Le 3 fasi di Gestione dello Stronzo

C’è uno specifico esemplare d’uomo con il quale non esiste donna sul Globo che non abbia dovuto confrontarsi almeno una volta nella vita: lo stronzo. Dicesi “Stronzo” qualunque maschio intento ad assumere in maniera deliberata, financo inconsapevole, atteggiamenti urticanti nei confronti della vagina (che, si sa, è per definizione molto delicata e suscettibile).

Di fatto non importa che tu sia Courtney Love oppure Suor Germana, prima o poi, di sicuro, in uno stronzo ci incappi. Un po’ come con la varicella, te la fai di sicuro. Come una tappa della crescita, come l’esame per certificare la tua expertise in campo sentimentale, se non sei mai stata sotto per uno stronzo, dopotutto, chiminchiasei?

Naturalmente, la reazione allo Stronzo cambia nel tempo, pur lasciando sempre inalterato quel minimo comune denominatore di incredulità e indignazione di fronte all’evidenza che, chiunque egli sia, non fa le piroette ai nostri piedi di Sovrane Indiscusse dell’Universo.

Scientificamente sono state documentate tre fasi esistenziali di Gestione dello Stronzo, in donne di età compresa tra i 15 e i 50 anni.

FASE 1 – dai 12 ai 19 anni: LA DISPERAZIONE

desperate-women

Dalla pre-adolescenza agli anni del liceo, lo stronzo investe completamente il nostro essere. Ci straccia l’anima e ci ribalta, ci fa piangere con i singhiozzi, ci fa scrivere pagine e pagine di minchiate imbarazzanti, ci fa passare ore interminabili al telefono con le nostre amiche a parlare sempre ed esclusivamente di quanto sia stronzo lui che, però, ci piace così tanto perché lo amiamo in modo assurdo da morire. Lo Stronzo, nella Fase 1, ci debilita più di un’infezione gastrointestinale e ci fa ascoltare “Amore Bello” di Claudio Baglioni a tutto volume, senza provare un pur minimo briciolo di imbarazzo.

Del resto siamo in quella fase della vita in cui il nostro bisogno di legittimazione virile è al massimo storico e, se riceviamo piccoli segnali negativi, ne va di tutto il nostro ego. Per quello soffriamo in quel modo scomposto e viscerale, perché la sua stronzaggine mina la nostra presenza a noi stesse.

FASE 2 – dai 20 ai 26 anni: IL SOFISMA

Negli anni universitari lo stronzo assume un peso differente nelle nostre vite. Noi siamo cresciute, spesso siamo andate via di casa, siamo – per quanto acerbe – molto più consapevoli di noi stesse e questo ci permette di non subire lo Stronzo, bensì di affrontarlo e sfidarlo, di prenderlo per le palle e frantumargliele! E’ un periodo meraviglioso della vita, quello, in cui il tempo libero abbonda, il coraggio verso il mondo è enorme perché in quegli anni pensi che il mondo sia fare serata e prendere 28 a un esame. Insomma, siamo gagliarde e quindi abbiamo tutti gli strumenti per applicarci! Se lui non ci ama, lo innamoreremo!

Tipicamente, dunque, nella Fase 2 si sprecano ore di discussioni, giornate di polemiche, settimane di pugnette mentali auto-indotte e imposte al disgraziato di turno (che se non ti lascia parlare a voce, vuoi non scrivergli 4 cartelle Word, interlinea singola, carattere 10, per esprimergli il tuo punto di vista?). Abbondano in questo periodo i velleitari tentativi di cambiare lo Stronzo in questione perché, inevitabilmente, dovrà accorgersi che siamo le migliori per lui, perché lo siamo, e ci amerà come lo amiamo noi. Per sempre. Nei secoli dei secoli. Amen.

Confident-Woman-521x320

FASE 3 – dai 27 anni in poi: MASTICAZZI

Quando ti incammini verso i 30 anni, hai un altro punto di vista sulle cose. Ormai sei grande abbastanza da aver brevettato lo stronzometro, un dispositivo cerebrale che ti permette di individuare subito il tipo di Stronzo, quando ne becchi uno: lo Stronzo Old School, lo Stronzo Digitale, lo Stronzo Seriale, il Wannabe Stronzo (perché m’hanno detto che stronzo è fico). Poche palle. Verso i 30 sei molto più sicura di te e lo sei al punto da conoscere le tue fragilità e accettarle come naturale contraltare di tutto il resto. Per questo motivo lo stronzo in questa fase della vita ci annoia. La sua scapestratezza sentimentale non è più un nettare emotivo per la nostra psiche vaginale e la spinta formativa data dal confronto con lo stronzoide l’abbiamo esaurita almeno 5 anni prima. Lo Stronzo a questo punto non aggiunge niente, non ci completa e ci fa al massimo perdere tempo.

Per carità, il fascino dello Stronzo è un grande classico della vaginografia contemporanea, un carisma intramontabile nel quale può succedere a volte di ricadere. Ciò che cambia, in noi, sono i tempi di reazione. Rispetto a quando eravamo pischelle, adottiamo il protocollo “Masticazzi”,  gli tagliamo la testa e bon, ciaoproprio, stronzo sei e stronzo resterai, adesso lo so che, non essendo la Madonna di Madjugorie, non ho il potere di redimerti. Non mi interessa quale traume psico-sodomo-cerebrale abbia condizionato il tuo sviluppo. Cordialmente, addio.

Perché sì, cazzo, è ora di sfatare questo mito sul fatto che ci piacciono gli stronzi. No. Non è del tutto vero. La verità è che gli stronzi ci ricordano di quando eravamo giovanissime e rievocano in noi un tempo sufficientemente lontano da sembrarci bello, giocano con la nostra nostalgia vaginale. La verità è che confrontarsi con uno Stronzo è molto più semplice che confrontarsi con un Uomo. La verità è che uno stronzo non ci obbliga a diventare migliori, a superare i nostri limiti, e i suoi, passando dalla relazione di fantasia a quella reale. La verità è che lo Stronzo non ci impegna.

E non è che quando eravamo ragazzine amare era più facile.

E’ solo che allora eravamo disposte ad amare uno Stronzo, mentre oggi pretendiamo di amare un Uomo.

165 pensieri su “Le 3 fasi di Gestione dello Stronzo

  1. Tesoro , mi vedo molto nella terza fase. Non per niente ma sticazzi . Tutto vero tranne che per una cosa : con lo stronzo alla mia età ti diverti un sacco e sai perché ? Perché sei più strozza di lui .
    Ti abbraccio

      1. Lo stronzo solitamente è anche cattivo e prevaricatore; e gode dell’essere prevaricatore fregandosene delle conseguenze.
        Il bastardo di razza (passami l’ossimoro) ti induce atti di cui ti potrai pentire, ma la cui decisione hai preso in totale libertà senza alcuna prevaricazione o costrizione; hai ragione, è un’arte 😉

      1. Come devo fare per essere cancellato dall invio dei post?

        Vedo che proseguite nel vostro atteggiamento sbagliato ,
        che procura i guai di cui poi correte a lamentarvi
        Considero inutile proseguire con uno scambio qualsiasi .

        Vi saluto con questa storiella .
        Siamo in un Lager . Un gerarca incontra una bambina
        che gioca e ride . ´Che bella bambina´ !, chiede lui :
        ´Quanti anni hai?` ´Ho cinque anni e undici mesi , quasi
        sei` Al che lui risponde bonario : ` Eh no, no, no´ .

        .

  2. Sono alla fase 3. E ne ho ancora 25. O.o Forse più che l’età vale il numero di Stronzi (con S maiuscola, quelli con s minuscola non li conto nemmeno.)… Ma come sempre mi tocca darti ragione dalla A alla Z.
    E “La verità è che uno stronzo non ci obbliga a diventare migliori, a superare i nostri limiti, e i suoi, passando dalla relazione di fantasia a quella reale. La verità è che lo Stronzo non ci impegna.” è la più grande Verità dell’articolo. Glielo spieghi tu a quelli che mi vedono piccola bimba indifesa ed innocente, che se sto avendo a che fare con uno Stronzo, non è che non ne sia al corrente, ma è solo che non voglio impegnarmi?!? Che da un certo punto di vista me lo sono anche scelto?! Che mi dicono “dovresti trovare uno come Tizio o Caio, uno buono e gentile, uno intelligente come te…” e che non lo so??? Solo che se poi lo trovo “devo” impegnarmi, vorrei impegnarmi. E al momento la mia vita è già abbastanza complicata da sola, che devo decidere chi voglio essere “da grande”, che devo trovare un lavoro che mi si addica, che devo trovare un posto dove vivere. Perciò prima realizzo me come persona, poi vedrò di realizzarmi in coppia. Che a forza di Stronzi, il giorno in cui trovo quello Giusto lo vedo e lo sento in dieci secondi. (O almeno spero 😉 )

      1. Non li tratto male, nemmeno gli Stronzi. Sono una “persona buona e di buon cuore” o questo è perlomeno quello che dicono di me. Io dò a tutti due chances, me stessa inclusa. 😉 Quindi si spera che me ne darò una seconda quando mi renderò conto che è Lui. 🙂

      2. Mi sono ripresa dopo un enorme scivolone.. ho 31 anni, sono ampiamente nella fase “sticazzi”, e ho rischiato di perdere l’unico buono, leale, sincero che abbia mai incrociato in vita mia. Perché mi sono comportata, a tratti, come posseduta da svariati demoni. Quella tua ultima frase mi è arrivata come un tir dritta in faccia: a furia di stronzi, mi sono resa conto di non esser proprio cresciuta, sentimentalmente parlando, mai migliorata. Ci sto provando ora, ce la metto tutta. Ma stare con un Uomo (che ha 29 anni) più maturo in ogni senso di me mi ha destabilizzata e posta davanti alla più amara delle verità: non ero pronta, ma me lo tengo (o almeno ci provo..) 🙂

  3. Ciao
    Non ti nascondo che all’ inizio il mio orgoglio maschile aveva iniziato a segnalare intolleranza all’ argomento, ma sul finale, come un crescendo Rossiniano, è avvenuto il colpo di scena. Mi trovo d’accordo con la tua analisi e ammetto di leggerti volentieri. Magari riuscirò a carpire e capire qualcosa sul quel fantastico universo chiamato donna. Sperando di non incrociare troppi asteroidi. Ancora complimenti. 🙂

  4. ti adoro! E comunque succede anche che, così prese dal nostro immolare Candy Candy, noi lo stronzo lo sposiamo. Convinte che cambi. Poi ci si sveglia anche da questa allucinazione e si adotta il protocollo “Masticazzi”
    🙂

  5. Per fortuna, dopo anni di fase 1 e fase 2, sono felicemente alle 3, ohyeah! 🙂
    E ho fatto capitolare ben 2 stronzi-stronzissimi, sì, hanno fatto le piroette ai miei piedi, mia hanno IMPLORATA…proprio come volevo a 19 anni! Peccato che poi mi sia stufata io…e quindi ciaone! 😉
    Però, da allora, ho capito che noi vagine valiamo, come dice la L’Oréal, e che meglio ma molto meglio da sole che non con qualcun che ti piglia per il culo! Insomma, è stata una bella iniezione di autostima!

    1. Poi c’è la fase degli anni over, quelli dopo la menopausa, quando tu credi che gli stronzi abbiano fatto un poco di autoanalisi e quindi puzzino di meno. Li incontri, quelli che sono solamente invecchiati rimanendo uguali. Ma ce ne sono talmente tanti che è impossibile – anche svicolando – non incontrarli. Si sono fatti ancora più furbi, tu li comprendi più velocemente, non sprechi lacrime, né cene,né altro, ma i graffi sul cuore rimangono perché se loro rimangono stronzi tu rimani alice nel paese delle meraviglie ( e ci tieni)

      1. Sottoscrivo con partecipazione ciò che dice Alida: anche se la mia fase non è ancora post bensì pre, intorno ai 40 una donna può dire ormai con certezza che il tipo dello stronzo è una realtà antropologica travalicante l’età e l’appartenenza sociale. È stato coniato per definirlo il termine “anaffettivo”, molto usato tra le mie coetanee bon ton. Non importa che sia maturo e di successo, magari anche al primo,divorzio, con o senza figli, ecc.: l’uomo stronzo resta tale dentro in eterno, perché tale è la sua natura. È un modo di porsi alla donna, che può essere sostenuto solo da una partner altrettanto stronza. E quando uso il termine, non lo faccio in accezione negativa, infatti avrei da eccepire sulla tua conclusione, Vagina, che lo stronzo non sia un Uomo, così come per me la donna stronza è una donna risolta, magari pure invidiabile; se alla stronzaggine attribuiamo un significato profondo: che coincida con una verità della vita, il sapere in ogni momento che nei rapporti amicali o di sentimento dobbiamo occuparci prima del nostro benessere e della nostra libertà mentale, dopo di quella altrui.
        Ma è lungo questo discorso. E lo sta facendo una che comunque ha pagato il suo pegno, con gli stronzi, in ognuna delle fasi da te descritte 😉

  6. Segue dal posr La verita´ e´ che non gli piaci abbastanza
    e questo post dedicato all attrazione genetica delle donne per lo
    stronzo . Per farvi conoscere un altro tipo di uomo ,
    Elliot Rodger, andate su questo sito e scaricate il file :

    http://www.documentcloud.org/documents/1173808-elliot-rodger-manifesto.html

    Prima di uccidersi ha dichiarato : le femmine della razza
    umana non mi hanno mai trovato interessante , degno
    di interesse . L espressione FEMMINE e´ appropriata .
    A me , francamente, sembrate irrecuperabili .

    E´ proprio una legge assoluta .
    Porto un caso reale , tratto dalla vita :

    Tennis: ultima follia di Fognini, battuto da n.553 del mondo mostra dito medio

    (AGI) – Roma, 7 ott. – Dopo le ‘cassanate’ e le ‘balotellate’, si …
    (AGI) – Roma, 7 ott. – Dopo le ‘cassanate’ e le ‘balotellate’, si potrebbe parlare tranquillamente di ‘fogninate’. Fabio Fognini non e’ nuovo a comportamenti assai poco sportivi, soprattutto in campo. Dopo le proteste con gli arbitri, le racchette lanciate, show di dubbio gusto come quello con Monfils al Roland Garros, ecco il dito medio mostrato al pubblico del Masters 1000 di Shanghai. Un gesto non nuovo per il suo ‘repertorio’, gia’ esibito proprio a Parigi per replicare ai tifosi transalpini, e replicato oggi in Cina. Dopo aver perso clamorosamente al primo turno (7-6 6-4) per mano della wild card locale Chuhan Wang, numero 553 del mondo, il tennista ligure, 18 del ranking e 15 del tabellone, ha mostrato il dito medio della mano sinistra al pubblico mentre, con la borsa in spalla, si dirigeva mestamente verso gli spogliatoi. Una reazione che non fa che aumentare la fama di ‘bad boy’ dell’azzurro, lo stesso che, durante il match poi perso con Tsonga a Montecarlo, aveva ricoperto di insulti il padre Fulvio, reo di avergli suggerito di “giocare con la testa”. Fognini, dopo aver comunque raggiunto un’ottima classifica Atp, rischia di gettare alle ortiche un talento cristallino: difficile, infatti, cambiare ‘abitudini’ a 27 anni. E nemmeno la storia d’amore con la collega Flavia Pennetta, di tutt’altra tenuta mentale, sembra averlo maturato, almeno sotto questo aspetto.

    Uno su Yahho.it ha scritto :
    MC maestro • 4 ore fa Segnalazione di abusi
    il problema e´ la PENNETTA alla PUTTANESCA, che da vera ninfomane conclamata, sta rovinando il ragazzo
    https://it.notizie.yahoo.com/tennis-shanghai-fognini-battuto-da-112440083.html
    Conferma dell attrazione magnetica dello stronzo sulla donna,
    non importa quanto brava , preparata , brava sia lei
    nel suo lavoro . Dentro di lei…

    Ma se una va cercare lo stronzo , e rifiuta gli altri ,
    ( Che mi dicono “dovresti trovare uno come Tizio o Caio, uno buono e gentile, uno intelligente come te…” e che non lo so??? Solo che se poi lo trovo “devo” impegnarmi, vorrei impegnarmi )
    che cosa otterra alla fine ? Gargage in , garbage out , si dice .

  7. A 27 anni, la mia fase 3 è in stato ormai avanzato. Anche se gli stronzi del passato (quelli della fase 2) continuano ancora a fare gli stronzi e a dar fastidio. Ma lì, o ti armi di mazza chiodata e miri ai denti oppure pensi: “Stronzo eri, stronzo sei e stronzo rimarrai” e con un sano MAVAFFANCULO fai finta di ignorarlo, finché la pulsione violenta di cui sopra non prenderà il sopravvento.

    Come sempre, standing ovation per te, Vagina! ❤ Candidati come presidente del partito nazionale delle Vagine, noi votiamo tutte per te!

  8. “La verità è che gli stronzi ci ricordano di quando eravamo giovanissime e rievocano in noi un tempo sufficientemente lontano da sembrarci bello, giocano con la nostra nostalgia vaginale.”

    Volevo scrivertelo io, ma come sempre, mi hai anticipata ❤
    Gli stronzi in cui incappiamo oggi ci ricordano anche quanto ci sentivamo stupide e inutili prima, e per rigor di logica, noi cosí non vogliam sentirci piú, quindi VAFFA, move on, oh yeah!

  9. Ammetto.
    L’ho fatto.
    Quindi sono in grado di esprimere un’analisi seria e ponderata da entrambi i lati dellla retta.
    In sostanza ci sono stronzi e stronzi.
    Personalmente sono stato uno stronzo di ritorno, nel senso che dopo aver subito per qualche anno da una professionista di badilate nei coglioni, appena ho trovato una tapina che mi morisse dietro ho elargito stessa medicina.
    Sbagliatissimo, do not try this at home, ecc. ecc.
    Eppoi gli stronzi DNA, quelli che sei una caccola sempre&comunque.
    Credo però che ‘sta gente si comporti così con TUTTI i sessi a prescindere.
    La maturità in effetti aiuta.
    Una I.M.I. Desert Eagle cal. 45 anche.
    Basta solo scegliere cosa ti fa sentire meglio.

    1. anche io sono d’accordo con la zia. lo stronzo di ritorno è diverso.
      anche se, a un certo punto, non ti interessa nemmeno più tanto il movente della stronzaggine. se sei stronzo, ciao.
      non so se mi spiego.
      vi adoro, btw
      v

      1. Ogni stronzo ha una chiave per accedere al suo cuore, è un essere umano come tutti gli altri, nulla di più. E cmq sia gli stronzi che voi conoscete in massima parte sono le classiche mezze seghe. Uno stronzo autentico ??? Hitler, Stalin, giusto per citare alcuni esempi sociopatici della storia.
        Una vita piatta con un uomo o una donna troppo stabile è una noia, forse ok per le persone molto anziane, ma non per la gente più giovane.

  10. Secondo me la stronzaggine come caratteristica di dna non esiste.
    Esiste solo che ogni tanto si verificano contemporaneamente tre cose:
    A) uno/a ti piace
    B) a lui/lei di te non frega niente
    C) 1-al momento però non ha nient’altro sotto mano 2-gli/le vieni comodo per qualche strano motivo.
    Miscelando il tutto viene fuori un cocktail, chiamalo come vuoi stronzoski, bloody stronzo, stronzo libre. Ma la colpa non è colpa sua perché uno degli ingredienti lo mettiamo noi.
    E’ come mettere insieme benzina, fiamma e miccia e pretendere che non avvenga un’esplosione. Ma la miccia da sola non combina niente.

    1. mbé certo. questo in teoria non fa una piega.
      poi però, posto che per me non esiste nessuno in assoluto santo e nessuno in assoluto stronzo, siamo fatti di sfumature. e alcuni (come alcune) hanno toni predominanti.
      questi toni, crescendo, li riconosci più rapidamente.
      semplicemente.

  11. Dividerei gli stronzi in due macrocategorie. Quelli simpatici, che alla fine lo sai che vogliono soltanto quella, che non ti fanno mistero di volersi fare l’universo femminile intero, e che magari ti fanno anche sentire viva ed importante. Insomma uno stronzo onesto.
    E poi ci sono loro, gli stronzi viscidi, quelli che si fingono innamorati, fanno capitomboli per stare con voi, sorprese, dichiarazioni, prostrazioni. Insomma un vastissimo repertorio di corteggiamento fintoamoroso.

    E comunque posto che parteggio sempre per il primo, sappiate che voi non siete affatto immuni da queste classificazioni (in alternativa sono ufficialmente una femmina mancata)

  12. Mia cara, io ho iniziato tardi la mia carrierera sentimentale(oide) quindi ho saltato la fase 12/19. Proprio allo scoccare dei 19 ho incontrato il primo stronzo. 34enne complessato ex seminarista. Non so come ho potuto ma gli sono stata dietro 2 anni. Po’ c’è stata una pausa felice di 5 anni coronata da matrimonio. Purtroppo però non ero portata per il coniugio e così, in un momento di crisi di coppia ho permesso ad an altro stronzo (io 29 lui 39) di infinicchiarmi per ben 7 anni di fila. Non felice di ciò, e a divorzio consumato, ho gettato nella pattumiera altri 8 anni di vita con un successivo stronzo…ma stavolta me lo sono scelto più giovane di 6 anni….
    Non felice di ciò ora ho una storia con un uno ancora più giovane (l’età dei miei uomini è inversamente proporzionale alla mia) e al momento sto ancora valutando se sia normale o più stronzo di tutti gli altri. Morale della favola…non importa quando anni hai e l’esperienza, se non ti vaccini subito ci ricadi a vita nella sindrome da stronzo. Forse (non è il mio caso purtroppo) te ne accorgi prima….
    Kiss 🙂
    Kiss

  13. Qui piena fase 3, vista l’età e l’esperienza maturata negli ultimi 15 anni di carriera sentimentale, con scivoloni teatral-melo-drammatici tipici della fase 1, in cui passo dal ‘siamotroppoperfettiinsieme’ al ‘comepuoifarmiquesto’ per poi ‘seiunuomodimerda’ nelle 24 ore successive al momento in cui avviene la rottura col suddetto stronzo di turno.
    Dal giorno dopo, dritta alla fase MASTICAZZI
    Ottima analisi la tua!
    Basci

  14. Ho vissuto la fase 1 che, credo, inevitabilmente tutte le adolescenti ci cadono. Diciamo che ero arrivata all’autolesionismo, oltre che ad indurlo a fargli credere che io ero la meglio. Avrei rimandato la festa del mio 18 anni per lui, per una cosa che gli capitò in quel periodo… ma a distanza di anni, credimi, è stata una bella esperienza, ma preferisco un uomo.

  15. WordPress (sia gloria e lode a Lui, Lei, Esso) mi ha consigliato di leggere il tuo blog e, devo dire, è stato il consiglio più azzeccato dopo “compra l’auto a GPL”. Non potevo leggere post migliore, nell’analisi (da uomo avrei parecchio da dire in merito alla categorie) dello stronzo, tuttavia non posso che chiederti: ma per la stronzA c’è rimedio?

    1. ahahaahah non c’è per nessuno che abbia una radice come “stronz”.
      la natura non cambia. mi sa.
      ma nel tempo diventare consapevoli di ciò che siamo può aiutarci, qualora volessimo, a far meno male al prossimo nostro 🙂

  16. C’è qualcosa che non mi torna,non quadra…sarà il mio lato femminile a tendermi fottutissimi trabocchetti o sono proprio una donna mancata? Perché questo post lo posso leggere tranquillamente e farlo mio! Se,nella mia vita,avessi imparato a essere un po’ più stronzo ( quel necessario che basta senza esagerare) probabilmente oggi avrei una vita diversa. Il fatto è che la stronza l’ho beccata io e ora devo fare mio,decisamente,anche il tuo post precedente. Però devo ammettere che tornare single dopo anni ha i suoi vantaggi…tipo mettere su due paccheri con pescatrice,prosecco e vaffanculo a tutto il resto! Si cambia,ora si cambia.

  17. Non è una questione di gestione, ma di digestione.
    Lo stronzo lo devi digerire.
    Come i peperoni.
    Ti ballano per un po nello stomaco, ti fanno sognare i draghi mentre dormi, ma poi, la mattina dopo, con un po di fortuna evacui.
    Ah, le meraviglie del corpo umano!

  18. L’ho riletto. Due volte.
    E, si, sono rimasto senza parole perché, questo, mettila come vuoi – in qualsiasi posizione – questo è un trattato.
    Ho letto Spinoza, ho scritto di Erasmo, mi sono perso tra le righe di Avicenna, Bacone , e pensavo, allora, di aver compreso tutto.
    Ma questo, oh cielo, questo è un concerto di logica ed intuizione. Certo, anche empirismo ma, diamine, l’attribuzione del valore di uno stronzo che muta attraverso gli occhi “stanchi” che condannano .
    Tu sai che questo trattato sarà un faro per tutta la rete? Lo sai vero?
    Oh, se lo sai, maledetta disillusa che ha spezzato il mito degli stronzi di ogni dove ed ha riempito il mio cuore, perennemente alla ricerca di un testo con le palle.
    Conya doss – damn that
    Appunto. Damn that!
    Amo come scrivi.

  19. Comunque c’è chi ci ha scritto un trattato filosofico, intitolato appunto “stronzi”(Aaron James, l’ho iniziato ma non è propriamente una lettura scorrevole come i post della Vagi)

  20. Superati i cinquanta non ti interessa neppure amare un uomo, interessa amare te, il resto è accessorio.
    Insomma è un pò come dire l’importante è aver la casa pulita, se poi ci son fiori freschi meglio, ma non son indispensabili 😉

  21. Nella mia affollata e lunga carriera amorosa ho incontrato soltanto due stronzi. uno basico, gestibile e che come ben sintetizza Vetrocolato, una volta digerito, lo evaqui e bona lè.
    Il secondo è stato devastante, anche se avevo 40 anni, anche se dopo un breve tratto di cammino avevo capito che la sua era stronzaggine problematica, a tratti feroce, borderline. Era totalmente scisso e non riuscivo a vedere solo il gemello tanghero, pigro, cagasotto, irrisolto, irritante. Filtrava la luce dell’altro suo io, e quell’uomo che era probabilmente un suo cercare di adattarsi alla mia, di luce, di gioia di vivere, l’ho amato per davvero. Non volevo salvarlo, volevo amarlo ed essere amata da lui. A tratti anche lunghi c’è riuscito.
    Adesso è come essermi tolta un gatto attaccato ai maroni.

      1. Gia’. E anche nello stesso giorno del bipede che frequento ora. Ma quel lontano giorno di quell’anno in particolare dev’essere passata in cielo un’astronave di alieni strafatti. Perche’ tu e anche A. The New bipede siete proprio tutt’altro. 😘

  22. Io, sorry, non ho mai incontrato uno stronzo da amare. Sarà che sono un po’ schizzinosa ma non ci sono mai riuscita. O forse sarà che la stronza sono stata sempre io e quindi tra stronzi ci si riconosce dall’odore e ci si sta alla larga a vicenda. Quindi non riesco bene a comprendere lo schema per scarsa empatia immagino. 😉

  23. Concordo su tutto. Per quanto mi riguarda lo Stronzo mi attizza un sacco ma la cosa si ferma lì, alla fantasia erotica. Per il resto penso che i trentenni che fanno ancora la parte degli stronzi abbiano solo un gran bisogno di crescere

      1. Ecco non sotto i 23 nè sopra ai 42.. E già la tassonomia sarebbe affascinante, ma ormai mi annoia. Prediligo cose più raffinate.. Ehh l’ esperienza insegna.

  24. Lo stronzo come la stronzetta attirano l’attenzione ogni volta… spero che tu abbia ragione e superando i trenta mi passi questa attrazione! Dovresti fare anche un post sui ragazzi/ragazze buoni/e che non piacciono mai a nessuno/a!

  25. La fase 2 l’ho vissuta dalla parte del “disgraziato di turno” che si sorbiva per ore, quasi tutti i sabati sera, gli sfoghi delle ragazze della compagnia che frequentavo all’epoca dell’università, che regolarmente, dopo averti distrutto emotivamente con i loro racconti di soprusi più o meno pesanti perpetrati ai loro danni (corna ripetute incluse) dallo stronzo del momento, concludevano quasi sempre dicendo…. “è un grandissimo stronzo che mi fa soffrire, ma stasera andrò a fare l’amore con lui perchè mi piace da morire”…
    E io tornavo a casa con l’idea che lo stronzo ero io che mi mi facevo vomitare addosso tutto queste cose è poi a me non mi si filava nessuna… Perchè? ma perchè io ero l’amico che non ci avrebbe mai e poi mai provato con loro. E difatti quelle due volte che ho dichiarato i miei sentimenti sono stato fatto a pezzi e additato come un volgare traditore che approfittava della loro debolezza…. Ma un bel vaffanculo in stereo se lo sono poi prese dal sottoscritto che anni dopo si anche sentito dire…. “avevi ragione tu, lui era stronzo e io non avevo capito nulla”. Le riabilitazioni tardive mi hanno spesso ricordato le purghe sovietiche dei tempi di Stalin, e di conseguenza fatto girare le scatole ancora più vorticosamente.
    E questo ci porta alla conclusione che lo stronzo non ha sesso. La stronzaggine è innata in ognuno di noi, poi potrà essere più o meno manifesta, ma fa parte del nostro DNA.
    Ognuno di noi sa fin da piccolo cosa è bene e cosa è male, è la successiva educazione ricevuta che potrà indirizzarci da un lato o dall’altro. E per educazione non intendo solo quella familiare o istituzionale, ma in senso lato come esperienza di apprendimento.

    Corre in mio “soccorso” il ricordo di un preambolo fatto dal “Professore” Roberto Vecchioni ad un concerto del 1992 prima di cantare “Voglio una donna”. Ricordo (a grandi linee) che quella sera era parecchio polemico ed esordì dicendo che l’uomo era fondamentalmente stronzo e che anche la donna lo era, ma noi maschi ci andavamo giù più duri affermando che se noi eravamo “stronzi” la donna era “puttana”, perchè l’uomo non poteva essere definito “puttano”, ma al massimo “stronzo” e questa cosa lo lasciava sempre perplesso perchè questo desiderio di sopraffazione maschile in realtà mostrava il lato debole e il senso di inferiorità psicologica e relazionale dell’uomo verso la donna.

    Quindi difendiamoci dagli stronzi “tout court” a prescindere dal sesso, la nostra qualità della vita né trarrà grande giovamento. 😉

    1. mannaggia se è vero… in ogni caso credo che il rapporto sia 1:1, per ogni stronzo c’è una stronza… la stronzaggine non ha sesso o casacca… c’è e basta e purtroppo l’ago della bilancia tende sempre dal lato sbagliato!

    2. mi sembra un ottimo proposito quello che avanzi 🙂
      quanto al resto, quando le tue amiche si saranno avvicinate ai 30, avrai riavuto le tue soddisfazioni, anche se non le hai vissute propriamente come tali, mi pare di capire…

      1. Brutta storia gli anni 80. Noi maschi eravamo in panne, non capivamo cosa stesse succedendo e abbiamo reagito malissimo alle donne con chassis da “terminator”, che ci massacravano senza colpo ferire e a nostra volta facevamo a pezzi quelle che invece volevano solo starci vicine. Se guardo indietro con l’esperienza di oggi dico solo che grande occasione perduta da tutti noi per vivere sentimento e sessualità in modo pieno e appagante.

  26. Vagi, cortesemente, ti faresti un post-it da attaccare al frigo (di quelli la cui colla tiene almeno per una quindicina d’anni) con un memo di scrivere anche la fase 4 (dai 27 ai 38) e la fase 5 (dai 39 ai 45) perché so che sembra impossibile, ma hanno le loro porche evoluzioni

  27. secondo me siete attratte dallo stronzo perche e il classico ragazzo che vi stuzzica e vi fa sentire importante dopo tante che si e fatto si concentra su di vuoi e credete che per lui siete importante! non riuscite a capire che fase 1 2 3 non centra ne con l’eta e l’inesperienza! ma la curiosita di prorvare ad arrivare dove le altre non sono arrivate! a farlo innamorare! e vi ossessionate a tal punto che poi siete voi che man mano che insistete vi innamorate! e i veri uomini non le volete non perche vi aiutano a migliorarvi ma solo perche vi annoia e sapete che lui non vi da nessun problema! e se vi stufate di lui non sapreste cosa trovare per mollarlo perche lui i perfetto vi ama vi rispetta e non si guarda intorno per cercarsene un’altra! e voi passereste per il torto e sentirvi come sceme che ha perso un’uomo che vi rispettava e piu doloroso di sentirvi presa in giro da uno stronzo! perche siete in buona compagnia non siete le prime ma neanche l’ultima! e per questo che secondo me siete attratte da uno stronzo!

    1. I “veri uomini”? E chi sono?
      È ovvio agli occhi di tutti che sia la sfida ad attrarre la donna (e spesso anche l’uomo) …..e poi non puoi negare che i “bravi ragazzi” siano quasi sempre anche noiosi. Come da torto alle donne che li evitano? (Oppure li sposano e poi cercano distrazione con quelli “cattivi”)
      😛

  28. Cara Vagy, io mi sono resa conto di subire il fascino dello stronzo agli enta suonati, ma applicando la definizione non ai masculi, bensì al luogo in cui sto. Eterno dramma da expat (e tu da fuori sede immagino che un po’ mi capisci) E’ la Spagna che da 8 anni mi accoglie, facendomi regali e facendomi trascorrere giornate piene e stimolanti eppure io continuo a pensare a quella stronza di Italia che non mi vuole e che mi tiene lontana a suon di due di picche, mi illude e mi scarica, la corteggio e la cerco ma mi schifa, sarei disposta a mollare tutto per stare con lei eppure non ne vuole sapere. Un abbraccio Vagy

    1. eh, c’hai ragione, questa è tutta un’altra storia.
      forse quello tuo per l’italia è un amore di quelli che è meglio farsi un giro insieme ogni tanto, ricordarsi quanto è bello, e risepararsi. tornando alla vita normale. altrove.

  29. non ho parole XD una donna che ammette che alle donne fino ai 30 anni non interessano gli uomini veri ma solo i celebrolesi che la cosa piu complicata che sanno fare e’ contare i soldi per pagare alchool e fumo, Ti devono fare santa, il problema sai qual’e’? e’ che poi tutti gli uomini che prima cercavano una donna , hanno preso talmente tanti due di picche che alla fine cambiano di carattere, e poi gli si dice “sei cambiato” !!
    Quanto ci sarebbe da parlare su sto discorso!
    Si dice il mondo gira intorno alla Vagy! ed e’ vero fino a quando la vagy non si accorge che non e’ piu stupenda come quando aveva 20 anni, e si vuole accasare dopo anni di devastamenti in discoteca e nei pub, ma magari non ha molto da offrire.. perche quegli anni invece che dietro a gli stronzi poteva passarli a fare qualcosa che la rendesse interessante, non solo esteticamente.

    1. A! mi sono scordato di aggiungere una piccola cosa!

      Vagi cosa mi dici sulle donne che passano una vita a scegliere solo stronzi e poi dicono che gli uomini fanno schifo e non ci si puo’ fidare? Quando hanno sputato magari per 30 anni su persone che gli avrebbero dato l’anima per andare dietro a gli stronzi !^^

      Grazie per l’eventuale risposta.

      1. che succede. ognuno ha la sua storia. ci sono donne intelligenti e donne stupide. esattamente come per gli uomini. semplicemente. e a volte anche persone intelligenti fanno cose stupide. semplicemente. forse hanno moventi non razionali. semplicemente.

  30. … voi vagine potreste iniziare a recitare l’ultima parte come un mantra ad alta voce quando incontrare un uomo… aiuterebbe a farvi riconoscere come donne 😉

    Sì è un po’ misogino lo so… ma in fondo.. avete presente quante frustrazioni quando sbavate dietro agli stronzi?

    😀

  31. Standing ovation, come sempre, ma alla fine del post ti superi, riveli verità che fanno quasi paura, perchè confrontarsi con un Uomo è molto più destabilizzante che confrontarsi con uno Stronzo, ci mette in discussione più di quanto non ammettiamo, però è quello che dobbiamo pretendere e che ci meritiamo 🙂

  32. com’è vero. com’è bello crescere! secondo me cmq gli stronzi esistono perché noi li rendiamo tali con il potere che diamo loro, tant’è vero che lo stesso prototipo di maschio scadente cambia di valore a seconda di come cambiamo noi. in psichiatria si chiama “effetto pigmalione”: tu credi che io sia così, siccome io sono un essere vuoto e non so cosa ci faccio al mondo allora sì dai, sarò così, grazie dell’idea. a me è capitato più volte di sentirmi assoggettata a uomini che avevano il potere di rendermi felice o disperata (fase 1 e fase 2) e che me ne hanno combinate di tutti i colori. se mi venisse un’amnesia e li reincontrassi da estranei oggi credo che li troverei insulsi, forse un po’ noiosi o cmq poco interessanti, ma non stronzi. Mah…

  33. Esilarante, piacevole e amena lettura dell’evoluzione vaginale di una donna.
    Quello che non ho mai capito è il perché nella fase uno tutte (o quasi) ci cascano e delirano per lo stronzo. Mi sa che lo prendano come un cilicio da portare sotto la camicia.
    Complimenti!!

      1. Non è esatto cara. Succede perchè lo volete VOI, donne italiane. Gli “stronzi” sono dei giganteschi palloni (che dico, mongolfiere egotistiche) gonfiati da VOI. Tu vittimizzi il vostro rolo. Io preferirei parlare di compartecipazione ad una messa in scena e ad un percorso comune; 1. li cercate anaffettivi (così non fanno richieste); 2. provate a manipolarli come se fossero deficienti (è l'”ipotesi di lavoro” – il maschio e scemo); e infine, 3. fallito il progetto di “risvegliare il morto”, da rivitalizzare con le vostre moine moscie, provate a separarvene, collocandolo, tra mille imprecazioni, nella galleria delle ombre stronze. Ho dimenticato qualche passaggio manipolativo? Il fatto è, care, che gli stronzi (in quanto narcisisti) non sono maschi frustrabili. Non provando desiderio, il vostro pungiglione ricattatorio (l’amore truccato) qui si spezza su una superficie molto uniforme di indifferenza e simulazioni. Ma non parlerei di masochismo, da parte vostra. Parlerei di paraculismo. Per entrambi: la donna che non vuole un rapporto paritario preferisce lo “stronzo”, I Guess. Poi, dopo il fallimento annunciato, anzi, cercato, la “vittima” può dire alla madre ed alle amiche che ci ha messo tutto se stessa ed è lui il criminale sentimentale. Perchè a voi l’uomo da comoscere non vi interessa. E sapete che vi dico: avete ragione. Gli uomini italiani di adesso sono solo degli zerbini potenziali. Stronzi narcisisti a parte, si intende. Quindi; a Voi non piacciamo più noi, uomini mediamente noiosi. Qui, a Trieste (città di rumene e moldave) VOi non piacete più. Uomo e donna in Italia si odiano. Mi sembra giusto che non si parlino, che si disprezzino a vicenda, anche quando sono all’estero. Solo atteggiamenti e paraculismo. Rapporti NO. Ma siete voi a non volerli per prime. Non vi piace l’uomo che fa richieste affettive (il 95 % della popolazione maschile italiana), tutto qui.

Parla con Vagina, Vagina risponde

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...