Sono nata cattiva

Sono nata cattiva, o lo sono diventata molto presto. Non so quando. Non so perché. So solo di essere sempre stata molto cattiva.  Certo, potrei imputare le responsabilità della mia cattiveria a qualcun altro. Potrei dire che sono diventata cattiva perché sono cresciuta tra parenti clinicamente depressi e affettivamente avari, che la mia famiglia ha…

È sempre lei che.

I giganti buoni. I raptus di gelosia. L’amore folle. Gli imprenditori brillanti. I padri di famiglia che ammazzano tutti. I ragazzi che sono solo ragazzi. Le goliardate tra amici.  C’è sempre un modo per non chiamare le cose con il loro legittimo nome. Per edulcorare. Per rendere meno brutale ciò che si racconta. Per far…

Compiti a casa

Quella appena trascorsa, come alcuni di voi sanno, non è stata esattamente l’estate più frizzante e spensierata della mia vita. Ciononostante, è stato un periodo intenso, durante il quale ho gioco-forza imparato un bel po’ di cose, e ho di conseguenza messo a fuoco alcuni compiti che mi piacerebbe affrontare nell’autunno. Provando a fare una sintesi…

Vita da Autrici

L’altro giorno ero a Vasto, in Abruzzo, dai miei. Me ne stavo spanzata in spiaggia, sul lettino, rigorosamente all’ombra perché ho l’incarnato chiaro degli aristocratici, quando mi sono sentita con Lucrezia Sarnari, che è una scrittrice ed è uscita da poco con il suo nuovo libro. Non è stata una vera e propria telefonata (figurarsi)…

Differenziare l’Ansia

Ieri è finalmente uscito, edito da Sperling&Kupfer, il mio nuovo libro: Esserti fedele sempre (o forse no). Quando dico “finalmente”, intendo dire che la mia più recente fatica letteraria avrebbe dovuto essere in libreria molto prima ma, a causa della pandemia, è stata posticipata, un po’ come tutto il resto. Fatto sta che la mia…

Tu chiamale se vuoi Mestruazioni

È successo nel giorno del mio dodicesimo compleanno. Sono tornata da scuola, sono andata in bagno, mi sono accovacciata sulla tazza pensando a chissà cosa (probabilmente al dilemma di non aver mai baciato nessuno, sfortunata coincidenza che costituiva un’onta gravissima), e poi ho abbassato lo sguardo. Così l’ho vista. Imprevista, sfrontata, piuttosto imbarazzante: una macchia di…