Vagina Emigrante

Quando ero giovane, quando studiavo a Bologna, viaggiavo in autobus. Lo facevo perché, ar finale, per Bologna ci volevano 9 ore. Perché ero giovane. Perché all’alba poi potevo arrivare a casa e collassare. Quando ero giovane, viaggiavo di notte. E ricordo che il pullman mi sembrava un pachiderma lentissimo che si muoveva goffo sulla A14….

Non sapere

Ieri. Ore 18.07: scrivo un sms alla Zia Vagina. Zia Vagina è una mia collega. Anzi, Zia Vagina è una mia amica. C’ha un sorriso adorabile che potrebbe infondere serenità pure a un Jack Russell e, pur avendo soltanto pochi mesi più di me, è infinitamente saggia, modello di equilibrio, di autenticità e di umanità che…