Tinder Chronicles 1 – Il tipo da Modelle

Quando sei single da un po’, amici e conoscenti iniziano a raccontarti leggende metropolitane di amiche di amiche che sul Tinder hanno addirittura trovato l’amore. E che quindi sì, insomma, dovresti usarlo anche tu. E non importa che tu dica “no ma figurati se uno si mette con uno di Tinder, no dai ti prego, non mi va, io ste cose le ho già fatte quando erano meno mainstream, io voglio conoscere qualcuno nella vita reale e blablabla“. Quelli ti dicono che no, che devi usarlo, perché male non fa, perché puoi sempre conoscere gente nuova. Tu ci pensi un po’, rifletti sullo scorso autunno di astinenza sessuale (che hai deciso di non replicare nel 2016) e ti dici: va bene, okay, proviamo.

Così mi sono rimessa sulla piazza delle dating app e ho constatato che esse richiedono un gran dispendio di tempo che potrebbe essere destinato a più edificanti attività sociali e personali, ma che in effetti c’è un sacco di materia prima e questo è un fatto.

Schermata 2016-03-15 alle 22.55.04

Ho conosciuto un tipo, che chiameremo Tinder 1. Tinder1 ha 27 anni. Oh yes, è un under30 e capite bene che anche solo questo non poteva che indurmi a uscirci per condurre un’accurata indagine etnometodologica sulle possibilità di interazione con i millennials (dicesi millennials quelli che erano ancora minorenni quando è nato youtube, per capirci). Inoltre abbiamo un amico in comune, una persona vera, per cui la cosa assume delle sembianze molto rassicuranti, quasi familiari, nel grande apeiron delle staffette sessuali digitali.

Il Tinder1 se la cava grandemente. Prima uscita pomeridiana, un paio d’ore piacevoli, normali, tranquille. Si fa sentire nei giorni a seguire e il weekend successivo ci vediamo per aperitivo che in realtà diventa una cena. Poi lui sarebbe andato a una festa giovanilistica e io avrei raggiunto i miei amici 30enni per bere un amaro del capo in qualche locale sovraffollato sui Navigli.

A metà della cena e al secondo bicchiere di bianco so già che gliela darei senza riserve, perché lui mi fa ridere, perché è insolente ma mi fa anche una specie di tenerezza, perché sto mangiando pesce, il locale è bello, lui è bello, cioè non è Michael Fassbender ma ha delle robe che a me soggettivamente piacciono molto, da sempre, tipo essere alto, altissimo, più alto di me coi tacchi, e moro, e barbuto, attento a darmi la precedenza quando c’è da varcare una soglia e molto attento a rabboccarmi il vino (ho fatto diverse cene con alcolizzati latenti che si scolavano la bottiglia da soli, tracannando a un ritmo assai più sostenuto del mio). Il cameriere gay è innamorato di lui, evidentemente, e al tavolo accanto c’è un crogiolo di commilitone over30 che parlano di maternità e gravidanze. E io sono felice di essere lì con un bel figliolo under30 che voi non potete capire quanto. Ho anche la piega fatta e un look total black (così, per essere originali) che mi fa sentire bene. Insomma mi sento una figa a cena con un figo (non sposato/fidanzato/convivente con altra ignara donna, primo vantaggio dell’under30: esiste la possibilità concreta che sia casualmente – e non cronicamente – single). E questa cosa non mi capitava da un pezzo e me la godo anche se lui poi andrà a quella festa e io penso che anzi meglio così, almeno non gliela do e non faccio la parte della vagina facile. Tutto molto bene.

Al terzo bicchiere mi dice che darà pacco alla festa (che apprendo essere una festa con modelle, di cui una già destinata a lui, nel senso che lo aspetta proprio, perché hanno già limonato in passato, ottimo).

“Perché pacchi?”, gli chiedo con fasullissima apprensione mentre in realtà i miei ormoni stanno facendo il trenino sulle note di Com’è bello far l’amore da Trieste in giù.

“Perché sto benissimo con te”.

Uau. Dammi il cinque.

Vagina 1 – Strafiga-20enne-di-40-kg 0.

Nel frattempo gli arrivano whatsapp multipli da altri amici under30 che, a seguito del suo pacco alla festa con le ultrafighe, gli danno del frocio. Mi è utile notarlo per accertarmi che lui non sia un mitomane che ha inventato tutto.

Le cose procedono a quel punto in maniera eccellente e, dopo aver pasteggiato e bevuto a sufficienza, andiamo da me.

Il prosieguo è lasciato alla fantasia del lettore.

Schermata 2016-03-15 alle 23.17.29

Avremmo potuto non sentirci mai più, come di solito avviene con le one-shot. Invece mi ha riscritto (la sera stessa, ndr) e il giorno dopo, domenica, è tornato da me, per un appassionante e appagante secondo round. Tutto molto bene.

Avremmo potuto non sentirci mai più, come di solito avviene con le two-shots. Invece mi ha riscritto dopo poche ore che sarebbe tornato da me, di nuovo, e che insomma ne avevamo ancora voglia entrambi. Ed eravamo stati entrambi bene, senza disagi, senza sbattimenti. Tutto molto naturale, liscio, quasi normale.

Se non fosse che poi, raccontandocela su, torna sul tema modelle e mi manda il link alle foto della extreme-gnocca-deluxe che aveva mandato in bianco la sera prima. A seguire mi gira il link di un’altra gnocca, persino meglio della prima, che lui proprio vorrebbe farsi.

Io tentenno, titubo e mi chiedo: ma perché? A me cosa interessa del tuo campionario di modelline perfette con lunghi capelli setosi e sorrisi bianchissimi che manco una join venture tra Mentadent e Omino Bianco (sì, è l’invidia della fumatrice che mi fa parlare)? D’un tratto è stato come se la realtà fosse arrivata all’improvviso, tutta insieme, siamo a Milano baby, qua un milanese piacente esce con le modelle, quelle che di solito si vedono sulle riviste, sulle passerelle e affisse seminude sui palazzi. Pura pappa reale per l’ego delle donne normali, quelle che da tutta la vita s’impegnano a combattere o ad accettare i propri difetti e le proprie imperfezioni. Cose che ti mettono a tuo agio come un uomo sarebbe a suo agio a sentirsi dire “Il mio ex era il gemello genitale di Rocco Siffredi“.

In sintesi: dovrei sentirmi lusingata di aver vinto il trofeo virile per 1 notte, o forse 2, o forse 3? Le foto delle tope servono a mettere una distanza e a dirmi con una sofisticata forma di comunicazione non verbale “ei sappi che io mi trombo gnocche più gnocche di te, ma siccome sei intelligente mi sono fatto pure te“? Avrei forse dovuto dire: “Uau, facciamolo in tre!“?

Perché a me va bene che sono adulta, indipendente, mentalmente aperta e sessualmente libera, ma sono pur sempre una vagina. Inoltre, in passato, sono stata tradita (da un eunuco che amavo) con una pseudo-modella, quindi ho proprio un’idiosincrasia scoperta sul tema. Aggiungici che sono, come tutte, culturalmente programmata fin dalla più tenera età a essere insicura. E quella menata della bellezza, ommioddio, quante inutili paturnie sulla bellezza, sulla sensazione di non esserlo mai abbastanza: che siamo grasse, che siamo basse, che non abbiamo le tette, che abbiamo la cellulite, la buccia d’arancia e le smagliature, che stiamo invecchiando e DIOPECCATOMORTALEINVECCHIARE. Ettucheffai? Mi mandi le modelle.

Ho concluso dicendogli che doveva uscire con la super-figa, invece che con me, che era più giusto e più coerente così. Credo anzi di aver proprio detto “Sei un tipo da modelle“, come se fosse una categoria antropologica con la quale io non posso naturalmente avere nulla a che spartire. Non saprei dire se lo pensassi davvero, ma mi era scattata l’artiglieria autodifensiva pesante e quando lui mi ha detto “Ma sto uscendo con te”, ho proprio insistito: esci con la prossima copertina di ELLE, dai.

Comunque sono state 36 ore molto belle. Questo è un fatto.

Come è un fatto che da tutta questa storia possiamo trarre una sola grande morale: puoi anche essere una strafiga di straordinaria bellezza e, ciononostante, essere paccata di sabato sera. Succede a tutte. Anche alle modelle.

Quindi noi stiamocene tutte molto tranqui.

 

194 pensieri su “Tinder Chronicles 1 – Il tipo da Modelle

    1. Di sicuro, il tipo NON e’ stato molto carino ed educato con te!!!!! Scusa sta con te e poi ti sottolinea il fatto che ci sono tipe piu’ fighe…ovvero MODELLE che lui non avrebbe difficolta’ a farsele????? E allora mi spieghi il perche’ visto che le altre sono cosi’ interessanti e’ venuto con te???? Comunque e’
      vero certi uomini si meritano certi tipi di donne LE MODELLE….non per disprezzare la categoria ma molte NON hanno cervello….almeno con te….forse si e’ reso conto di quanto tu sia interessante e unica….sfortunatamente il cervello non sempre e’ accompagnato dalla bellezza relativa….Guarda in fondo NON hai perso niente….certi uomini e certe donne su queste cose sono tutti uguali…..e’ stato bello per te….ti ha fatto star bene…ma continua la tua ricerca…..troverai sicuramente di meglio!!!!!

      1. non so, forse semplicemente diamo un peso diverso alle cose… 🙂
        l’importante è essere coerenti con i pesi che la propria assegnati dalla propria emotività, e non forzarsi a trovare naturali cose che per noi non lo sono… 🙂

  1. Guarda, come contenuti questo post è uno dei tuoi che preferisco.
    Ti seguo da sempre, ti dirò: mi sembra di sentirti parecchio, parecchio in forma, da qui.
    🙂
    (Tinder l’ho usato abbastanza tempo fa da poter dire “Non è più come una volta”)

    1. Come nelle altre chat del resto…boh…tre-quattro uominitipo…a seconda della fascia di età..tanta solitudine e problematiche generazionali..noia mortale..preferisco vivere.

  2. Questo conferma ulteriormente che sotto i trenta sono e rimangono ragazzini (i famigerati bamboccioni). È una caduta di stile imperdonabile, e denota anche una necessità di conferme che sconfina ampiamente nella stronzaggine.
    Eh, bastardi di razza ce ne sono sempre meno, soppiantati da tantissimi giovani stronzi 😔

      1. E’ quello che dico sempre anche io.
        Io dispenso svariati calci sui denti, non perchè sono più brava solo che non ho voglia di perdermi dietro a sconclusionati, però dal modo in cui si comportano si capisce che sono abituati a comportarsi così e di solito arrivano a meta. Mesi e mesi fa ci avevo anche scritto un post

      2. Per l’amor di Dio, un caffè ce lo si può anche prendere, in amicizia, in qualche modo ci si dovrà pure conoscere. Ma molti sono convinti che poi sia d’obbligo il sesso, non passa nemmeno dall’anticamera del cervello che in un incontro possa scattare qualcosa di più. Una botta e via……

    1. Grande il Fedi, come sempre. Come dicevo sul fb, gli egofroci colpiscono ancora. Anche a me capitò qualcosa di simile un paio di volte. Hai fatto bene a liberartene. Lui si fa la collezione di bambolette, poi si fanno i selfie, poi? Cmq non solo i giovani son fessi così. e’ vero. Avanti Vagy

    2. ecco anche io non sto proprio a pensare che sia una questione di età…
      alcuni hanno detto insicurezza. a me è bastato il fastidio che ho provato, senza entrare nel merito ecco 🙂
      di razza, in generale, c’è ben poco ormai 😀

  3. troppo precipitosa stavolta (nella seconda parte) mannaggia a te; forse era solo un primo piccolo scoglio di insicurezza che aveva voglia di superare con te.. chissà. un abbraccio

  4. A me, che condivido la tua idiosincrasia per la categoria modelle (anzi lasciami circoscrivere: modelle che si chiamano Barbara), mostrarti foto di ragazze che “lo aspettano” o che “vorrebbe farsi” (fossero anche bidelle di scuola media) pare un atto di straordinaria maleducazione e indelicatezza. Io non bazzico i Navigli né ho la nonchalance di chi vive a Milano e di queste storie ne vede ogni dì, ma qualche uccello l’ho visto anche io e ti posso assicurare che il narcisismo non è mai grande affare.

    1. hai usato la parola chiave cazzo.
      proprio ieri leggevo un pezzo sull’attrazione tossica tra empatici e narcisisti.
      ESATTAMENTE (ovviamente non ho riletto questa vicenda, ma ben altre, ben più disastrose, vicissitudini che ho sul curriculum) 🙂

  5. Quando imparerai? Già il fatto che se la menava con le sue doti di grande playboy doveva farti capire che era il solito coglione. A questo punto meglio uscire con i vecchi zii…..
    Ma poi, ti sei chiesta perché questo cerca avventure su Tinder quando ha a disposizione tutte ‘ste strafighe??

    1. Posso dare una risposta bastarda? Non so se anche tu frequentavi in gioventù il Bar Magenta, dove ai tempi giravano un sacco di “modelline” che stavano lì per farsi offrire da bere, e poi forse (ma molto forse) uscivano anche con qualcuno, ma solo se dotato di Porsche e Rolex. Ecco, il concetto è che se una frequenta un sito (o applicazione, poco cambia) per incontri la puoi “portare fuori” anche se non hai Rolex e Porsche. Più che esercitare l’arte della seduzione esercitano l’arte della statistica: su tante una che ci sta la trovano.

      1. Certo che ci andavo ogni tanto da pischellino, ma c’è ancora il Bar Magenta?
        Forse una volta si pescava sul mucchio, adesso ci si può permettere anche di scegliere la qualità, visto l’ampia offerta…. 🙂

      1. Sarà, ma non ho mai sopportato i pistoleri che devono a tutti i costi aggiungere tacche nuove. Va bene non volere relazioni fisse ma almeno conosce le persone un po’ più profondamente…..

      2. La penso come te. ..purtroppo per conoscere ci vuole maturità e se uno (o una) sono ancora bambini vogliono avere tutti i giocattoli del negozio. .salvo poi non essere mai contenti e volere sempre di più. Io quando ho capito che quello con cui mi vedevo era cosí, l`ho lasciato al suo parco giochi.

    2. perché una cosa non esclude l’altra, semplicemente.
      e per rispondere agli altri commenti dell’alveare 🙂 ❤
      non è che la diano solo le donne conosciute tramite un'app
      non è che non si parli
      non è che una persona incontrata nel mondo reale sia necessariamente più sana (io ho frequentato persone conosciute nella vita "reale" anche nell’ultimo anno) e forse sì, forse le cose hanno sfumature diverse ma come sapete gli esiti sono simili 🙂

      in ultimo io credo che questi strumenti siano ormai del tutto diffusi e il loro utilizzo estremamente trasversale. sono molto diffusi anche all'estero, dove però se ne fa un uso differente, in un certo senso, perché sono usati anche per fare nuove conoscenze…ma noi che siamo latini, insomma, sapete come siamo ecco 🙂

      detto ciò, non giudico un uomo conosciuto su un app perché non voglio che mi giudichi per il fatto che mi ha matchata su una app…ma non perché non voglio essere giudicata (che figurati se una donna può non essere giudicata per qualunque cosa faccia o dica) ma perché sarebbe un giudizio parziale e probabilmente ingiusto 🙂
      FORSE!
      continuerò la mia indagine e vi terrò aggiornati 😀

      1. Ne parlavo giusto settimana scorsa su un altro blog che poneva lo stesso dilemma, e mmi venne risposto che all’estero Tinder funziona solo semplicemnte per faare nuove conoscenze, in amicizia, tanto per non adare a bersi una birra in solitudine.
        Per il resto, il mio grande amore l’ho conosciuto su wp….. detto tutto…. 🙂

  6. Te pensa che io sono al livello avanzato: conosco uno che sta abbastanza zitto (pure troppo) da non farmi calare l’interesse, è carino tanto (almeno come piace a me ergo moolto alto), ci si provoca e non poco…e non c’è verso di uscirci. Che poi sarebbe un uscita senza senso e andrebbe male è un altro discorso ma rode cmq.

  7. Ciao Geena,
    Due uscite e tre scopate non fanno una relazione. Lo sai bene tu e lo sa bene lui. Si è giocato bene le sue carte e il fatto di avere una conoscenza comune magari lo ha portato a chiedere info su di te. Magari lui giocava in vantaggio e tu facevi finta di non saperlo.
    Tinder1 (nick da sonda spaziale) naviga nello spazio interstellarvaginale alla ricerca di vagine da esplorare e da cui recuperare campioni da analizzare nel suo superego introspettivo. Lui cerca pianeti abitabili (le modelle), trova te che saresti un pianeta di classe uno ma ti classifica luna abitabile, sempre meglio che asteroide o cometa. La prossima volta brucialo al rientro nell’atmosfera, magari rimbalza e sparisce nello spazio intestellarvaginal profondo.

    In sostanza sei tu che lo devi sfoggiare come un fiore all’occhiello e non viceversa.
    Non sei uno scampolo di stoffa da mercatino, sei un’abito firmato da un grande stilista e come tale devi essere riconosciuto e pagato. Chiaro? 😉

    Baci da uno che assomiglia a più PO di Kung Fu Panda (parola di mia nipote) che a Tinder1 😀 😀 😀

  8. Non finiro mai di ringraziarti… mi sento meno sola nel leggere il tuo blog!
    Io ora sono nella fase “dolcissimi, bellissimi che alla terza settimana capiscono di non essere pronti per una storia”.

    Tra un mese avro 30 anni… ^^ quando la smettero di incrociare stronzi?

    Un abbraccio

      1. Guarda, secondo me meglio subito, te lo dice una che ha avuto fidanzati maschilisti, di questo tipo…sul lungo periodo (mica ti parlo di anni eh?) possono provocare danni d’autostima, sicurezza in se stesse etc etc.

  9. Chiedo venia in anticipo per il preambolo con annesso commento prolifico. Ho scoperto il tuo blog perché le mie college, con cadenza più o meno regolare, se ne uscivano con frasi tipo “perché lo dice la vagina” oppure “vagina docet!”. Io, da buon cazzetto 30enne, ho imparato fin dalla più tenera età a non fare domande quando le donne parlano di cose che apparentemente non capisco, ma un giorno, di fronte all’ennesimo “vagina docet”, nun ce l’ho fatta più e ho pronunciato il mio fatidico: “Ma che vor dì?”. Non ti nego che mi si è aperto un mondo, ho dato un senso alla mia insonnia leggendo tutto quello che scrivi, ho elencato i miei Dark Side, piagnucolato davanti ad “Amami quando”, riso del TSOV e poi vabbè, quando scrivi in romanesco che te lo dico affà, decollo proprio! Da quello che scrivi, dalle tue introspezioni rese pubbliche, esce fuori una donna con una “D” no maiuscola, deppiù! Non solo bella fuori, ma piena di sostanza dentro. Intelligente, colta, ironica, intraprendente, autonoma, stronza quanto basta, dolce. Una dolcezza che emerge nonostante il cinismo dominante. Quindi mo, uno che frequenta modelle e che manda foto di altre donne alla donna che sta frequentando (cristoddio, come ti viene in mente?!?), può tener testa a tutto sto ben de Dio? Si merita tutto ciò? NO! È solo un coglione (egofrocio?) bisognoso di conferme per sollazzare il suo fragile Ego (giudico facilmente e sono ipercritico, lo so, che ce posso fa?).
    Quoto chi ti ha detto che il tizio ha avuto gran fortuna a beccare te su Tinder…e quanno je ricapita??
    Personalmente ho avuto esperienze pessime con le modelle (non che ne abbia frequentate a bizzeffe, sia chiaro), dalle conversazioni, alle cene, passando per il sesso. Paccare modelle (che poi a Roma paccare = pomiciare/limonare, ma qui intendiamolo alla meneghina) è cosa buona e giusta. Paccare modelle e riconoscere che abbiamo davanti una vagina gold edition sarebbe il non plus ultra, ma se sa, noi cazzetti siamo limitati.
    Comunque, per la cronaca, tra le varie dating app, la tua pagina Fb è la migliore…altro che Tinder! 😁

    Ciao Vaggì, un abbraccio.

    1. La differenza semantica tra il nostro e il vostro paccare è fantastica! 😂
      Quindi anche le strafighe sono deludenti sotto le lenzuola? Che giuoia quando le modelle vengono così umanizzate…

      1. Non solo. La delusione più grande c’è stata al ristorante: lei aveva ordinato un’insalata senza salmone (perché ahò, il salmone è grasso) e io, per non fare la figura di quello che non magna da secoli, ho evitato di ordinare dei fantastici ravioli speck, gorgonzola e noci. Se ci ripenso piango. (sono un uomo e vivo solo, quando mai li vedo i ravioli???)

      2. Compra i ravioli Giovanni Rana…sciogliere un po’ di gorgonzola in un padellino non è difficile! 😂😂😂

      1. Fedifrago cos’hai contro Giovanni Rana? Al mio ex spacciavo sempre per miei i suoi sughi pronti. 😂
        Comunque se uno cucina e l’altro stira chiedo ospitalità anche io eh!

      2. Saranno 10 anni che non mi faccio stirare una camicia…. una volta che la stendi bene si stira da sola…..

      3. Orrore ….piuttosto me le stiro da solo (sono bravissimo e velocissimo), la camicia deve essere impeccabile: stirata e apprettata senza la benché minima piega o imperfezione

      4. E magari senza le lenzuola stirate non riesci a dormire?? Ahahahah!!! Quanto sei fighetto….. 😛
        Ps. quando ero più cicciottello mi si stiravano addosso……

      5. Ricordati…. non c’è niente di più sexy di un uomo con l’aspirapolvere in mano…. (cit.Lella Costa).

      6. Pure io pago la colf, colf che tra l’altro amo immensamente perché senza di lei sarei già morto da un pezzo, ma con le camicie non ci sa fare. Me le stiro da solo e se il colletto non è perfetto potrei avere crisi isteriche non indifferenti.

    2. allora, a parte ringraziarti per tutto quello che dici, a parte dirti di salutare da parte mia le tue colleghe che io proprio <3, a parte che non so sai, cioè non voglio diventare come quelle che dicono che siccome non è morto per me allora è un coglione, io SO BENISSIMO CHE LA GENTE CUCCA SUI MIEI CANALI MENTRE IO RESTO SINGLE E QUESTA COSA…che te devo dì, diventerò Memorie di Marta Flavi (col plauso della marta, s'intende) 😀

      grazie ancora, daVero 😀

      1. Non è che doveva necessariamente morire per te, però insomma un po’ di eleganza. Le foto delle donne che vorresti farti si mandano agli amici, punto.
        Per il resto, quanto detto è semplicemente quello che traspare da ciò che scrivi. 😀
        E si, sui tuoi canali si cucca, ma si rimane comunque single…ormai può accoppiarci solo la De Filippi!

      2. guarda anche io ho pensato “vedi che non sono mica un amico del tuo gruppetto whatsapp”…ma insomma ci siamo capiti.
        comunque no dai, basta troni. pensiamo a un format alternativo semmai 😀

  10. Cara, sono sulle dating app da un pó (un annetto) e anche io ho avuto a che fare con quelli `around 30` che si dimostrano attratti e poi tirano fuori (sempre dopo e mai prima. .eh) o sono `beccati` a ravanare issessivamente nelle chat e relazionarsi con amiche e amichette varie, notorimente più magre, più giovani e più bionde.
    Anche io mi sono sentita la `vincente` di turno perché il quasi trentenne alla fine tornava sempre dallabsittoscritta (strisciando, ma senza darlo a vedere. ..anzi fingendo istentata casualità)…e io come un`idiota lo riprendevo. ..ma poi alla fine mi sono detta. ..ma che me ne faccio di un pirla del genere?
    Oddio. ..si scopava alla grandissima. Aveva un attributo che credo rimpiangeró a vita (ed ero una di quelle che `ma no non contano le dimensioni` si si. ..sti cazzi)…e lo usava da Dio, quindi cosí male non mi é andata alla fine.
    Peró. ..come dici tu, siamo vagine e ci rompe la competizione.
    Allora ecco una dritta tesoro: sai che la competizione rompe anche a loro.
    Finché pensano che sbavi solo per loro ti giocano come meglio credono. ..hanno la preda in pugno e si permettono di fare i gallettini del pollaietto. ..
    Cosí ho smesso di uscire e darla solo a uno per volta mettendolo sul piedistallo. Esco con più ragazzi e la dó solo quando voglio io. Mi cercano tutti.
    Ok. ..so che hanni altre, mica mi illudo ma almeno siamo pari. Tu mi cornifichi con la modella? Io ti stracornifico con un uno ancora più giovane e più fisicato di te. Non c`é nulla che li faccia andare più nel pallone di una che é libera e non sbava per loro. Poi davvero ti strisciano ai piedi.
    Certo. ..tutto ció non mi esalta né lo porto a sommo esempio da seguire, in fondo continuo a sperare un giorno di essere quella preferita. Quella scelta.
    Ma per ora non cedo e se uno accenna ad appiccicarsi metto pure qualche distanza. Impensabile fino a poco tempo fa. Insomma, di necessità virtù.
    Un abbraccio e…buoni `millennials` 😉
    (Ps. se vuoi leggermi ancora ora sono qui: cuoresolitario.wordpress. com) . 🙂

    1. gioia cara, io so perfettamente ciò che dici e riconosco la validità del tuo metodo. io, come vedi, taglio prima ancora di fare la bavetta o metterli sul piedistallo. perché dei piedistalli, sia che ci stia su lui, sia che ci stia su io, ne ho piene le ovaie. vorrei un pari. non dico per metter su famiglia. per relazionarmici, quando capita e come capita, alla pari.
      sì, la competizione è una menata. dobbiamo competere già sotto fin troppi aspetti nella quotidianità. specie nella ridente milano. se permetti, tra le lenzuola, gradirei rilassarmi.
      e se questo non riesco a farlo, forse non ha senso giacere insieme. non so se mi ho spiegata.
      un abbraccio
      v

  11. e capita pure quello (abbondantemente sopra la trentina) che sembra voler convolare a nozze il giorno dopo e poi svanisce in una nuvola di fumo senza nemmeno aver consumato. e dire che sarei stata anche parecchio disponibile.
    io, per la mia età e non solo, evito gli under 30, ma pare che sia un trend del momento: la nave scuola attira molto.

      1. E’ possibile… ma ho conosciuto cinquantenni con benefitS da urlo…
        (ovvero mi è capitato di avere conversazioni come nelle Streghe di Eastwick, presente?)

    1. ma io penso che non si debbano avere pregiudizi, anche perché dopo aver sperimentato più o meno tutte le fasce d’età, senza sfociare nella geriatria estrema, devo dire che la situazione è complessa un po’ su tutti i fronti…per ragioni diverse, sia chiaro. però insomma, accolgo con attenzione e cura le vostre testimonianze e ne faccio tesoro 🙂

  12. Ma perchè non chiedere la motivazione del mostrarti le foto? magri ti avrebbe stupito. inoltre se davvero ti ha risposto “ma io sto uscendo con te” poteva anche essere convinto …

  13. Scusa ma quando ti ha detto “si ma esco con te” non ti è venuto in mente che era lui a sentirsi insicuro?
    Che sbatterti in faccia tutte le strafighe, ma paccarle, aveva un senso?
    Ovvero trovava molto più interessante uscire con te (e venire a letto con te, che in fondo capiteranno pure le modelle genere “piano che mi rovini la piega”), ma non era abituato ad uscire con una come te…
    Forse potevate divertirvi pacificamente ancora per un pezzo!

    1. E cosa doveva fare lei? Mandargli una foto dei suoi libri per sbattergli in faccia che aveva qualcosa di intelligente da fare ma ha preferito lui?
      Ci sta che lui sia insicuro ma non sono d’accordo sul fatto che per esprimerlo abbia mandato il book fotografico delle sue “barbie intime”
      Poi oh, se ci tiene può anche insistere a scriverle, sa pure dove abita…

    2. mah …..non è questione di insicurezza, ma di avere un minimo di intelligenza. Io avevo un collaboratore (agente di commercio, libero professionista) che mentre ero in affiancamento mi disse (forse pensando di essere figo, come il tipo di Tinder) “se non mi paghi di più, posso portare i miei contratti a un altro”

      Fermai l’auto, gli aprii la portiera e gli dissi: “prego, puoi andarci subito”
      E in questi casi non esiste una seconda chance

      1. Dissento sul suo essere idiota. Così a istinto. Temo che Vagy sia stata troppo severa con lui e soprattutto con se stessa.
        Però non li conosco, potrebbe essere uno dei rari casi in cui la mia streghitudine sbaglia (che è pure presa da altri pensieri)

  14. Innanzitutto vorrei farti i complimenti per come scrivi: leggerti rientra tra i miei piccoli piaceri. Appartengo alla categoria ultra trentenne (sono 32 quest’anno) e tempo fa ho tentato la sorte su tinder con molti dubbi e parecchio sarcasmo, ma credo mi sia andata bene: 2 anni in meno, bellezza semidiafana dagli occhi azzurri, funziona molto bene a letto e cucina per me da più di un anno e da quanto dice vuole continuare a farlo. Quindi da perplessa e snob degli incontri online quale ero/sono credo di poter affermare di essere una delle sopracitate leggende metropolitane.

    1. OOOOHHHHH stupore.
      quindi succede 🙂 grazie, almeno dimostri che non sono invenzioni che le amiche single si tramandano in forma orale tra di loro per darsi fiducia che tutto nel mondo sia possibile 😀
      in bocca al lupo cara!

  15. Il mio ragazzo è uno da modelle. È un bel ragazzo, non il più figo degli strafighi eh, ma è quel genere di uomo che con le donne ci sa fare e, tendenzialmente, le donne cedono in tre due uno te la do.
    Io, bè, io invece proprio NON sono una modella.
    Quando abbiamo iniziato a frequentarci (come scopamici ovviamente ndr) lui mi parlava di continuo di tutte le ragazze con cui era stato e che gliela avevano sbattuta in faccia dopo mezzo appuntamento.
    Io, probabilmente perché non me ne fregava niente di avere una relazione con lui ma solo di scoparmi uno figo, mi dicevo solo che cazzo, questo può avere chiunque, ma sta scopando con me. Ciao autostima, era così in alto che non sapevo manco dove fosse.
    Siamo andati avanti sei mesi, poi è finita che l’abbiamo fatta diventare una cosa seria, ma per come è nata poteva anche andare a finire che ognuno continuava per la sua strada.
    Da quando stiamo insieme mi chiedo spesso per quale imperscrutabile ragione lui abbia scelto me e continui a scegliere me (nonostante non sia una modella e nonostante adesso sappia anche che ho un carattere proprio dimmerda).
    Ti leggo sempre ma è la prima volta che scrivo.
    Ho deciso di scriverti perché un po’ mi sono ritrovata in quella situazione che hai descritto nel tuo post. Quello che ti vorrei dire è che dovresti fottertene delle modelle e cavalcare l’onda, e magari non solo quella. Forse dovresti essere meno gelosa di un ragazzo che mica ti ha mai promesso amore eterno (e neanche tu glielo hai mai promesso).
    Se ti chiama e ti va fatti trovare, rimpingua la tua autostima e fregatene del resto.
    Poi se questa storia andrà avanti o finirà dipende da un sacco di altri fattori.

    1. Ciao Chiara. ..mi ha colpito la tua storia. Quindi avete iniziato come scopa. ici e tu non ti aspettavi altro. Ho capito bene? No perché io ancora sto cercando di capire, il tipo che vedevo era carino scopava da dio con me e nemmeno io sno una modella, ma poi non é bastato a farlo restare. Tu come hai fatto? Ti facevi cercare? Ti cercava lui? Vi sentivate tutti i giorni?
      Lui ti cercava il giorno dopo averlo fatgo, prima che le cose si facessero serie? Vedeva altre oltre a te prima di `decidersi`?
      Scusa se chiedo. Giusto per capire come ti é riuscito `il miracolo`. ^_^

      1. Ciao @spirito libero, mi metto in mezzo e ti racconto com’è andata a me. Il mio ex era un gran figo: 1.90, moro, sorriso strappamutande, ex nuotatore, dannatamente virile e allo stesso tempo dolce e premuroso. Pieno di donne ovviamente, tutte strafighe. Mi ha rimorchiata in palestra…in palestra capisci? In mezzo a tutte quelle chiome bionde dalle chiappe marmoree ha attaccato bottone con me, che non sono Mariangela Fantozzi per carità, ma nemmeno Belen! Mi cercava spesso, mi corteggiava, era tutto così inverosimile che all’inizio pensavo di stare in qualche candid camera. Ho passato i primi mesi a chiedermi perché, perché tra tante aveva scelto me che sul tapis roulant sembravo l’ippopotamo di happy hippo e ogni volta che glielo dicevo lui rideva, mi diceva che ero bellissima, mi ci faceva sentire bellissima, migliore delle altre, in tutto. E io sono sicura che, tra tutti, lui è stato l’unico che non mi ha mai tradita, ci metto pure i piedi sul fuoco. Siamo stati insieme quasi un anno e mezzo, poi è finita…ha avuto un’importante offerta di lavoro a Berlino e io non ho avuto il coraggio di mollare tutto e seguirlo, nonostante me l’avesse chiesto più volte con le lacrime agli occhi.
        Perdonami, probabilmente sono andata ampiamente fuori traccia…ma ogni pretesto, ogni rimando è buono parlare di lui. Chissà, forse a forza di parlarne mi stuferò e finalmente andrò avanti! 😊

      2. Ciao Scheggia. ..caspita. ..no non sei andata fuori tema. ..anzi! Mi spiace un casino che vi siate lasciati ..ma non era possibile per voi mantenere i contatti e vedervi anche se stava a Berlino? Che peccato! :(. Comunque questa tua storia e quella di Chiara mi fanno capire una cosa. ..se un uomo é preso non guarda quello che noi pensiamo sia figo, ma la persona! Io non so. ..forse mi sono giocata le carte, lui sembrava preso più di me all`inizio poi mi sono coinvolta più io. ..avevamo un`intesa fisica unica, ma forse ii mi sono mostrata troppo ansiosa e desiderosa di avere un rapporto e ho sbagliato. ..lui comunque era uno sportivo, campione nazionale nella sua disciplina, e mi ha cercata anche dopo varie sue vittorie importanti quando pensavo che non mi calcolasse più. ..forse dovevo fidarmi di più ma a quei livelli le tipe cadono ai piedi come mosche e io non ho voluto mettermi in competizione e ho mollato la presa. Certo se lui fosse stato convinto davvero non mi avrebbe lasciata andare. Tra tira e molla é durata un anno, ora ho chiuso io e l`ho anche bloccato x non farmi cercare più. Ci sto male, ma bisogna andare avanti. Chi ci tiene lo dimostra, sempre. Un abbraccio!

      3. All’inizio abbiamo continuato a sentirci, ma era uno strazio per entrambi…continuava a dirmi che non ce la faceva a vedere altre donne, che era innamorato di me, così come io lo ero (sono) di lui. Continuo a pensare di essermi lasciata scappare l’uomo della mia vita, a novembre ha persino fatto arrivare un mazzo di fiori a mia madre per i 60 anni! Adesso fb mi sbatte nella home sue foto insieme a biondissime crucche in giro per locali e ci sto di merda, anche se lo vedo spento, anche se a fianco a loro non lo vedo raggiante come lo vedevo accanto a me. Ma probabilmente è soltanto un una mia illusione.
        Posso dirti che è vero, quando si è presi quello che conta è la persona in sé, non il suo aspetto o il suo status. Ora non so la tua storia, magari bloccarlo è stato un tantino estremo, credo che delle volte ci lasciamo andare a pipponi mentali assurdi che non fanno bene a nessuno. È vero anche che quando ci mostriamo ansiose e desiderose di un rapporto quantomeno stabile, gli uomini si spaventano…ma allo stesso tempo è vero anche che se lui è preso, delle tue ansie se ne frega, non si spaventa, ti prende e ti porta via. Ma di uomini così ne esistono probabilmente due su millemila. Per il resto è tutto una merda.
        Un abbraccione

      4. Hai ragione. ..guarda. ..io l`ho bloccato per disperazione perché non mi calcolava e poi l`ho visto online su una chat di appuntamenti. ..e allora mi sono detta: ma cosa cavolo mi cerca a fare se poi dopo esserci visti lui cerca altre. ..ho sentito la dignità sotto i tacchi. ..magari lui non si é nemmeno accorto che l`ho bloccato. Peró non ce la facevo più a vederlo andare e venire. ..cercarmi ogni 10 15 giorni solo per vederci e poi sparire di nuovo. ..
        Il tuo caso mi sembra diverso. ..il tuo ragazzo era sicuramente preso ma poi la distanza purtroppo ha incrinato il rapporto.
        Lui non mi amava. Gli faceva solo comodo sapere di trovarmi sempre quando voleva. ..ma penso come donna di meritare di più. Non dico che non mi manca ma ora sto meglio di prima. Sapere che vedeva e cercava altre, anche se poi tornava sempre a cercare me, era troppo pesante da gestire e a me non piace sgomitare nel mucchio. ..voglio uno che sia convinto e non torni da me perché non ha di meglio o la fighetta di turno non gliela dà e allora si ricorda della cretina che é innamorata di lui. C`é un limite a tutto…
        Grazie di aver condiviso la tua storia cara. ..chi lo sa, magari vi ritroverete….si vede che ci tieni ancora tanto e probabilmente anche lui, anche se non lo dà a vedere e ostenta le tizie su fb. ..ma da quello che mi hai detto, é chiaro che lo fa per ingelosirti e a suo modo `punirti` di non averlo seguito.
        Un abbraccio

      5. Quando abbiamo iniziato a frequentarci io uscivo da una storia in cui avevo fatto l’amante. Avevo preso un palo così grosso che di storie serie non ne volevo proprio sapere. Lui invece stava passando il suo periodo “una diversa ogni sera” dopo che la sua ragazza (modella) l’aveva piantato appena prima di andare a convivere.
        Quando abbiamo iniziato ci vedevamo una volta a settimana, solo per fare sesso. Ci sentivamo giusto per metterci d’accordo su ora e luogo. Niente di assillante da parte di nessuno dei due (e per fortuna, visto che io appena mi sento il fiato sul collo in genere taglio tutti i ponti). Un po’ alla volta abbiamo iniziato a sentirci anche in momenti random durante la settimana, un po’ mi cercava lui e un po’ io, ma passavano anche più giorni in cui non ci sentivamo proprio. Poi abbiamo iniziato a uscire per andare al cinema o a cena, e poi a un certo punto è diventato ovvio che non eravamo più solo scopamici. Se mi chiedi cosa di preciso ha fatto succedere il “miracolo”, però, mi sa che proprio non ne ho idea 🙂 un abbraccio

      6. Qualcuno più su nei commenti ha parlato di uomini pistoleri che voglio aggiungere sempre una tacca nuova, forse questo era il caso del tuo lui…o forse cercava altro per capire cosa realmente provava per o semplicemente tu eri il porto sicuro in caso di emergenza. Non lo so. Interpretare i loro comportamenti è difficile, riescono ad essere complicati pur avendo un criceto nella scatola cranica. 😊L’importante è che tu ti senta realmente bene con te stessa adesso. Questo è ciò che conta.
        Per quanto mi riguarda, forse gli scriverò…ho giusto ritrovato una sua maglietta qualche giorno fa, devo sincerarmi che non gli serva…mica può rimanere senza magliette, a Berlino fa freddo! 😁
        Grazie a te cara…a volte condividere le proprie cose con degli sconosciuti è catartico, aiuta a liberarsi…riesci ad ammettere cose che magari non vuoi/puoi dire a chi ti vuole bene.
        Buona fortuna!

    2. Chiara, Scheggia e Spirito Libero.
      Capita di vedere coppie che paiono disassortite: lui bellissimo e lei appena passabile, ma anche lei strafiga e lui mezzo nerd. A parte il fatto che il fascino non è dato (solo) dalla bellezza, ci sono componenti attrattive che spesso prescindono dalla piacevolezza dell’aspetto.
      Ma io credo che – tra gli altri – vi sia anche una componente di insicurezza nello scegliere la donna/uomo meno attraente per una relazione stabile; se stanno con una modella per qualche sera va bene, ma in una relazione sapranno sempre che sarà oggetto dell’attenzione di molti e che rischiano possa cedere al corteggiamento di altri, più belli o più ricchi di loro. Quindi – magari inconsciamente – scelgono una donna che li tranquillizzi di più perché sarà meno al centro delle attenzioni degli altri. Nel contempo devono nutrire il proprio narcisismo con l’ammirazione (invidia) di altri uomini, e quindi continuano a frequentare anche le bellone per esibirle.

      1. Fedifrago, sono d’accordo sul fatto che il fascino non sia dato solo dalla bellezza, anzi! Spesso essa è un aspetto marginale. Nel mio caso lui era molto bello, ma conoscendolo è uscita fuori una bellezza interiore anche maggiore, che surclassava la prima. Per il resto spero mi abbia scelta e amata per quello che sono e per quello che gli davo, non perché ero meno al centro dell’attenzione rispetto a quelle avute in passato. Sarebbe svilente.

      2. Ok che siamo nati come scopamici e ok anche che all’epoca se scopava o vedeva altre non mi interessava, ma adesso stiamo insieme, e quel “frequentare le bellone per esibirle” proprio non potrebbe esistere, nel modo più assoluto.
        Non sono mica al mondo per accontentare uno solo perché è figo 🙂

    3. io credo che ormai abbia trovato un’altra tipa 🙂
      però per il prossimo tipo da modelle ricorderò il tuo consiglio 🙂
      (non credo si tratti di gelosia, per l’appunto, per una persona che conosci da 1 settimana, quanto di una caduta di stile – sua – su un’insicurezza – mia )

  16. tu sei un genio ! comunque si, ci son pure quelli che ti dicono di solito vado a modelle ma tu anche se sei grassa hai dei begli occhi…e s aspettano un grazie….

    1. Chiara. ..sei stata `chiara`. 🙂 Grazie della risposta. Di sicuro avete fatto bene a prendervi i vostri spazi e piano piano arrivare a vedervi sempre di più. Nel mio caso. ..pure io venivo fuori da una storia pesante e mi serviva tempo per aprirmi e fidarmi ma lui aveva voluto da subito il rapporto quotidiano, con il buongiorno, la buonanotte ecc. Ci vedevamo anche noi una volta alla settimana all`inizio senza asfissiarci troppo e sembrava tutto ok. ..sesso grandioso e nessuna paranoia. ..ma poi c`é stato un problema sulla fiducia e da lì sono poi nati i casini e i vari tira e molla che hanno portato il rapporto a non evolvere correttamente. Se fossimo stati meno precipitosi entrambi forse le cose sarebbero andate diversamente. ..o magari anche no. ..forse sarebbe finit lo stesso per altri motivi. .. ..come dici tu sono vari i fattori che fanno in modi che una storia possa funzionare o meno. Si vede che non eravamo giusti per stare insieme. Un abbraccio 🙂

  17. Sti 29 anni per me sono una cosa molto brutta.
    Dai 26 in giù sono troppo piccoli anche se fighi immani, dai 33 in su io inizio a vedere le rughe e gli stempiati proprio nn fanno per me.
    E Per ora tinder mi ha regalato solo sesso di cattiva qualità.
    Provo a ritornare a Badoo, che non si sa mai

    1. ecco io badoo proprio zero…
      e grazie di essere stata così sincera da parlare della loro stempiatura…che noi ci ammazziamo di pugnette per la cellulite e le rughe e le borse sotto gli occhi…manco loro c’avessero l’elisir di eterna gioventù 😀

      (tieni duro comunque)

  18. e vabbene… era un pezzo che non capitava una serata del genere. Però un pensierino, ino, ino l’hai fatto. Almeno questo è quello che mi hanno trasmesso le tue parole.
    Comunque evidentemente Vagina era più interessante delle modelle strafighe. Questo ti dovrebbe aver fatto piacere.

    1. sì io credo di essere stata così secca dopo le foto, perché ero stata fin troppo bene prima.
      cioè se dovessi azzardare un’analisi azzarderei questa.
      per il resto, come detto, sono state 36 ore molto belle, in cui io ho evidentemente trovato qualcosa di piacevole in lui, e lui in me 🙂

  19. Ti ha fatto vedere le foto delle sue modelline perchè ti ha subito considerato come (scop)amica e ha voluto condividere qualcosa che a lui piace in uno di quei momenti in cui un uomo sta talmente bene con una donna da dimenticarsi che è una donna. Sì, proporgli di fare una cosa a tre sarebbe stato un pensiero veramente nobile.
    Avrei potuto anche io comportarmi così se avessi una scopamica. E delle modelle per le mani. E il fisico per trombare tre giorni di fila. E l’età per farlo…

    1. rido.
      sì, ha senso, ma secondo te dopo 2 giorni siamo già scopamici?
      dopo 2 giorni, se ci vediamo, lo facciamo per stare e farci stare bene. e dopo 5 euro che sei uscito da me, al massimo mi parli di quanto ti piace me, non delle altre.
      perché non sono l’amico della squadra di calcetto. sono la donna che hai deflorato (con suo gaudente consenso) fino a poco fa. e questo, da uomo, è comunque bene non dimenticarlo.
      s’impara. per il futuro, lasciasse il tempo alla scopamicizia di configurarsi come tale, per lo meno

      1. Con la premessa che hai comunque fatto bene a reagire come hai creduto meglio, dopo 3 episodi di piacevole incastro, in mancanza di dichiarazioni più impegnative (tipo fissare la data delle nozze o il numero di eredi), si può pensare ad un inizio di scopamicizia senza impegno, al limite posso concedere che bisogna essere ottimisti. D’altra parte per vedere dove porta una strada bisogna pur incamminarsi.
        Perchè, appunto, la scopamicizia presuppone l’assenza di impegno che non sia stare bene insieme come era il vostro caso. E no, non eri l’amico della squadra di calcetto, anche perchè a quello non racconti cose così intime mentre la scopamica è l’anima gemella, quella a cui puoi raccontare che ti piacerebbe farti la modella, la sua amica e la sua portinaia. Contemporaneamente.
        Cioè, la scopamica è libertà, il flusso di coscienza, senza paura di perderla perchè non è ‘tua’ in senso sentimental-affettivo-contrattuale. E’ la donna che scopi ma che è anche amica perchè ci si trova quando se ne voglia, di trombare o di trovarsi (che i maschi quando c’è di mezzo il trombare sono sempre più disponibili, questo forse s’è intuito col passare dei secoli… 🙂

        Ma non era quello che cercavi tu. E sì, poteva essere più paziente.

        Rileggendomi mi sono autoconvinto di aver bisogno di una scopamica… 😀

      2. ma sono in linea di principio d’accordo su tutto. solo che non mi sento tua amica (con benefits) dopo 2 volte che ci siamo visti.
        ma forse cercavo altro e non lo sapevo.
        detto ciò: c’è sempre bisogno di una sana scopamicizia 🙂

  20. Vedo che qua tutti sono contro al povero, ingenuo Tinder1… io invece, penso che sia un insicuro, che si senta inferiore a te, e che per cercare di portarsi al tuo livello ti mostra le sue strafighe, per farti vedere che lui non è uno sfigato, che si merita di starti accanto. E dagli un’altra possibilità, poverino, mi fa tenerezza!

  21. Io ‘ste robe non riesco più a leggerle.
    Ma qualcuno si è soffermato sull’enormità del ciulare tre volte e poi ti mando le foto di una modella che mi vorrei fare?!?!
    Ma porcozzio ma che gente c’è in giro? Ma che scappati di casa appaiono a tiro delle tue gonadi?
    Mi sconvolge la naturalezza, qualcosa che non è nemmeno arroganza è follia pura.
    E’ completa incoscienza, boh sprezzo del pericolo?
    ‘Nso neanche come definirlo.
    Ok è Tinder, ok tre ciulate non fanno una storia vera e propria, ma figa un minimo di…boh rispetto?
    Balordi, veri e propri balordi.

    Per rispondere alla tua domanda, sei stata fin troppo tenera direi, io nel pezzo l’avrei MASSACRATO e non ci sarebbe stato davvero nulla da eccepire.

    1. Se ti leggi bene tutti i commenti ci sono anche quelle che lo difendono…. caro Lupo, non abbiamo capito un cazzo nella vita, bisognerebbe essere più stronzi….

      1. Ma noi ormai quell’imprinting lì dello stronzo che acchiappa non possiamo nemmeno più siringarcelo.
        Diciamocelo, noi siamo quelli delle rose rosse.
        Non c’è un cazzo da fare.

    2. ma io sto cercando di diventare più buona con il COSMO! 🙂
      chettedevodì. è un problema di domanda e offerta, che a milano raggiunge vette inesplorate mi sa.
      e poi è cambiato tutto. tutto. ne parlo nell’ebook che non pubblicherò mai.
      comunque t’abbraccio lupo,
      la prossima volta ti chiamo e li gonfiamo! 😀

    1. Quelli delle rose rosse esistono, non sono esseri così mitologici. Vengono ringraziati, definiti “teneri” e poi pisciati perché lo stronzo demmerda tira di più.
      (ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale) 😀

      1. le attenzioni in sé non sono dannose, se non danno l’idea di essere l’unica tua arma, e non ti fanno scambiare per un peluche. Forza, sicurezza, determinazione e tenerezza devono essere miscelate nelle giuste parti in un uomo, lo zerbino non piace a nessuna

      2. Ovvio, non è che uno passa la sua vita a mandare fiori e scrivere smancerie. Ci deve essere il giusto mix, come dici tu. Però ho notato (in generale) che certi gesti, certe attenzioni, stufano e/o vengono poco apprezzate. Più facile dare una seconda possibilità/giustificare chi ti manda foto di modelline che vorrebbe trombarsi (come consigliano più su). Tempi duri per i romantici, direbbe qualcuno…

      3. Ahahah…quello del pornoromantico mi sembra proprio il mix giusto! Quando mi passerà l’odio per il genere umano, (ri)proverò anche io a fondere tra loro i due campi. 😀

  22. Già … sulla bellezza quante inutili paturnie, mia bellissima e aperta @Vagina … e quanto spreco di parole ! Poi, improvvisamente, un’ Artista sublime come Giuny Russo ci ricorda che la bellezza, quella che lascia senza fiato ( altro che i barbuti trentenni milanesi che girano arrapati come lupi lungo i navigli … ), è ancora immensamente presente nelle nostre squallide ( non la tua, però … ) esistenze in cui ci arrabattiamo a mostrare quel che NON siamo, e non facciamo nulla per mostrare, invece, quel che siamo e quanto di quella bellezza, al netto di tutti gli strati di stucco farlocco …. è ancora in noi a prescindere !
    A bentoit … amica mia, ti lascio questa ( straordinaria ) canzone ! 😀

  23. Mi piacerebbe sentire anche la sua campana.
    Non è che sei stata…. un pochino permalosa? Cioè, lui pirla senz’altro, ma magari era solo una gaffe… Insomma, anzichè troncare al primo colpo avresti potuto incazzarti (certo, mica stare lì come una fessa) ma poi stare a guardare un po’ senza essere precipitosa.

    Comunque è un brutto mondo, davvero un brutto mondo, quello dei singles di città, singles da happy hour milanese. Mi viene una tristezza.
    Fighetti da modelle che escono tutti in tiro, versano il vino e cedono il passo sulla soglia delle porte, che hanno sempre la frase giusta al momento giusto per finire a farsela dare.
    Che palle…..
    Guarda che se io adesso dovessi uscire per un primo appuntamento , io andrei vestito come sono adesso: scarpe di tela “tipo all-star” (e oggi va di lusso, che sono almeno della “kappa”), jeans comprati online (3 paia uguali così sono a posto per un po’), felpa che ha circa 17 anni (ricordo che l’avevo anche prima di conoscere mia moglie).
    E mi peserebbe non poco venire a Milano città. Preferirei un posto molto in provincia, fuori dalle balle, magari in campagna. E verrei in moto.

    Io mia moglie l’ho conosciuta in una spiaggia di notte, col fuoco e i bottiglioni di vino, qualche canna, bagno di notte, chi in costume, chi in mutande….. e poi viaggi in moto, notti in tenda……
    Non hai un hobby? Cerca qualcuno col tuo stesso hobby e nell’ambiente del tuo hobby!
    Deve piacerti quel qualcosa che avete in comune, altrimenti non ti innamorerai mai della sua altezza e la sua barba.

    1. è un mondo difficile anche se io forse sono diventata un poco di città.
      cioè io non verrei mai in campagna. se mi vieni a prendere ok.
      in moto ci devo pensare.
      penserò anche all’hobby. scrivo, vado in palestra, leggo poco e a fatica, a volte vado al cinema e magari imparo a fare le fotografie.
      e a viaggiare da sola.
      ci penserò…
      e forse sì. forse non ci si innamora dell’altezza e nemmeno della barba

      1. Non è “campagna”, ma è… il lago di Como (ma non Como città) , o il fiume Ticino con una trattoria alla buona immersa nel verde, o un piatto di pizzoccheri o brasato con la polenta in un ristorante di montagna (sulle montagne più vicine, zona Argegno-Como-Erba-Lecco), o le dolci colline dell’oltrePo….
        Ma effettivamente mi rendo conto che sono posti dove andare in moto e preferibilmente di giorno. In macchina nemmeno io fare più di 10km.

  24. Hai fatto bene. Non ho mai capito il senso di stare in compagnia di una persona per la quale si mostra interesse e parlare di ex, di conquiste che si vorrebbero fare, di altre trombate… no, me lo devono spiegare. Un po’ come quando esci e all’inizio lei ti esplora il passato come fosse un interrogatorio di polizia…

  25. Il problema di chi adesso non ha ancora 30 anni? IL CERVELLO. Ce l’hanno disconnesso dall’eleganza. Se ne trovi uno single di solito è per quello….ocio Vagy. Sono una versione cresciuta degli Egofroci 😂

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...