammetto.. (Rocco a parte)

  10. Ma Vagi falla a me la domanda, anche se avresti avuto pochi spunti perché sono sempre d’accordo con te. Rilancio quindi tu la daresti a Rocco perché? Oltre all’ovvio “perché no?!?”

      1. è la cosa che terrorizza pure me! io direi assolutamente si! ne ho provati tanti inetti, non vedo perché un professionista xD
        ma poi temo di dover chiedere una sedia a rotelle per tornare a casa! (da ciò si evince che vivo ancora con mammà e papà)

  11. Credo anche io che declinerei perchè non mi attira in quel senso e lo trovo antipatico molto antipatico.
    Franco Trentalance invece…..

  12. Sempre un buon giorno quando leggo la mail di notifica di un tuo articolo!

    Sinceramente un tête à tête con Rocco non lo disprezzerei così tanto se non fosse che per un esperimento antropologico 😉… E poi ecco la mancanza di roba di qualità sarebbe un motivo in più per provare una cosa pienamente certificata…

    Buona giornata!

  13. Io gliela darei eccome!
    Ma la mia moralità in campo sessuale è spre stata piuttosto inesistente…
    Ti basti pensare che, dopo una lunga attesa per trovare “quello giusto” con cui perdere la verginità, ho improvvisamente deciso di dovermene liberare al più presto e mi sono scientificamente trovata uno di quelli “bravi” e esperti… che la mia prima volta volevo che fosse sessualmente e non romanticamente appagante!

  14. La storia del “brutto” è una stronzata.
    Cioè, chi decide il livello di bruttezza? Il livello minimo entro il quale si è “belli”? Che poi, a me, i bellibelli non piacciono: mi sanno di plastica.

    Io con Rocco non ci andrei non per retaggio culturale o per paura che cigoli a causa della troppa usura, io non ci andrei perchè sono incapace di andare con un uomo che non abbia almeno un disturbo della peronalità, o un accenno di bipolarismo, oppure una schizofrenia latente.

    La parte puramente estetica non mi basta a farmi scattare l’ormone, deve esserci qualcosa di te che non capisco. Se è così, puoi essere anche Luca Giurato, e possibilmente potrei venire a letto con te.

    Non credo Rocco sia poi chissà che casino: certo, non dovrei spiegarglielo io se sono venuta o meno, ma penso che sarebbe comunque una faticata arrivare.

  15. Mentono palesemente perché pensano non stia bene dire la pura verità! L’unica motivazione plausibile è il non sentirsi all’altezza, ma se Rocco venisse a suonarmi a casa, sinceramente, sticazzi dell’ansia da prestazione. Da abruzzese, comunque, non ho mai sentito una mia corregionale rifiutare l’idea di una serata con Rocco, qui è un idolo più di Verratti e Madonna!

  16. Il confronto con Valentina Nappi non regge, anche mia moglie mi darebbe il permesso con una così, come fai a rifiutare? Per renderlo più plausibile parliamo della Littizzetto: chi se la farebbe?

  17. Nè grosso p’ allargà … nè longo pe’ sfonnà,
    ma duro pe’ durà … dicjiamjio er tanto
    ch’ a ‘na donna je piji poi er rimpjianto
    d’ essece annata a letto … pe’ scopà !!! :mrgreen:

  18. Ma la moglie di Rocco… altro che vedute aperte! Pensare di condividere il letto coniugale con marito e (virtualmente) una sfilza di altre donne… Avrà ansia di prestazione? Sindrome del pene “chissà dove è stato oggi”? E il loro menage matrimoniale come sarà?

  19. Io oscillo tra il tuo “ovvio, perchè no?” e la 8. E mannaggia mi hai fatto ricordare il mio Peppe sepolto nell’armadio delgi scheletri, sono cose che devono rimanere nascoste o rimosse!!!!

  20. La tua analisi non fa una piega… Ma neanche mezza!!!
    E’ una vita che faccio battute degne di un uomo e vedo la gente davanti a me che cambia atteggiamento come se fossi l’unica persona sul pianeta a dire certe cose (mentre le loro metà “sono uomini, che ci vuoi fare!”).
    Un pit stop con Rocco lo farebbero. Tutte. Magri su 100 donne 2, massimo 3 direbbero no e non per le motivazioni che ti hanno dato le donzelle.
    ‘Ché qui pare ancora di essere nell’800, magari tra un po’ ci leviamo da sole anche il suffragio universale.
    Questa storia del “sei una signorina, certe cose non si dicono e non si fanno!” mentre tuo fratello dice quello e fa pure peggio ha plasmato intere generazioni, e ancora continuerà. Ancora si avrà paura di parlare della cosa più naturale del mondo. Ancora ci sarà bisogno nelle scuole di ore di educazione sessuale con i professori rossi in faccia che non hanno neanche il coraggio di parlare, di certe cose.

    Standing ovation, come sempre, per te, Vagina! ♥

    1. Io sono una gran sostenitrice della liberazione sessuale delle donne da tutte ste fregnacce, però mi sfugge anche perché dire che una non la darebbe a Rocco deve essere per forza segno di chiusura mentale o ipocrisia? Cioè XD magari una preferisce altri del mestiere. Chessò, Trentalance. E poi, parlando seriamente, mi sembra che questo post rientri un po’ nelle solite categorie: sei donna, non puoi avere agenzia, libertà di scelta. Quindi se dici che non la daresti al pornoattore-celebrità devi essere puritana. Magari a una non va di farsi scopare da uno ce ce l’ha grosso come un equino. Magari a me Rocco non mi tira manco per niente? XD boh per dire, io la darai volentieri a tanta gente, alcuni pure vegliardi e poco convenzionalmente attraenti, ma Rocco ecco, per l’appunto no. Perché? PERCHE’ NON MI ARRAPA (e ho anche I miei dubbi che sia realmente bravo a scopare-voilà, l’ho detto). Vogliamo smetterla di dire alle donne cosa dovrebbero farsi piacere così da poterle classificare nella solita, maschilissima classifica di “Santa-puttana-mamma-puritana-ipocrita-frigida-quellocheètantoqualcunquecosadiciofaiqualcunotidevegiudicare?” Te la daresti a rocco? Benissimo! Evviva! Complimenti! Non siamo tutti uguali.
      E magari sarebbe anche l’ora di dire agli uomini che anche loro possono dire che no, non scoperebbero con tizia, anche se è una nota pornostar, senza sentirsi sminuiti nella loro virilità.
      Poi magari, se voleva essere un riflessione di concetto sui preceoncetti, della serie “linea di principio”…ok, magari capisco il punto. Lo trovo lo stesso un po’ sterile, e poco utile alla liberazione della sessualità femminile, mentre molto utile a sentirsi più fighe delle amiche.

      1. Non fa una piega il tuo ragionamento! Però, almeno per la mia realtà locale, quella che tocco con mano, è davvero questo il punto. Puritani all’ennesima potenza. Magari il giro con Rocco ce lo farebbero tutte, poche preferirebbero Trentalance (onestamente, pure io! :°D ) . Si nascondono dietro il rossore sulle guance e poi sono della peggio specie. Però “queste cose non si dicono, ma che sei pazza?!?”.
        Era a questo che mi riferivo. Magari avrei dovuto contestualizzare meglio, piuttosto che parlare in generale. Ma ce le ho sì più di dieci amiche che mi danno le risposte di cui sopra e poi sono della peggio specie (ma fuori paese, che se no si sparla!).

      2. lucia, il tuo commento è stato assai prezioso in verità. come spiegato a susina poco più su, quello che volevo con questo post erano proprio le vostre argomentazioni. argomentazioni del perché sì. argomentazioni del perché no. magari più approfondite. magari più comprensibili. la tua è molto comprensibile e ne ho lette tantissime interessanti. il resto, sostanzialmente, è provocazione.

        poi, giustissimo il punto sul fatto che gli uomini debbano essere parimenti liberi di dire che no, non lo farebbero, senza sentirsi sminuiti. ma io ho provato e nessuno mi ha detto no. però mi hanno detto (ma era un soggetto molto intelligente): “senti, me la farei, però avrei il complesso di inferiorità, cioè non è che muoio dalla voglia”.

        ultima cosa. quando tu pensi “sì, certo, perché mai no” e quasi tutte rispondono “no” non è che ti senti più fica o ti senti sessuomane. semplicemente vuoi capire meglio. e allora scrivi un post. e si parla di cose apparentemente sterili. ma che tutto sommato, ad ogni scambio, raffinano la percezione e la consapevolezza di genere.

        ma magari è una supercazzola. non so. ti saluto però.
        e grazie.

  21. A me il cazzo grosso inquieta, giuro. Ne ho fatto la conoscenza, sia chiaro, ma a dirti la verità preferisco di gran lunga il cazzo medio.
    Quindi, ragionando in modo freddo, ti direi che a Rocco non gliela darei per via delle sue dimensioni. Se poi mi suonasse alla porta, vediamo!

    1. a costo di non essere creduta, come penso molti maschietti staranno pensando di te,non posso che dirmi pienamente in linea con la tua motivazione. Poi aggiungo che a me lui come personaggio sta simpatico e quindi chissà!

  22. ahahhahah! al terzo punto “non è igienico” mi sono spaccata dal ridere! meravigliosa! io ecco sono più da punto 8 e si ok ammetto anche che se non fosse noto per le doti “penifere” (che non esiste ma ce lo metto come termine) e che fosse un pornodivo, ecco non mi girerei a guardarlo per strada. Ma indubbiamente il tuo ragionamento che a darla a Rocco tutto sto sconquasso non c’è o ci sarebbe, ecco, non fa una piega! 🙂

  23. Io non gliela darei, ma la cosa è semplice…non mi fa scattare l’ormone. Mi lascia indifferente. Forse da tu a tu sarebbe diverso, Bo! Comunque, sono sicura che una notte con lui deve essere una vera esperienza sensoriale!!!!!

  24. cara Vagina, io faccio parte di quel gruppo che a Rocco non gliela darebbe, ma non perchè sia vecchio, viscido o poco simpatico. Io non gliela darei, ma solo perchè avrei paura di finire squarciata a metà!!!

  25. Io una botta dal Rocco nazionale me la farei dare. Anche due vah. È intelligente simpatico e affascinante. E credo ce l’abbia perennemente duro. Sicuramente sa come usarlo… Insomma
    Non ci vedo nulla di negativo. A me rocco… Me piace!!

    1. Io e il Pinza siamo i suoi selezionatori, mandaci un curriculum vitae trombatio corredato di ampia documentazione fotografica, e poi eventualmente ti chiameremo ….per un esame.
      😝

  26. Cara Vagina, Da vagina quale sono io, detto chiaramente e senza peli sulla lingua, dal Sig. Rocco mi farei fare passata e ripassata.
    E’ oggettivamente non bello(definirlo brutto mi sembra un eccesso), ma ha quei lineamenti che, diciamoci chiaramente , non ti lasciano presagire nulla di buono 😉
    Parliamo di una perla vera fra le perle sintetiche…credo che alla fine la maggior parte delle donne, lasciando da parte quella finta pudicizia che ci caratterizza, un pensierino lo farebbe!

  27. Io non andrei mai con Valentina Nappi, è una Stronza egocentrica che crede di essere la quintessenza dell’intelligenza e della trasgressione… Non ci andrei nemmeno se avessi il pisello di Rocco 🙂

  28. Sinceramente io mi ci butterei a capofitto! certo non è il Rocco di qualche anno fa ma è pur sempre Rocco.. anche solo per capire, oltre alla quantità, cosa ha da offrire? Anche solo per una semplice indagine sul sesso da porno attore… da sessuologa lo farei ed anche da donna di trentanni che vuole divertirsi… W ROCCO!

  29. Premetto, io non sono una fan di Rocco, però un po’ di ginnastica fatta bene con lui si farebbe volentieri.
    sarei curiosa di vedere con chi sono andate a letto quelle che hanno detto “è brutto”. possiamo avere le foto?

  30. Cara Vagi, grazie per aver trattato questo argomento a me molto caro.
    Siamo grosso modo sulla stessa lunghezza d’onda, io l’isola l’ho seguita solo per lui e credo di non aver mai visto una edizione per intero.
    Come motivazione del perchè non dargliela vorrei inserire un 8bis o un 9 già citato da qualcuno: un pene così credo possa intimidire chi, come la maggior parte di noi, sia abituata a peni normali/modesti. Insomma come tornare dopo 2 mesi di fame dall’honduras e essere invitati al pranzo di natale dalla tua zia preferita.
    Non sai se puoi farcela.
    Poi si sa che lo stomaco(e non solo) è coperto da strati di muscolatura, che è tutta una questione di pratica. però diciamo che può intimidire una novellina.
    Detto ciò vorrei elencarti i motivi per cui gliela darei senza se nè ma(fidanzato escluso):
    1) è sufficientemente italiano e affascinante, non è un adone ma non è manco di quelli scialbi proprio inespressivi. Io credo abbia la sua dose di “quid”, tutto sommato un belloccio. di quelli che migliorano con gli anni.
    2) che schifo non provare!
    come dice sempre la mia migliore amica: cosa racconteremo alle nostre figlie???
    (non che racconterò delle mie esperienze sessuali a un’eventuale prole, ma una roba del genere andrebbe provata una volta della vita, come prendersi una sbronza, fumarsi una canna, o lanciarsi col paracadute. Poi magari lo fai e non ti piace, però non puoi rifiutarti o schifati senza aver provato).
    3) Sull’igiene credo tu abbia dissolto ogni plausibile dubbio.
    4) Io credo che per essere un pornoattore sia anche piuttosto carino. certi altri sono davvero scialbi e inespressivi.
    5) io ho sempre frequentato miei coetanei(ho 28 anni) e non mi sono mai piaciuti quelli più grandi, ma come ho già scritto Rocco è migliorato molto col tempo.
    Secondo me è uno di quegli uomini che diventerà sempre più affascinanti col passare degli anni e comunque, intendiamoci, non stiamo parlando di Hugh Hefner. quella la chiamerei gerontofilia.
    6) VISCIDO?!?!
    Io credo che uno come lui ha visto e provato talmente tante patate nella vita che non deve fare il mollicone per approcciare una donna!
    Quella è una prerogativa dei morti di figa, e non mi sembra il caso.
    Anzi in questa edizione dell’isola, battute con doppi sensi escluse e tranne i momenti iniziali, mi è sembrato uno dei meno interessati, tra tutti i concorrenti, alle tettone che avevano mandato in Honduras.
    7) dialettica: secondo me è ha talmente tante storie da raccontare che ci si potrebbe parlare per ore (prima e dopo averci fornicato). Magari non di filosofia, eh, ma sono abbastanza sicura che non tutti abbiamo la filosofia in testa.
    8) ho già detto come la penso al riguardo.
    Detto ciò, W ROCCO!

  31. Io potendo scegliere, preferirei con Valentina Nappi. Non sono lesbica, ma Rocco mi mette ansia. Non penso che mi ci stia, tutta quella roba! Sarebbe come cercare di mangiarsi un pollo allo spiedo tutto intero in un sol boccone. Buono e goloso, ma ahia. Ecco, a me Rocco mi fa l’idea che ahia. Quindi preferisco Valentina Nappi. Si può?

      1. Te l’avrei spiegata anche di persona, sono molto diretta e molto esplicita anche vis a vis. Mentre te lo dico però arrossisco, sono una finta timida!

  32. Preferisco Trentalance… Più fresco, più dinamico, più muscoli, più charme… Non so se mi spiego… Rocco è andato.

    Si, un’esperienza con 30lance ci starebbe.

    1. punto interessantissimo.
      l’avrei trovata una risposta gagliardissima, se il mio panel me l’avesse fornita.
      e avrebbe creato nuovi tavoli di conversazione…
      anche se alla fine penso che se domani rifacessi l’esperimento dicendo “trentalance” al posto di “rocco” non credo ne verrebbero risposte troppo diverse.
      anzi, magari tra qualche tempo ritento.

  33. ma nessuna che ti abbia detto “dipende”?
    Io avrei detto dipende.
    Tipo se non ho storie in corso… anche si. Se Rocco si arma di un minimo di pazienza, che un po’ di pensieri ti vengono, con uno con la sua storia.
    E soprattutto dipende dalla chimica. E quella la scopri quando ce l’hai davanti il maschio, non basta averlo visto in “tutto il suo splendore”.

    Comunque hai centrato il punto: perlopiù noi siamo determinate dalla nostra educazione. Vogliamo poterci raccontare di essere innamorate o almeno “prese” prima di dargliela.

    Quella dell’igiene… non è così rara come si può pensare. Un mio caro amico per un periodo lo ha fatto a pagamento (lui direbbe che ha fatto la puttana, ma nessuno capisce, detta così). E si è sentito porre la stessa obiezione. Come se tutti gli altri fossero sterili come strumenti chirurgici….

    sono in tantissimi a raccontarsela, alla fine. Tutto qua.

  34. La tua analisi è perfetta. Hai pienamente ragione e forse se mi capitasse sul serio accetterei. Ma se me lo chiedi adesso ti dico no. A Kim Rossi Stuart subito. Anche il Kim 2015 eh.
    Non è il fattore estetico, né il mestiere, ne l’essere intellettuale o meno… e non è neanche che da una botta e via ci si aspetti il sentimento puro, probabilmente a infastidirmi sarebbe essere alla stregua di un numero, fondamentalmente Rocco è malato di sesso, per la serie “basta che respiri”. Ecco non voglio essere “quella che respira”, anche per un’avventura.

    1. e questo mi sembra che non faccia una piega.
      e sicuramente nasce da una riflessione più approfondita di quella che sia stata concessa al mio campione.
      infatti come dici tu, a bruciapelo dici di no. magari esistono motivi più articolati, che non sappiamo bene quali siano, perché non li abbiamo mai esaminati, ma sono sufficienti a farci dire no.

  35. Letto con interesse e sorriso pure. Però di Rocco non me ne frega nulla.
    Pare più una bella operazione di marketing televisivo che altro. Manco sapevo che L’isola dei famosi lo continuassero a produrre.

  36. Perchè no?!
    Voglio dire, la tua chiusa spiega tutto. C’è ben di peggio di Rocco in giro, solo che fa meno persona perbene dire: “sono stata a letto con uno stronzo”, piuttosto che “sono stata a letto con uno che lo fa di mestiere (gratis :D)”.
    Quindi ribadisco il “perchè no?!”.
    Anche perchè la mia storia del ‘quando-mi-sono-beccata-uno-Gigolò-senza-saperlo’ fa di certo più ridere di una di quelle ‘era-uno-stronzo-come-tanti-se-non-di-più’.
    Anzi ti dirò.. Quasi quasi mi rimangio il “Perchè no?!” e lo rimpiazzo con un “Si”. 😀

  37. beh, non vedo perché chi dice che non gliela darebbe dovrebbe mentire. ad esempio su di me lui non esercita alcun fascino erotico, ma non c’entra niente con i tabù o con il fatto che sia una attore porno. non ho problemi a dire che la darei a mick jagger con i suoi 73 anni, non sono di certo una che ha problemi a ammettere certe cose. quindi il discorso qual è? che se si dice che non si vuole scopare con rocco si è per forza delle represse o delle bigotte? per fortuna esistono i gusti.

    1. no. l’obiettivo del post è, semplicemente, quello di allargare il panel, lanciare una provocazione e scoprire, magari attraverso i commenti del blog, perché davvero le donne gliela darebbero e perché non gliela darebbero. infatti, qui, mentre ci stiamo riflettendo ognuna un pezzetto, sta nascendo un discorso sociologicamente molto più interessante di quanto non possa avvenire nella quotidianità. perché qui non stiamo facendo altro che riflettere su questa (futile) questione, mentre nella quotidianità, a bruciapelo, domanda diretta, avulsa da un contesto, non abbiamo tutto questo tempo per soffermarci. e diamo risposte superficiali. io volevo approfondire. e direi che l’abbiamo fatto.

  38. Scrivi da Dio! Grandissima!! Sono d’accordo con te. Secondo me le italiane hanno troppi pregiudizi, complessi e finto pudore. E poi in segreto a Rocco un no, non glielo direbbero! Secondo me 8 su 10 lo proverebbero ahahahah

    1. Cosa risponderei? Che sarebbe come trombare con un’enciclopedia delle varie ed eventuali (posizioni), o con una sorta di pistone con attaccato un uomo di mezza età (e bada che io sono nella mezza età.) No guarda Mister Tozzo, meglio una onesta e performante Alfa Romeo Mito. 🙂

  39. se stai ancora facendo una qualche sorta di estrazione per il tuo sondaggio, mettimi pure tra i “si, certo” , perché voglio dire, dopo 12 anni di attività (di cui ahimè almeno 5 in assoluta monogamia) in cui la media non è certo descrivibile come abili amatori (ahahahaha…nemmeno abbellendo la cosa il più possibile), solo una notte con Rocco potrebbe farmi dire di aver avuto 1 scopata come si deve. Potrà non essere particolarmente bello ma diciamoci la verità, in quei momenti conta più il saperci fare che un viso molto bello…

  40. Da uomo che ti posso dire? Tra l’invidia penis (tutta giustificata in questo caso) e il oltre alla gamba c’è di più….
    Meglio se mi taccio.. 😉

  41. Vagy, Rocco mi è anche simpatico. Solo che forse sarò una Papera strana ma certi maschi proprio non mi attirano. Lo so che rischio il linciaggio, ma ad esempio ho sempre pensato che Top Gun sarebbe stato un filmone….senza Tom Cruise ( che non mi è neanche simpatico ). Ecco essendo io una Papera strana certi tipi per cui alcune femminucce sarebbero saltate fuori dagli slip non mi attirano proprio….che posso farci, e Rocco è uno di questi, se fosse passato per strada forse non lo avrei neanche notato ( qualora non fosse stato nudo ovvio! ).Un Bacio!

    1. Paperella hai ragione, Top Gun é un gran film. C’era una splendida a vedersi quanto fuori ruolo Kelly Mc Gillis, una semi sconosciuta Meg Ryan, un cazzuto Val Kilmer, un coriaceo Micheal Ironside, un fantastico Tom Skerritt e un quasi inosservato Tim Robbins…. Ah il 1988! Ah il mitico F14 Tomcat! P.S. ne vidi decollare uno proprio dalla base di Miramar nel 1993, il solo ruggito dei postbruciatori mi fece una impressione pazzesca…. direi la stessa che farebbe l’attrezzo di Rocco a molte fanciulle. Peccato che tanto l’ F14 che Rocco benchè siano ancora efficaci risultino ahimè obsoleti per gli standard attuali. Ma nei Ruggenti ’80 hanno detto tutti e due la loro. Azz se l’hanno detta!!! 😉 😉

      1. Anche il mio ragazzo è un’ appassionato di aerei, li conosce tutti e abbiamo visto Top Gun un sacco di volte. Io per tutti gli attori che hai citato, lui per gli aerei!Ok nell’88 avevo pochi anni, troppo pochi per apprezzare Rocco…ma abbastanza da fermarmi a guardare a naso in su gli aerei!Un Bacio!

  42. “Che poi, voglio dire, magari anche a me bastasse qualche settimana di astinenza sessuale per capire tutto quello che devo cambiare in me stessa. A volte ho raggiunto anche il quadrimestre senza beneficiarne in termini introspettivi, anzi.”

    Con questa mi hai stesa. E un po’ con tutto il post. E’ da affiggere in città come manifesto contro l’auto-sabotaggio femminile, sallo 😀

  43. Dell’Isola salvo solo Rocco e Signorini, (la sua espressione quando Rocco si è denudato a Play Desnuda è da antologia televisiva).
    Su Rocco ho dovuto rivedere il mio giudizio, da egocentricofallocratesuperficiale, a persona umana capace di provare emozioni che sa essere anche simpatica.
    Quanto sia vero e duraturo quello che ha mostrato rimane tuttavia un interrogativo.
    Ma almeno abbiamo visto l’uomo a quasi 360 gradi.
    Negli anni 80 Rocco mi stava sulle scatole mica poco, tant’è che se gli amici mi proponevano il pornazzo del sabato sera al cinema di seconda e c’era in cartellone un film con lui mi rifiutavo categoricamente. Soldi sprecati a prescindere mi dicevo.
    Poi qualche anno fa preso dalla sindrome di e-mule scaricai un film che credevo essere un cartone animato, ma invece si rivelò essere l’inquietante… “Rocco invade la Polonia”. Visto che avevo quasi fuso il computer per un film che non era quello che credevo decisi almeno di dargli un’occhiata. Rimasi impressionato da pensare, il prossimo che mi dice che le dimensioni non contano gli tiro un papagno in mezzo alle orecchie.
    Dopo tipi come John Holmes, Ron Jeremy, Gabriel Pontello; Rocco sarebbe stato da convocare in Nazionale, come unico Italiano a poter competere a livello mondiale per le performance…
    Sugli interrogativi posti da Geena c’è parecchio da riflettere, ma a me salta in mente solo una cosa. Che molte fanciulle mentono sapendo di mentire, perchè hanno ancora la “sindrome del peccato originale”, cioè se dici che ti piace fare sesso con uno che ha un tarello equino, il marchio della zoccola DOCG non te lo toglie nemmeno il Papa…. La paura del giudizio del resto della società benpensante e politicamente corretta (ma moralmente ipocrita) purtroppo condiziona ancora pesantemente.
    Poi piace o non piace rimane una scelta personale, vivvaddio c’è ancora il libero arbitrio.
    Lascio questa parodia che è l’emblema migliore di tutta quella trasmissione inutile che è stata l’Isola. Almeno due risate non guastano 😀 ;-D

  44. E niente, c’ho avuto da fare e mi era sfuggito il tuo fantastico (es iusual) post sul mitico Rocco.
    A prima impressione risponderei con l’opzione “No perché chissà in quanti posti l’ha messo.”, perché io questo problema me lo sono posto ogni volta che ho iniziato una relazione (escludendo il “no”. La mia era una domanda silenzionsa che mi rimbombava inside.) Invece ti dico “No perché nella mia vita ho frequentato due uomini di cui uno non aveva nulla da invidiare in quanto a salsiccia e prestanza fisica del buon Rocco versione anni ’80, e no perché ce n’è stato un altro che in quanto a fantasia e durata andava daddio.
    Rocco è un onesto professionista del porno ed è stato un bel figaccione. Adesso è un signore non brutto, con un grosso pisello e che chissà dove l’ha messo.
    No, grazie.

    Ciao Vagy, ti stralovvo.

  45. Ok è vero, inizia ad invecchiare, ma Rocco è sempre Rocco! Io gliela darei…però come hai commentato all’inizio, sul sesso anale avrei un po’ di paura! 😉

  46. Solo ora leggo questo bellissimo post! Ebbene sì, sono una tua affezionata lettrice anche se non commento mai! Ma oggi esco dalle ombre per fare statistica. Sono anche io del partito del certamente, perché no?
    Il buon Rocco ormai ha una certa età, ma sono sicura che va meglio lui a 50 anni che alcuni trentenni che ho avuto la “fortuna” di conoscere (biblicamente). Condivido il discorso della …professionalità che mi metterebbe a mio agio, in più mi risulta simpatico, e quindi voto SI’!

  47. Vabbè ma dopo questo strepitoso post, il Rocco nazionale, ti ha contattato????

    No, dico, per una cena, 1000 selfie (da rigiocarsi con le amiche) e quattro chiacchiere! 😀

    Se la darei a Rocco? Mah… e comunque… “mai dire mai” … 😉

  48. Arrivo (si fa per dire) per ultimo… È un articolo talmente geniale che dovrebbe essere immediatamente incluso nel patrimonio dell’UNESCO (forse poi prenderebbero in considerazione anche Rocco, chissà). Tuttavia, perché ciò avvenga, andrebbe stampato su carta, formato B42 (tipo Gutenberg, per intenderci). Perché le dimensioni contano. Eccome. E non dite di no.

  49. Chi dice che le dimensioni non contano, lo fa perché non ne ha mai provato uno più grande (o viceversa, una davvero piccolo). E amen.

    marco

  50. Duecento, dico 200 commenti?
    Ma che stai a scherzà?
    Ok sono compresi i tuoi ma mi pare una roba dell’altro mondo, che dire, complimenti!

    Piccolo inciso che c’entra un cazzo (appunto).
    Voi, voi tutti che calpestate l’hinterland milanese, non avete neanche una vaga idea di cosa succederà in termini di viabilità all’apertura dell’expo di ‘sta minchia.
    Neanche una vaga idea.
    Ci vorrà l’esercito per scrostare dalle strade le macchine, mica scherzo.

    Quindi, mi pare di capire che ti andrebbe di trastullare l’ottimo Rocco, tra l’altro non nel particolare Isola ma sentite le interviste alla radio mi è parso pure simpa e molto ironico.
    Embè, dove sta lo strano?
    Minchia io per un paio d’ore con Lisa Ann ammazzerei qualcuno.
    Ma il bello della cosa sta tutta lì, sei vai a Gardaland che fai trovi una panca e fai il picnic? Ma vah! Ti fiondi sul blu tornado eccheccazzo.
    Se devo sognare la porcona sogno in grande.
    Stessa roba ribaltata in ambito femminile ovvio.
    Le vorrei vedere molte che “ah non mi attizza”, se si presentasse con la baguette in mano.
    Suvvia io il problema proprio non lo vedo.

  51. Che ridere 😂
    Io devo dire però cara vagi che rientro tra quelle che Rocco anche no… Ma non per chissà quale motivo, semplicemente non mi fa scattare niente. Bell’uomo, dotato, sicuramente, ma sono una di quelle per cui l’ormone è indissolubilmente legato al neurone e Rocco no, non me lo accende 🙂 sono una da tipo misterioso, che resta un po’ in disparte, che non deve fare il brillante a tutti i costi, parla poco, sorride storto ma per farti passare ti mette la mano sul fianco in un modo che ciao.
    Ecco.
    🙂

  52. Io gliela darei molto volentieri.
    Vuoi mettere l’esperienza dopo anni…anni…ed anni di specializzazione in trombate sicuramente sa cosa fare e come. Poi diciamocelo “vecchio”? E da quando l’uomo maturo é diventato un tabù?
    Io le donne d’oggi non le capisco proprio….

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...